Crostino ai fichi

PRESENTAZIONE

Gli amanti dei formaggi sanno già quanto sia buono “il cacio con le pere”, ma forse non tutti conoscono un altro abbinamento saporito come quello con i fichi. Dopo i fichi ripieni, accompagnati con prosciutto e robiola, e il panino ai fichi, farcito con speck e squacquerone, ci siamo cimentati in un antipasto sfizioso e veloce: i crostini ai fichi, una gustosa alternativa alla classica bruschetta al pomodoro, perfetta per arricchire i buffet estivi. Un primo strato croccante di pane tostato fa da base a una vellutata crema di ricotta, sormontata da fettine di fichi e granella di noci. Un mix di sapori e consistenze accattivante, che stuzzicherà la vostra curiosità e anche l’appetito!

Leggi anche: Fichi ripieni

INGREDIENTI
Ingredienti per 4 crostini
Pane di segale 2 fette
Fichi (2) 190 g
Ricotta di capra 100 g
Panna fresca liquida 25 g
Gherigli di noci 10 g
Finocchietto selvatico q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare il Crostino ai fichi

Per realizzare i crostini ai fichi per prima cosa tagliate a metà le fette di pane 1 e tostatele su una piastra ben calda 2. A parte tritate le noci 3.

Lavate e asciugate i fichi, tagliate via la parte superiore 4 e dividete ogni metà in 6 spicchi 5: otterrete così 12 fettine di fichi 6.

Ora preparate la crema: nella ciotola di un mixer versate la ricotta 7, la panna 8 e condite con pepe e sale. Frullate tutto per ottenere una crema morbida e omogenea 9.

Trasferite la crema in un sac-à-poche senza bocchetta 10 e spremetela sui crostini tostati 11, poi adagiate 3 fettine di fichi su ciascun crostino 12

disponendoli sopra la crema 13. Aromatizzate a piacere con il finocchietto 14 e guarnite con le noci tritate 15.

Terminate con un pizzico di pepe 16, un filo di olio di oliva 17 e servite subito i vostri crostini ai fichi 18.

Conservazione

Consigliamo di consumare subito i crostini ai fichi altrimenti il pane si inumidirà a contatto con la ricotta e i fichi.

Consiglio

Se preferite i sapori più delicati potete sostituire la ricotta di capra con la ricotta vaccina anche se risulterà più attenuato il contrasto di sapori.

RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo