Empanadas argentine

/5

PRESENTAZIONE

Empanadas argentine

Caratterizzate dalla tipica forma a mezzaluna e da un ripieno vario e saporito, le empanadas argentine sono un tradizionale street food diffuso in molti paesi del Sud America. La ricetta cambia non solo da stato a stato, ma anche da provincia a provincia, così come da famiglia a famiglia: lo chef Matias Perdomo ci spiega come realizzare la versione più popolare, le empanadas di carne! A partire dalla preparazione dell’impasto, solitamente a base di strutto, fino a quella del ripieno, arricchito con cipolle, peperoni, olive, uovo sodo e cumino, impareremo a dare forma a questi gustosi fagottini dalla caratteristica chiusura a cordoncino. Ma, come dicevamo all’inizio, non esistono regole definite e potrete dare libero spazio alla fantasia per creare e assaggiare sfiziose alternative, come le empanadas di tonno oppure al gorgonzola. Servite le empanadas argentine per un aperitivo o una cena informale, accendete la musica e lasciate che le papille si scatenino al ritmo del gusto latino-americano!

Se vi piacciono i sapori latini, venite a scoprire altre gustose ricette del continente sudamericano:

 

INGREDIENTI

Per l'impasto (per 18 empanadas)
Farina 00 210 g
Acqua tiepida 70 g
Strutto 50 g
Aceto di vino bianco 3 g
Sale fino 1 pizzico
Per il ripieno
Carne bovina da tritare al coltello 165 g
Cipolle ramate 285 g
Peperoni rossi 140 g
Uova sode 1
Olive verdi denocciolate 20 g
Olio extravergine d'oliva 15 g
Strutto 15 g
Cumino in polvere q.b.
Origano secco q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Per friggere
Olio di semi di girasole q.b.
Preparazione

Come preparare le Empanadas argentine

Per realizzare le empanadas argentine, per prima cosa preparate l’impasto: versate la farina su un piano di lavoro e formate una fontana, poi aggiungete al centro lo strutto 1, il sale 2 e l’aceto 3.

Unite l’acqua tiepida 4 e impastate con le mani fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo 5. Formate una palla 6 e lasciate riposare l'impasto in frigorifero per 30 minuti.

Nel frattempo dedicatevi al ripieno: mondate il peperone e tagliatelo a cubetti 7, poi fate la stessa cosa con la cipolla, avendo cura di ridurla a cubetti della stessa dimensione 8. Infine tritate la carne al coltello 9.

In una casseruola capiente sciogliete lo strutto con l’olio 10, poi aggiungete la cipolla 11 e, dopo qualche minuto, il peperone 12. Cuocete a fuoco moderato per circa 10 minuti; le verdure dovranno ridursi di volume di circa la metà.

A questo punto unite la carne tritata 13 e mescolate bene. Insaporite con l’origano 14 e il cumino 15, poi regolate di sale e di pepe. Mescolate e spegnete il fuoco.

Trasferite il ripieno in una ciotola, poi unite l’uovo sodo a pezzetti 16 e le olive tagliate grossolanamente 17. Mescolate per amalgamare il tutto 18.

Riprendete l’impasto e stendetelo a uno spessore di 1,5 mm; potete utilizzare il mattarello o la macchina per la pasta 19. Ricavate 18 dischi con un coppapasta del diametro di 12 cm 20. Se non li utilizzate subito potete avvolgerli nella pellicola e riporli in frigorifero 21.

Adagiate un disco di impasto sul piano di lavoro e aggiungete al centro una cucchiaiata di ripieno 22. Ripiegate il disco a metà e premete i bordi con le dita per sigillarli 23, poi fate delle pieghette per creare il tipico cordoncino 24. In alternativa potete sigillare il bordo premendo con i rebbi di una forchetta.

Dopo aver formato le empanadas riscaldate abbondante olio di semi in un pentolino fino alla temperatura di 160°. Friggete 1 o 2 pezzi per volta per 4-5 minuti 25. Quando saranno dorate, scolate le empanadas 26 e adagiatele su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Le vostre empanadas argentine sono pronte per essere gustate 27!

Conservazione

Le empanadas argentine si possono conservare in frigorifero per un giorno e riscaldare al forno prima di servirle. Se desiderate potete preparare i dischi di pasta in anticipo, sigillarli con pellicola e conservarli in frigorifero per un giorno.

Se avete utilizzato ingredienti freschi potete congelare le empanadas da crude, avendo cura di coprirle bene con pellicola per evitare che l'impasto si crepi. Potrete friggere le empanadas direttamente da congelate, ma è preferibile aggiungere anche un passaggio in forno per assicurarsi che il ripieno sia ben caldo.

Consiglio

Lo strutto rende l’impasto particolarmente friabile e croccante, ma si può sostituire con la stessa dose di burro, margarina, olio di oliva o olio di semi a seconda dei gusti. L’aceto serve a dare elasticità.

Una delle varianti più diffuse prevede l’aggiunta di uvetta al classico ripieno di carne, uovo sodo, olive e cumino.

Per la cottura in forno potete provare a cuocerle a 190° per 15 minuti, regolandovi in base alle caratteristiche del vostro forno.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI101
  • itsmaggions
    venerdì 28 maggio 2021
    Ciao! Il macinato (ovviamente sempre di manzo e ripassato comunque dopo al coltello) va bene lo stesso o devo per forza usare un trancio di carne da battere al coltello dall’inizio?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 28 maggio 2021
    @itsmaggions: Ciao, per un effetto più rustico puoi fare al coltello altrimenti va bene anche il macinato smiley
  • ArtRosi
    giovedì 22 aprile 2021
    Senza uvetta non sono empanadas 😉