Fagiolini fritti

PRESENTAZIONE

Avete voglia di uno snack di verdure sfizioso e croccante? Al posto delle classiche patatine fritte vi proponiamo un'originale alternativa: i fagiolini fritti! Questi croccanti "cornetti" protagonisti di semplici contorni o sfiziose insalate, vengono impanati e poi fritti. Sono perfetti come aperitivo finger food, magari da servire nei conetti di carta paglia per mantenerli caldi e fragranti... rendendoli davvero unici! Ma provate anche a servirli al centro della tavola accompagnandoli con le salsine che più preferite! Un esempio? Magari una salsa delicata come la finta maionese senza uova! Tenete pure in dispensa tutti gli snack preconfezionati che a placare il vostro appetito ci sono i nostri fagiolini fritti!

INGREDIENTI
Fagiolini 300 g
Farina 00 150 g
Acqua 190 g
Pangrattato 150 g
Olio di semi di arachide (per friggere) 500 g
Preparazione

Come preparare i Fagiolini fritti

Per preparare i fagiolini fritti cominciate dalla loro pulizia. Quindi sciacquateli sotto un getto d’acqua 1, scolateli e poi tamponateli con della carta assorbente per asciugarli 2. Spostatevi su un tagliere ed eliminare le due estremità con le dita o con un coltello se preferite 3.

Passate alla pastella: versate la farina in una ciotola e aggiungete, inizialmente, poca acqua 4. Quindi stemperate con una frusta 5 fino a formare una massa appiccicosa sulla quale potrete versare poi la restante acqua continuando sempre a mescolare 6.

Una volta ottenuta una pastella liscia e senza grumi 7 immergete i fagiolini pochi alla volta 8 e sollevateli con una forchetta per non sporcarvi le mani 9.

Poi passateli nel pangrattato 10 e continuate così fino ad ultimarli tutti, poggiandoli man a mano su un vassoio 11. Nel frattempo mettete sul fuoco un tegame e scaldate l’olio. Ricordate che la temperatura ideale per questa frittura è compresa tra i 170° e i 180° (misurate con un termometro da cucina). Quindi per non farla abbassare troppo, per una frittura croccante e asciutta, immergete pochi pezzi per volta aiutandovi con una schiumarola 12.

Dopo 2-3 minuti di cottura scolate i fagiolini fritti raccogliendoli con la schiumarola 13 e man mano sistemateli su un vassoietto con carta assorbente 14. Continuate così con tutti gli altri e a fine cottura, se preferite, salateli. I vostri fagiolini fritti sono pronti per essere gustati… caldissimi ovviamente 15!

Conservazione

Si consiglia di consumare subito i fagiolini fritti.

Se si vuole conservarli, basterà tenerli in un recipiente, coperto con pellicola trasparente, in frigorifero per un 1-2 giorni al massimo.

Consiglio

Potete personalizzare la vostra impanatura con delle spezie a vostro piacimento, per esempio con della paprika dolce oppure con del curry, da aggiungere al pangrattato!
SOS grumi: Se il nostro metodo "anti grumi" non vi fosse stato d'aiuto, potrete setacciare la pastella e renderla così liscissima!

COMMENTI (17)
Lascia un commento o chiedici un consiglio
  • Marghegabbiano
    lunedì 25 giugno 2018
    Ciao! Non posso mangiare frumento. Posso sostituire la farina 00 con quella di riso e il pan grattato con la farina di mais che uso giá x fare panature? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    martedì 26 giugno 2018
    @Marghegabbiano: Ciao, purtroppo non avendo provato non possiamo garantirti il risultato, ma non dovrebbero esserci problemi smiley facci sapere!
  • Mariagrazia
    lunedì 10 aprile 2017
    Io li ho fatti e usati come contorno... Buoni... Lì hanno divorati anche mio marito e i miei bimbi che di verdure ne vogliono sapere poco! ????... Fritti in friggitrice...
FATTE DA VOI (1)
emanuela_m_e
Fagiolini fritti croccanti e saporiti, non avevo la farina ed ho usato la semola, devo dire che sono venuti ottimi, con la pastella avanzata ho fritto anche dei broccoli.