Farfalle al pesto di ortiche

PRESENTAZIONE

Dimenticate per un momento che l'ortica sia solo causa di pruriti se attraversando un campo in estate entrate a contatto con le sue foglie e i suoi fiori! In realtà l'ortica è una pianta preziosa in cucina per le le proprietà di cui è ricca (calcio, ferro e potassio) e per essere una valida sostituta alla rucola e ad altre erbe per diverse preparazioni, come il pesto! Oggi vogliamo invitarvi a fare questo esperiemento... anzi due! Preparare un cremoso pesto di ortiche e creare voi stessi uno dei formati di pasta più amati: le farfalle! Signore e signori ecco un primo piatto di pasta fresca da fare interamente in casa per sfoderare tutta la vostra maestria e il vostro gusto: farfalle al pesto di ortiche. Vi raccomandiamo di indossare un robusto paio di guanti però, perchè per quanto versatili in cucina le ortiche continueranno comunque ad essere pungenti fino a quando non le tufferete in acqua bollente! Fate insieme a noi un tuffo nella primavera a tavola preparando per i vostri ospiti le farfalle con pesto di ortiche!

Leggi anche: Frittata di ortiche

INGREDIENTI

Ingredienti per le farfalle fresche
Farina 00 200 g
Uova (2 medie) 110 g
per il pesto di ortiche
Ortiche da pulire 300 g
Burrata 300 g
Pinoli 30 g
Olio extravergine d'oliva 50 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
per condire
Pancetta affumicata 100 g
Preparazione

Come preparare le Farfalle al pesto di ortiche

Per realizzare le farfalle al pesto di ortiche, iniziate dalla pasta fresca: pesate la farina 1 dopodiché versatela sulla spianatoia (potete restare un po’ indietro con la dose di farina, usarne 160-180 g per iniziare e aggiungerla successivamente al bisogno, regolandovi se l'impasto risulta troppo molle), poi unite le uova e amalgamate tutto prima con la forchetta 2 poi proseguite a mano 3; continuate a lavorare fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.

Quindi avvolgete la pasta fresca in pellicola trasparente 4 e fatela riposare in luogo fresco e asciutto per almeno 20-30 minuti. Intanto dedicatevi al ripieno: mettetevi dei guanti usa e getta da cucina (due paia è consigliabile se sono sottili), pulite le ortiche prelevando solo le cimette (otterrete 150 g di ortiche da usare per la ricetta), poi sciacquatele sotto abbondante acqua corrente 5, scolatele 6

e versatele in un tegame con acqua bollente leggermente salata 7; fate cuocere per 10 minuti, quindi scolate le ortiche avendo cura di mantenere l'acqua di cottura nel tegame perchè vi servirà successivamente 8 e versatele in un recipiene con acqua e ghiaccio in modo che si raffreddino velocemente senza perdere la loro brillantezza 9;

Una volta che saranno fredde, potete strizzarle in un colino a maglie strette, pressando con una forchetta, per eliminare l'acqua in eccesso 10. Nel frattempo prendete la burrata, eliminate il cordoncino presente attorno alla "cipolla", tagliatela grossolanamente 11 e tuffatela nella tazza di un mixer assieme alle ortiche ben strizzate e ai pinoli 12.

Frullate il tutto per alcuni istanti, poi cominciate a versare l'olio a filo mentre fate andare il mixer 13. Fate andare le lame fino ad ottenere un composto cremoso e omogeneo, salate e pepate a piacere e trasferite in una ciotolina 14. Riprendete la pasta fresca, dividete il panetto in quarti (il resto conservatelo nella pellicola trasparente in attesa di lavorarlo), quindi passate il primo pezzo nel rullo della macchina tirapasta 15,

passando più volte dallo spessore più grande al penultimo per ottere una sfoglia molto sottile, di circa 1 mm di spessore 16. Sulle sfoglie ottenute passate la rondella tagliapasta per creare dei rettangoli: create delle righe verticali con la rondella dentellata distanziate 7 cm l'una dall'altra 17. Poi, con la rotella liscia, tagliate orizzontalmente ogni 4 cm 18 per ottenere dei rettangoli più piccoli.

Per formare le farfalle di pasta fresca, usate pollice e indice: posizionate il pollice al centro del bordo inferiore del rettangolo e l'indice al centro del rettangolo; con il pollice spingete il lembo di pasta verso il centro (19-20); poi con l'indice riportate verso il centro anche il lembro superiore 21: avrete cos' creato tre pieghe in due mosse.

stringete al centro per definire la forma di farfalla proseguite così per tutti i rettangoli 23 e terminate la pasta fresca. Man a mano che realizzate le farfalle potete disporle su un vassoio leggermente infarinato (con farina di semola se preferite in modo che non venga assorbita dalla pasta fresca). Preparate infine il condimento: tagliate la pancetta affumicata a striscioline 24, poi riducetela a cubetti

da far saltare in padella per 2-3 minuti a fuoco medio, il tempo di farli diventare dorati e croccanti 25. Cuocete le farfalle nella stessa acqua di cottura delle ortiche portata ad ebollizione 26; ci vorranno circa 5 minuti. In un altra padella, a fuoco spento, versate il pesto di ortiche, allungate con 1 mestolo di acqua di cottura della pasta per stemperarlo 26;

Scolate le farfalle e versatele nella padella con il pesto e amalgamate a fuoco spento 28; impiattate le farfalle con pesto di ortiche 29 e condite ogni piatto con dei cubetti di pancetta croccante 30!

Conservazione

Vi consigliamo di consumare le farfalle al pesto di ortiche appena pronte!
Potete conservare il pesto per 2-3 giorni in frigorifero, avendo cura di coprirlo con uno strato di olio.
Se volete conservare più a lungo il pesto di ortiche vi consigliamo di congelarlo in piccoli vasetti.
Potete congelare anche le farfalle, una volta seccate, per circa 1 mese.

Consiglio

Per il pesto di ortiche, al posto della burrata potete utilizzare la stracciatella o un altro formaggio di vostro gradimento!

1 COMMENTO
Commenta o chiedici un consiglio
  • Anna Grazia
    martedì 03 maggio 2016
    Ciao Sonia, io sono abituata a fare la pasta fatta in casa con la semola di grano duro... non risulterà appiccicosa fatta con la 00?
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo