Per noi
la tua opinione
è importante!
Partecipa al
sondaggio

Farinata di porri

/5

PRESENTAZIONE

Del porro si usa la parte bianca solitamente, ma che fine fanno le foglie verdi? Non gettatele più via, vi mostriamo come impiegarle in cucina per realizzare la farinata di porri! Un modo saporito e intelligente per utilizzare una parte del porro troppo spesso scartata. La farinata di ceci è una specialità ligure che amiamo tantissimo e che si può personalizzare e impreziosire in tantissimi modi, per esempio cucinando la farinata con carciofi o questa versione decisamente antispreco! Otterrete una torta salata senza glutine, realizzata con la farina di ceci, perfetta da servire come antipasto vegetariano. Prepararla è facilissimo, scoprite insieme a noi tutti i passaggi per questo fantastico piatto!

Scopri anche altre ricette antispreco:

 

INGREDIENTI
Ingredienti per una teglia 28x35 cm
Farina di ceci 100 g
Porri (solo la parte verde) 2
Acqua 300 g
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare la Farinata di porri

Per preparare la farinata di porri come prima cosa lavate bene la parte verde del porro e tagliatela a rondelle 1. In una padella versate un filo d'olio 2, unite il porro e cuocetelo per circa 5 minuti, aggiungendo poca acqua. Nel frattempo preparate la farinata. In una ciotola versate la farina di ceci e 3 cucchiai di olio 3.

Aggiungete sale, pepe 4 e mezzo cucchiaino di curcuma 5. Versate l'acqua lentamente 6, mescolando con una frusta.

Dovrete ottenere un composto privo di grumi, piuttosto liquido 7. A questo punto i porri saranno ben saltati, spegnete il fuoco 8. Trasferite il composto per la farinata all'interno di una teglia 28x35 cm precedentemente unta 9, in modo da ottenere uno spessore di mezzo cm.

Aggiungete sopra le foglie di porro 10, spargendole bene su tutta la superficie 11. Cuocete in forno statico preriscaldato a 220° per circa 30 minuti. Sfornate e servite la farinata calda o tiepida!

Conservazione

La farinata di porri va gustata preferibilmente appena sfornata, ma si può conservare in frigo coperta fino a 2 giorni. Vi raccomandiamo di scaldarla prima di servirla.

Consiglio

La farinata ti permette di ridare vita a tutte le verdure che hai dimenticato in frigorifero, come per esempio un pugno di spinaci o mezza cipolla, oppure delle patate lesse o delle zucchine avanzate. Puoi provarla anche con del salmone o con i gamberetti. E non dimenticare di usare le erbe aromatiche!

MANUALE ANTISPRECO

Anna Spinelli è editor di libri per bambini e ragazzi in Piemme – Il Battello a Vapore (Gruppo Mondadori). Laureata in Lettere Moderne, dopo un Master in International Screenwriting and Production e una parentesi romana nel mondo del cinema, si stabilisce a Milano per addentrarsi in quello dell’editoria. Il suo animo sostenibile la vede scovare nuove storie e lavorare dietro le quinte dei libri per contribuire a dare alle nuove generazioni gli strumenti per aprirsi al mondo e creare cultura. Il libro “Il manuale antispreco”, realizzato in collaborazione con Too Good To Go, le è valso il Nudge Global Impact Award 2022, che premia i progetti con il più ampio impatto nel campo della sostenibilità.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI4
  • nonnopino
    lunedì 05 dicembre 2022
    Come si può sostituire la farina di ceci?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 05 dicembre 2022
    @nonnopino: Ciao, per la farinata è consigliabile non sostituire se possibile smiley
  • micioFelicio
    lunedì 05 dicembre 2022
    perché solo la parte verde dei porri ? 🤔
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 05 dicembre 2022
    @micioFelicio:Ciao, questa è una proposta che ha lo scopo di riutilizzare gli avanzi, per una cucina sostenibile antispreco smiley

Durante la prova puoi interrompere quando vuoi, senza alcun addebito. Dopo la prova GZ Club si rinnova in automatico a € 29,99/anno invece di € 49,99
Aggiornamento Termini e Condizioni

Gentile Utente,
le nostre Condizioni e Termini d'Uso del sito sono state modificate. Le nuove Condizioni e Termini d'Uso sono entrate in vigore dal 6 Giugno 2022. Ti preghiamo di prenderne visione a questo link ed accettarle per potere proseguire con l'utilizzo del sito e ad usufruire dei servizi offerti.

Newsletter