Fekkas

PRESENTAZIONE

Dopo i biscotti al tè verde, alla cannella e allo zenzero, oggi arricchiamo il nostro vassoio dei biscottini da tè con una deliziosa ricetta che arriva dal Marocco: i fekkas. Come i cantucci nostrani, i fekkas vengono cotti due volte, prima sotto forma di filone e poi a fette per la tostatura finale; in questo modo otterrete una consistenza croccante e friabile, arricchita dalla presenza di frutta secca, uva passa, semi di sesamo e di anice. Lasciatevi intrigare dalle note orientali del loro profumo e servite i fekkas con un classico tè alla menta!

Leggi anche: Biscotti al vino

INGREDIENTI

Ingredienti per circa 80 biscotti
Farina 00 500 g
Uova (circa 3) 160 g
Zucchero 150 g
Olio di riso 80 g
Mandorle non pelate 100 g
Uva passa 50 g
Semi di sesamo 30 g
Semi di anice 5 g
Lievito in polvere per dolci 7 g
Sale fino 1 pizzico
Per la copertura
Acqua di fiori d'arancio 2 cucchiaini
Caffè solubile 2 cucchiaini
Tuorli 1
Preparazione

Come preparare i Fekkas

Per preparare i fekkas, per prima cosa mettete le mandorle in ammollo in acqua fredda per 10 minuti 1. Nel frattempo tostate i semi di sesamo in una padella 2 finché non diventeranno dorati 3.

Sbattete le uova in una ciotola capiente, poi aggiungete lo zucchero 4, i semi di anice 5 e l’uva passa 6.

Unite anche i semi di sesamo tostati 7, le mandorle ammollate 8 e l’olio di riso 9.

Mescolate con la forchetta per amalgamare gli ingredienti 10. Setacciate il lievito con la farina in una ciotola a parte 11. Aggiungete le polveri al composto un cucchiaio per volta, mescolando con la forchetta 12.

Quando non riuscirete più a mescolare con la forchetta, versate il composto sul piano di lavoro e lavorate con le mani fino ad ottenere un impasto morbido 13, a cui darete la forma di un filone 14. Trasferite il filone su un vassoio, coprite con pellicola e lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti 15.

Nel frattempo sbattete il tuorlo per la copertura in una ciotolina, poi aggiungete l’acqua di fiori d'arancio 16 e il caffè solubile 17. Mescolate con un cucchiaino e tenete da parte 18.

Dopo mezz’ora rimuovete l’impasto dal frigorifero, dividetelo in 4 parti uguali 19 e formate dei filoni della lunghezza di circa 24-26 cm. Trasferiteli su una leccarda foderata con carta forno 20 e spennellateli con il composto di tuorlo e caffè 21.

Utilizzate i rebbi di una forchetta per realizzare delle righe o dei motivi decorativi sulla superficie 22, poi cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per 30 minuti. Una volta cotti, sfornate i filoni 23 e copriteli con un canovaccio umido 24. Lasciate riposare a temperatura ambiente per tutta la notte o per almeno 12 ore.

Trascorso questo tempo, tagliate i filoni a fettine dello spessore di 1 cm utilizzando un coltello liscio e affilato 25. Distribuite i biscotti ottenuti su una leccarda con carta forno 26 e cuocete nuovamente in forno statico preriscaldato a 180° per 20 minuti. Quando saranno belli dorati, sfornate i fekkas e lasciateli raffreddare su una gratella prima di gustarli 27!

Conservazione

I fekkas si possono conservare in una scatola di latta anche fino a 30 giorni, a patto che non entrino in contatto con l’umidità. Se desiderate, potete congelare l'impasto non spennellato.

Consiglio

L’ammollo delle mandorle e il riposo con il canovaccio umido sono importanti per evitare che i biscotti si frantumino nel momento in cui andrete a tagliarli: consigliamo di non saltare questi passaggi.

Esistono altre varianti di questa ricetta che prevedono pistacchi, arachidi o nocciole al posto delle mandorle: il procedimento rimane lo stesso. Se desiderate potete omettere l’uvetta oppure sostituirla con i mirtilli disidratati.

3 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Frittola
    domenica 10 novembre 2019
    Non trovo l’acqua di fiori d’arancio. posso usare l’aroma? grazie
    Redazione Giallozafferano
    domenica 10 novembre 2019
    @Frittola: Ciao, puoi provare!
  • Elena Lanina
    domenica 10 novembre 2019
    dove trovo l'acqua di fior d'arancio? oppure come si può sostituirla?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 10 novembre 2019
    @Elena Lanina: Ciao, la puoi recuperare nei negozi di pasticceria, in supermercati ben forniti o eventualmente su internet. Per la sostituzione non c'è un ingrediente che possa sostituirle l'essenza perciò al massimo puoi valutare di omettere l'essenza anche se non sarà la stessa cosa.
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo

{if !$smarty.const.IS_LIVE} {if}