Filetto di manzo in crosta

/5

PRESENTAZIONE

Se siete amanti dei piatti in crosta dalla carne al pesce, passando per il formaggio sicuramente amato anche dai vegetariani, allora resterete incredibilmente sorpresi. Si tratta del filetto di manzo in crosta, con una copertura originale rispetto alla pasta sfoglia o pane. Per questa versione abbiamo scelto uno sfizioso rivestimento dal carattere tipicamente mediterraneo grazie alle olive greche e i pistacchi. Proprio grazie a questi sapori il filetto di manzo in crosta sarà il piatto perfetto per gli amanti dei secondi piatti dal gusto deciso, l'ideale anche per i pranzi durante le festività o per occasioni speciali.

INGREDIENTI

Filetto di manzo 1 kg
Burro 40 g
Olio extravergine d'oliva 20 g
Aglio 1 spicchio
Salvia qualche foglia
Rosmarino qualche rametto
Sale fino 1 cucchiaino
Pepe nero 1 cucchiaino
Per la crosta
Olive nere Greche denocciolate 250 g
Pistacchi sgusciati 150 g
Grana Padano DOP (da grattugiare) 100 g
Per la salsa
Cipolle rosse 1
Vino rosso Cabernet 150 g
Senape di Digione antica 1 cucchiaino
Preparazione

Come preparare il Filetto di manzo in crosta

Per preparare il filetto di manzo in crosta cominciate dalla crosta. Versate sul tagliere le olive denocciolate insieme ai pistacchi 1, dopodiché con un coltello a lama liscia ottenete un battuto non troppo fine 2. Raccoglietelo in una ciotola e aggiungete il Grana Padano grattugiato 3,

quindi mescolate 4 per uniformare il tutto e poi tenete un attimo da parte 5. Nel frattempo mondate la cipolla rossa, affettatela a 3-4 mm di spessore 6.

Ora che tutto è pronto cospargete il tagliere, o il piano d’appoggio, con sale e pepe 7, quindi adagiate sopra il filetto di manzo. Ruotatelo massaggiando delicatamente la carne, in questo modo le spezie penetreranno tra i tessuti 8. Spostatevi ai fornelli e mettete sul fuoco una padella, lasciate fondere il burro e insaporite con salvia, rosmarino e uno spicchio d’aglio 9.

Aggiungete anche l’olio 10 e quando il fondo è sufficientemente caldo adagiate il filetto 11. Lasciate che la carne sigilli, a temperatura medio alta, per circa 3 minuti per ogni lato 12.

Di tanto in tanto bagnate anche la superficie per mantenere umida la carne 13. Quando sarà del tutto cotto il filetto scartate le erbe aromatiche e l’aglio 14 e posizionate il pezzo di carne su una gratella con sotto una teglia 15.

Versate il battuto di olive e pistacchi in superficie 16 e maneggiate per farlo aderire completamente alla carne 17. Ultimate la cottura in forno 18.

Cuocete a 220° in forno statico preriscaldato per circa 12 minuti 19. Nel frattempo deglassate il condimento nella padella. Se dovesse servirvi versate prima un goccio d’acqua per diluire il condimento, poi aggiungete le cipolle 20 e poi il vino rosso. Cuocete a temperatura media per circa 8 minuti 21.

Di tanto in tanto mescolate 22 e quando il liquido sarà a metà unite la senape 23. Continuate a mescolare ancora qualche istante e poi spegnete 24.

Trasferite il composto nel mixer e frullate 25 per ottenere una purea morbida 26. Non appena il filetto sarà cotto lasciatelo intiepidire qualche minuto prima di affettarlo e accompagnarlo con la salsina. Il filetto di manzo in crosta è pronto 27!

Conservazione

Si consiglia di consumare subito il filetto di manzo in crosta.
Eventualmente potete tenerlo in frigorifero fino a due giorni, ricordando però che la consistenza sia della carne che della copertura potrebbero alterarsi.
Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Il filetto di manzo in crosta è buono? Certamente sì, ma se proprio doveste sentire la mancanza di un contorno che possa fare la differenza allora noi puntiamo tutto sul purè di patate!

ESPLORA IL GUSTO CON LE SENAPI MAILLE®

Dijon è sinonimo di senape pregiata, con un metodo di preparazione regolato, che la rende un unicum. Le senapi di Digione Maille® dal 1747 sono le senapi per eccellenza, preparate con materie prime di alta qualità; esaltano i piatti, risvegliando il sapore di tutte le pietanze: carni, verdure, pesce, ma anche dolci e cocktail. Scopri di più!

COMMENTI16
  • Antonio_Wien
    domenica 21 marzo 2021
    Ciao! Grazie per la risposta. Deduco quindi che, come regola generale, le carni magre si cuociono ad alte temperature e quelle grasse si posso anche a bassa temperatura? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    domenica 21 marzo 2021
    @Antonio_Wien: In linea generale sì, perché il grasso sciogliendosi rende la carne morbida e succulenta.
  • Antonio_Wien
    martedì 16 marzo 2021
    Ciao! secondo la vostra esperienza, una cottura a bassa temperatura 110 gradi per esempio, anziché 220, o addirittura più bassa (80-90) oltre prolungare i tempi di cottura, che é l’obiettivo, potrebbe però influenzare la corretta cottura della crosta? A naso direi di no, ma mi piacerebbe avere la vostra opinione. Grazie
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 19 marzo 2021
    @Antonio_Wien: Ciao! Essendo questo un filetto ti sconsigliamo di utilizzare la tecnica della bassa cottura. Essendo molto magro non ha bisogno di lunghe cotture!