Filetto di salmone in crosta

PRESENTAZIONE

Amanti del famosissimo filetto alla Wellington tenetevi forte! Ci siamo ispirati a questo modo di servire la carne, così succulento e gustoso, per realizzare un secondo piatto davvero appetitoso: filetto di salmone in crosta. L'aggiunta di zucchine grigliate, un goloso battuto di pomodori secchi e altri ingredienti di ispirazione mediterranea, renderanno unico il filetto di salmone avvolto da una fragrante sfoglia. Per accompagnare il filetto di salmone in crosta abbiamo deciso di utilizzare una velocissima salsa allo yogurt greco, fresca e acidula per esaltare la bontà del piatto e sgrassare la bocca per prepararla al boccone successivo. Farete davvero un'ottima figura con i vostri ospiti durante pranzi e cene informali o, perché no, durante le festività. Preparate insieme a noi il filetto di salmone in crosta e fateci sapere cosa ne pensate!

Leggi anche: Filetto di salmone con crosta croccante su vellutata di zucchine e menta

INGREDIENTI

Pasta Sfoglia 1 rotolo rettangolare 230 g
Filetto di salmone 450 g
Zucchine 300 g
Pomodori secchi sott'olio già sgocciolati 200 g
Olive taggiasche denocciolate 35 g
Frutti di cappero 15 g
Mandorle in scaglie 20 g
Menta 6 foglie
Timo 3 rametti
Sale fino q.b.
Pepe bianco q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Per spennellare
Tuorli 1
Panna fresca liquida 1 cucchiaio
Per la salsa d'accompagnamento
Yogurt greco 250 g
Scorza di limone 1
Succo di limone 10 g
Pepe bianco q.b.
Preparazione

Come preparare il Filetto di salmone in crosta

Per preparare il filetto di salmone in crosta cominciate dalle zucchine. Dopo averle lavate e asciugate, spuntatele 1 e affettatele sottilmente per ottenere delle fette non più spesse di 4-5 mm 2. Versatele in un recipiente, condite con un giro d’olio 3

e mescolate 4. Arroventate una griglia e cuocetele per qualche minuto per ciascun lato, o comunque fin quando non risulteranno abbrustolite 5. Ricordate di non smuoverle mentre cuociono, così la parte grigliata sarà ben definita. Una volta cotte tenetele da parte 6.

Fate tostare per qualche minuto le mandorle in padella e tenete anche queste da parte 7, poi ottenete un battuto sminuzzando finemente i pomodori secchi scolati dell'olio di conservazione 8, le olive denocciolate 9

i cucunci privati del picciolo 10 e le foglie di menta e timo 11. Unite gli ingredienti battuti al coltello e mescolate il tutto in ciotola 12.

Infine sfilettate il salmone: fate scorrere una lama liscia e affusolata tra la polpa e la pelle del salmone 13. Assicuratevi che non abbia lische (altrimenti potete toglierle con una pinza da cucina). Dopo aver pulito il tagliere macinate al momento sale e pepe bianco 14, adagiate su i due filetti e spolverizzate con ancora un pizzico di spezie. Quindi massaggiate delicatamente per far penetrare superficialmente il sale e il pepe 15.

Srotolate il foglio di pasta sfoglia, disponetelo in maniera che la parte più lunga sia rivolta in posizione verticale. Quindi adagiate le fettine di zucchine in orizzontale, all’incirca dovrete ricoprire 30 cm di estensione 16. Poi spalmate il battuto sulle zucchine 17, aggiungete le lamelle di mandorle tostate 18

e poi i filetti di salmone. Sovrapponete le parti più fini per ottenere un pezzo omogeneo 19. Quindi ricongiungete la sfoglia prima un’estremità e poi l’altra 20, chiudete le estremità a mo’ di caramella e create una decorazione incidendo per obliquo la superficie, con delicatezza, da un lato 21

e dall’altro 22. Infine sbattete un tuorlo con la panna 23 e spennellate la superficie 24.

Cuocete in forno statico, già caldo, a 200° per circa 20 minuti. Dopodiché portate la temperatura a 240° e continuate per ancora 4-5 minuti 25. Nel frattempo che cuoce versate lo yogurt greco in un recipiente. Grattugiate la scorza di limone 26, poi spremetelo 27

e versate il succo 28. Regolate di pepe grattando un pizzico e mescolate bene 29. Sfornate e lasciate intiepidire qualche minuto prima di servire il vostro filetto di salmone in crosta servendo con accanto la ciotolina di yogurt 30.

Conservazione

Si consiglia di consumare subito il filetto di salmone in crosta.
Se preferite potete conservare il filetto in frigorifero, tuttavia la pasta sfoglia risulterà molle. Eventualmente potete organizzare in anticipo le preparazioni, cuocendo le zucchine e preparando il battuto prima di cuocere il tutto.

Consiglio

Visto che il nostro filetto di salmone in crosta si ispira al filetto alla Wellington perché non provate a sostituire i pomodori con i funghi e le zucchine con il prosciutto? Proprio come nella ricetta classica! Se invece volete dare un tocco di sapore in più sbriciolate del quartirolo, o della feta, prima di chiudere il filetto: sentirete che bontà!

2 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Elecerreia
    domenica 03 novembre 2019
    Ciao,che ne dite se al posto delle zucchine usassi delle patate? Magari tagliate a fettine sottili e cotte prima?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 03 novembre 2019
    @Elecerreia: ciao! Non abbiamo provato ma sembra una buona idea smiley 
  • Loredana Motta
    martedì 01 ottobre 2019
    Oltre il salmone quale altro pesce si può usare?
    Redazione Giallozafferano
    martedì 01 ottobre 2019
    @Loredana Motta : ciao! il salmone è quello più adatto per i tempi di cottura indicati; puoi provare con il tonno, ma il risultato potrebbe non essere lo stesso. 
8 FATTE DA VOI
Massipizzi1
filetto in crosta integrale, non ho salato il salmone, per fortuna.
veronicaaresu1
Secondo piatto squisito e anche raffinato secondo me!
Taniadavi
Filetto di salmone in crosta con zucchine, funghi e sottiletta
FunnyMum74
buonissimo
cocó81
Un successo! ho fatto una variazione, funghi apposto dei pomodori secchi.
gianrobertamaria!
Salmone in crosta ...spettacolare!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo