/5

Finta pizza al cavolfiore

PRESENTAZIONE

Finta pizza al cavolfiore

Il cavolfiore è uno degli ortaggi dalla forma più gradevole, con le sue rigogliose infiorescenze che lo rendono inconfondibile e ne determinano la tipologia. Non tutti però amano portarlo in tavola; ecco allora un'idea per rendere più allettante questo ingrediente essenziale per una dieta sana ed equilibrata: la pizza finta al cavolfiore. La base della pizza sarà proprio un mix di cavolfiore, formaggio grattugiato e albume, cotta in forno da sola perchè si compatti proprio come il vero impasto della pizza ma con un occhio di riguardo alle intolleranze. Infatti utilizziamo farina di riso per l'impasto, così il nostro mix sarà molto più simile a quello che si ottiene per fare la pizza senza glutine! Per condire potete scegliere il classico gusto "margherita" (pomodoro e mozzarella), oppure sbizzarrirvi con i vostri abbinamenti preferiti, proprio come se si trattasse di una vera pizza! Una ricetta di verdure originale, che sorprenderà anche i più piccoli.

Leggi anche: Torta di cavolfiore

INGREDIENTI

287
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per la base (per una teglia di 32 cm di diametro)
Cavolfiore 1 kg
Farina di riso 30 g
Grana Padano DOP (da grattugiare) 50 g
Albumi 2
Noce moscata (da grattugiare) q.b.
Sale fino 1 pizzico
Pepe nero 1 pizzico
Per condire
Mozzarella fiordilatte 150 g
Passata di pomodoro 150 g
Origano essiccato 1 cucchiaino
Basilico q.b.
Olio extravergine d'oliva 20 g
Sale fino 1 pizzico
Preparazione

Come preparare la Finta pizza al cavolfiore

Per realizzare la finta pizza al cavolfiore, iniziate proprio dalla pulizia del cavolfiore: tagliate via il tronco principale e le foglie esterne 1, quindi staccate con un coltello le cimette e tagliate parte del gambo 2. Lavate accuratamente le cime sotto acqua corrente, quindi asciugatele bene e versatele nel mixer 3.

Tritate il cavolfiore, quindi unite il Grana grattugiato 4, gli albumi 5 e la grattugiata di noce moscata 6 (potete anche versare tutti gli ingredienti insieme e frullarli in una sola volta).

Aggiustate di sale 7 (e pepe se non lo servite ai bambini) e azionate nuovamente il mixer per amalgamare tutti gli ingredienti. Trasferite il composto ottenuto in una ciotola e unite la farina di riso 8. Mescolate con una spatola; poi foderate con la carta da forno una tortiera di 32 cm di diametro dal bordo basso 9.

Distribuite all'interno il composto 10, appiettendolo per tutta la superficie usando il dorso di un cucchiaio 11. Fate cuocere la pizza in forno statico preriscaldato a 200° per circa 30 minuti (a 180° per 20 minuti se forno ventilato). Nel frattempo dedicatevi al condimento: scolate bene la mozzarella fiordilatte in un colino 12;

Quindi affettatela sottile 13 oppure riducetela a dadini. In una ciotolina versate la passata di pomodori, aggiustate di sale, condite con origano, l'olio extravergine di oliva e le foglioline di basilico fresco 14. Quando la base sarà cotta, sfornatela 15.

Distribuite uniformemente la passata di pomodoro condita aiutandovi con un cucchiaio 16 e disponete le fettine (o i dadini) di mozzarella sopra 17. Ponete nuovamente in forno statico preriscaldato a 200° per 10-15 minuti (oppure ventilato a 180° per 8-10 minuti).

Conservazione

Si consiglia di servire la finta pizza al cavolfiore appena fatta.
Si può conservare in frigorifero per 1-2 giorni.
Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Potete condire la base come le vostre pizze preferite, con del prosciutto efunghi, con salsiccia piccante, verdure, acciughe... oppure sostituire la mozzarella fiordilatte con una di bufala o scamorza affumicata!

117 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • federica foieni
    sabato 02 maggio 2020
    ciao... dosi per 4 pizze normali tonde? ( 1 pizza a testa semplice) perche le dosi sono per 4 persone ma è intesa una pizza normale per 4 giusto? quindi un quarto a testa???
    Redazione Giallozafferano
    domenica 03 maggio 2020
    @federica foieni:Ciao, è una pizza da dividere per 4 persone.
  • calogero.indrago
    lunedì 20 aprile 2020
    Per provare a ridurre l'umidità finale, potrei provare a tritare il cavolfiore grossolanamente e a lasciarlo su un setaccio con del sale grosso per eliminare l'acqua in eccesso?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 20 aprile 2020
    @calogero.indrago: Ciao, non abbiamo sperimentato ma puoi fare un tentativo se preferisci!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo