Focaccia di grano arso con patate e acciughe

PRESENTAZIONE

Se siete alla ricerca di una ricetta che piaccia a tutti ma con un twist originale siete capitati nel posto giusto. Con il suo impasto morbido e soffice, la focaccia conquista tutti! Volete prepararne una originale? Siamo certi che con questa ricetta la vostra focaccia non passerà inosservata! La focaccia di grano arso con patate e acciughe ha il caratteristico colore scuro dato dal grano arso, condita con deliziose fettine di patate e saporite alici. Il risultato: una conistenza morbida e un sapore rustico con un leggero sentore affumicato. Infatti, il grano arso è ottenuto dalla tostatura del frumento, da cui il colore scuro di questa farina dal gusto inconfondibile, che rimanda a tradizioni antiche dell’assolata Puglia e tramandate nei secoli. Il sapore deciso di questa focaccia di grano arso viene però ingentilito dalle patate aggiunte nell'impasto. Il tocco di sapidità delle acciughe è la ciliegina sulla torta per gustare al meglio questo mix di sapori. Stuzzicante e dal sapore rustico la focaccia di grano arso con patate ed acciughe è ideale come antipasto a tavola oppure per un pic nic, da servire ancora tiepida o a temperatura ambiente! Provatela anche in abbinata con la focaccia di grano arso e pomodirini.

Leggi anche: Focaccia di grano arso ai pomodorini

INGREDIENTI

CALORIE PER PORZIONE
Kcal 501
Ingredienti per una teglia da 32 cm
Farina di grano arso 125 g
Semola di grano duro rimacinata 375 g
Patate 200 g
Lievito di birra secco 5 g
Olio extravergine d'oliva 75 g
Acqua 400 g
Sale fino 25 g
Timo 1 rametto
per decorare
Patate 300 g
Acciughe sott'olio 60 g
Preparazione

Come preparare la Focaccia di grano arso con patate e acciughe

Per preparare la focaccia di grano arso con patate e acciughe per prima cosa iniziate prendendo un tegame dai bordi alti e mettendo a bollire l’acqua, salate, quindi aggiungete le patate (tutti i 600 grammi) 1. Lessate le patate per circa 20 minuti anche se i tempi di cottura dipendono dalla grandezza delle patate. Fate la prova per verificarne la cottura con i rebbi di una forchetta. Quindi con l’aiuto di un coltellino pelate le patate 2 e schiacciatene circa 200 g, quindi lasciate intiepidire 3 e tenetele da parte in una ciotolina.

Lasciate raffreddare in frigorifero le patate restanti e poi tagliatele a rondelle. Questi ultimi vi serviranno per la decorazione finale della torta salata 4. Prendete ora una planetaria e versatevi la farina di semola a cui aggiungerete la farina di grano arso 5. Quindi unite anche il lievito disidratato 6.

Azionate a questo punto la planetaria con il gancio e cominciate ad impastare il composto. Quindi avendo cura di tenere da parte 50 g di acqua che vi serviranno per sciogliere il sale, versate l’acqua a temperatura ambiente a filo 7. Con l'acqua tenuta da parte sciogliete poi il sale 8. Quando l’impasto avrà raggiunto una maggiore consistenza unite il sale disciolto nell’acqua tenuta da parte.

Unite l'olio 10 e continuate ad impastare per altri 10 minuti fino a che l’impasto non risulterà incordato (non è necessario si stacchi totalmente dai bordi della planetaria) 11. A questo punto unite anche 200 g di patate schiacciate con lo schiaccia patate 12 e continuate ad impastare per altri 2 minuti.

Prendete ora una spianatoia ed oliatela leggermente. Staccate con l’aiuto di una spatola l’impasto dai bordi della planetaria 13. Quindi trasferitevi sul piano di lavoro l’impasto ottenuto aiutandovi con un tarocco se necessario 14. Lavorate a mano l’impasto dandogli delle pieghe, portando le estremità dell’impasto verso il centro 15.

Dopo aver ripetuto l’operazione alcune volte date all’impasto la forma di sfera 16 e trasferitela in una ciotola coperta da pellicola alimentare trasparente 17. Lasciate lievitare in forno spento con luce accesa (temperatura compresa tra i 26-30° massimo) per circa 1 ora e successivamente trasferitelo in frigo a riposare tutta la notte. Il giorno seguente estraete l’impasto dal frigo e lasciatelo a temperatura ambiente per circa 2 ore 18.

Trasferitelo su un piano di lavoro leggermente oliato e date ulteriori pieghe al vostro impasto avendo cura di congiungere le parti esterne al centro e formate un forma sferica con l’impasto 19. Quindi spostate l’impasto su una teglia dal diametro di 32 cm 20 ed esercitando una leggera pressione delle dita stendete l'impasto su tutta la teglia fino a foderarla completamente 21.

Ora oliate leggermente la superficie dell’impasto 22. Disponete ora le patate tagliate a rondelle che avevate tenuto da parte partendo dai bordi e creando dei cerchi sempre più verso l’interno 23. Disponete le acciughe sullo strato di patate come più preferite: noi li abbiamo disposte a raggi 24.

Aggiungete qualche foglia di timo 25. Lasciate la vostra teglia a lievitare così per circa 1 ora 26. Infine infornate in forno ventilato preriscaldato a 190°C per 40-45 minuti (o in forno statico a 210°C per 50-55 minuti). Quindi sfornate la teglia di focaccia al grano arso con patate e acciughe 27, lasciate leggermente intiepidire a temperatura ambiente e servite!

Conservazione

La focaccia di grano arso con patate e acciughe va servita appena sfornata. Si conserva in frigo ben coperta per massimo 2 giorni: ricordatevi di scaldarla in forno prima di gustarla.

Si può congelare una volta cotta.

Consiglio

Vi piacciono i sapori mediterranei intensi? Allora provate ad aggiungere alcune olive ed alcune fettine di cipolla per rendere la vostra focaccia di grano arso con patate e acciughe ancora più saporita.

Ti suggeriamo

RICETTE CORRELATE
COMMENTI (3)
Lascia un commento o chiedici un consiglio
  • Silvia
    domenica 30 aprile 2017
    Buongiorno, è possibile usare il lievito istantaneo al posto del lievito normale?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 30 aprile 2017
    @Silvia:Ciao, per questa ricetta è necessario usare il lievito di birra e non il lievito in polvere per preparazioni salate.
  • ste
    domenica 30 aprile 2017
    Ciao, ma gli altri 300 grammi di patate schiacciate che fine hanno fatto? Ho letto male?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 11 maggio 2017
    @ste: ciao! Ti ringraziamo per la segnalazione, abbiamo corretto il procedimento della ricetta! 
FATTE DA VOI (1)
Monicazito