Fougasse

PRESENTAZIONE

Fougasse

Cosa c'è di più buono del pane fatto in casa preparato con le proprie mani? Il delizioso profumo che emana appena sfornato è davvero impareggiabile! In questa ricetta vi proponiamo la fougasse, un tipo di lievitato a metà tra pane e focaccia di origine provenzale, caratterizzato da un aspetto molto elegante e scenografico. Il particolare motivo decorativo che abbiamo scelto per la fougasse si ottiene praticando 5 incisioni nella pasta: guardandola, è davvero impossibile non pensare alle spighe di grano che maturano lentamente in una calda giornata d'estate! Siete curiosi di assaggiarla? Allora mettetevi all'opera e preparatevi ad assaporare tutta la sua bontà!

Leggi anche: Pane alla birra

INGREDIENTI

653
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per la biga
Farina Manitoba 140 g
Acqua 90 ml
Lievito di birra secco 3 g
per l'impasto
Farina Manitoba 200 g
Olio extravergine d'oliva 20 g
Acqua (tiepida) 120 g
Sale fino 10 g
Preparazione

Come preparare la Fougasse

Per realizzare la fougasse iniziate a preparare la biga, ovvero il pre-impasto: in una ciotola capiente versate la farina setacciata, il lievito 1 e poi l'acqua a filo 2; impastate velocemente con le mani fino ad ottenere un impasto compatto ma non completamente liscio 3.

Lasciate riposare la biga in frigorifero per almeno 12 ore coperta con la pellicola trasparente 4. Trascorse 12 ore, trasferitela su un piano di lavoro oleato, quindi tagliatela a pezzetti 5 ponendoli in una ciotola con l'acqua tiepida per farli ammorbidire 6.

Procedete dunque alla preparazione dell'impasto: in una planetaria munita di gancio versate la farina 7, l'olio 8 e l'acqua tiepida insieme a tutta la biga tagliata a pezzetti 9.

Azionate lentamente il gancio per qualche minuto e poi aggiungete il sale 10; continuate con la planetaria per 6-8 minuti fino a quando l'impasto avrà assunto una consistenza liscia e si incorderà attorno al gancio 11. Se l'impasto tende a rimanere troppo morbido da non riuscire a staccarsi dai lati, aggiungete 1 o 2 cucchiai di farina. Oliate una ciotola capiente 12

E versate l'impasto 13; formate una pallina e lasciate lievitare per almeno 1 ora in forno spento ma con luce accesa coprendo con la pellicola trasparente 14. Passato il tempo necessario, trasferitelo su di una spianatoia leggermente infarinata (oppure oleata) e poi con un tarocco dividetelo in due parti uguali 15.

Con ciascun pezzetto create una forma rettangolare 16 e poi sul piano di lavoro (o direttamente su un foglio di carta da forno) stendete la pasta un pezzo alla volta con l'aiuto di un mattarello, formando due rettangoli della misura di 18x23 cm 17. Con un tarocco praticate nella pasta 5 tagli della misura di 10 cm (che in cottura prenderanno la forma di una spiga), lasciando almeno 2 cm dai bordi: partendo dal basso praticate due tagli obliqui distanti tra loro 1,5 cm, poi continuate con un taglio centrale, e infine di nuovo due tagli laterali obliqui dalla parte opposta 18.

Trasferite la fougasse su una leccarda foderata con carta da forno e con le dita allargate le incisioni che avete praticato, tirando delicatamente gli angoli della pasta 19. Una volta terminato 20, coprite con la pellicola trasparente evitando che rimanga a contatto (in alternativa potete anche spennellarla con dell'olio), facendo lievitare ancora per 45 minuti sempre in forno spento ma con luce accesa. Successivamente, cuocete in forno statico preriscaldato a 190° per 20-25 minuti (o 170° per 15-18 minuti se in forno ventilato): quando la superficie sarà ben dorata, sfornate e fate raffreddare su di una gratella; infine potete servire e gustare la vostra fougasse, accompagnandola a formaggi o salumi 21.

Conservazione

Si consiglia di consumare la fougasse entro poche ore. Potete conservarla chiusa in un sacchetto di carta per un paio di giorni al massimo; una volta secca, si può tagliare a metà e utilizzare come un crostino. E' possibile congelare la fougasse, dopo averla cotta, e conservarla per 20 giorni al massimo; si consiglia di farla scongelare lentamente in forno ad una temperatura di 120°.

Consiglio

Accompagnate la vostra fougasse a salumi e formaggi per gustarla al meglio! Se volete, potete realizzare una versione della fougasse più ricca e saporita aggiungendo all'impasto olive, noci o erbe aromatiche!

22 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Tania
    mercoledì 14 ottobre 2015
    Si può usare un altra farina al posto della MANITOBA? Vorrei usare farine più "fresche"
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 14 ottobre 2015
    @Tania: Ciao Tania, ti suggeriamo di utilizzare la farina tipo 0, in sostituzione alla farina manitoba smiley un saluto!
  • Sabrina
    giovedì 15 gennaio 2015
    Ciao, se ho il lievito fresco? quanto ne uso? grazie!
    Sonia Peronaci
    giovedì 15 gennaio 2015
    @Sabrina@Silvia: usate 9 gr di lievito fresco
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo