/5

Frati fritti

PRESENTAZIONE

Si dice che il loro nome derivi dalla forma che ricorda le chieriche dei frati; sono fritti, meravigliosamente fritti, e si preparano tutto l’anno, non solo a Carnevale; sembrano ciambelle, ma gli estimatori di questo dolce steet food giurano che sono una cosa del tutto diversa: stiamo parlando dei frati fritti! Sardi per molti, ma toscani per i più, questi deliziosi cerchi di pasta dolce lievitata e passata nello zucchero conoscono tante versioni quante sono le famiglie, i chioschi e le botteghe che se ne tramandano la ricetta, custodendone gelosamente i segreti. Nell’impossibilità di risalire alla ricetta originale di queste soffici bontà, ci siamo affidati alla nostra redattrice lucchese, che è andata per noi a spulciare nei vecchi ricettari di nonne e zie alla ricerca di prove e indizi golosi… i nostri chef ci hanno messo del loro ed ecco il risultato: frati fritti semplicissimi da preparare, profumati e genuini, che faranno leccare i baffi a tutta la famiglia! Siete curiosi? Armatevi di zucchero e farina, e cominciate ad impastare, l’ora di merenda è vicina!

Leggi anche: Zeppole sarde

INGREDIENTI

232
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per circa 10 frati da 10 cm di diametro
Zucchero 50 g
Farina 00 500 g
Olio di semi 50 g
Acqua tiepida 300 g
Scorza di limone 1
Lievito di birra secco 3 g
Sale fino 1 pizzico
Per friggere e zuccherare i frati
Olio di semi per friggere 800 g
Zucchero per la superficie 100 g
Olio di semi per ungere le mani e il piano da lavoro q.b.
Preparazione

Come preparare i Frati fritti

Per preparare i frati fritti cominciate setacciando la farina all’interno di una planetaria munita di foglia. Unite anche lo zucchero 1, il lievito 2 e la scorza grattugiata di 1 limone non trattato 3.

Azionate quindi la planetaria, e versate al suo interno l’olio a filo 4 e, una volta assorbito, fate lo stesso con l’acqua a temperatura ambiente 5. Una volta che anch’essa risulta incorporata all’impasto, sostituite la foglia con il gancio, e proseguite ad impastare a velocità media: dovrete lavorarlo per un totale di 7-8 minuti, versando il pizzico di sale quando saranno passati i primi 5 minuti 6.

Alla fine l’impasto dovrà risultare ben incordato intorno al gancio 7. Ungete leggermente il piano da lavoro e trasferitevi l’impasto 8, quindi lavoratelo brevemente per conferirgli la forma di una palla 9.

Ponetelo all’interno di un’ampia ciotola e sigillate con della pellicola trasparente 10. Lasciate che l’impasto lieviti nel forno spento con la luce accesa per circa 3 ore: trascorso questo tempo, il suo volume dovrà essere raddoppiato 11. Mettete a scaldare l’olio in una capiente padella. Mentre raggiunge i 170° C, munitevi di tarocco e prelevate circa 90 g di impasto 12.

Ungete il piano da lavoro e oliatevi leggermente anche le mani 13, in modo da maneggiare l’impasto con maggiore facilità; sul piano da lavoro, allungate la vostra porzione di impasto per formare un filoncino 14. Agganciate i lembi del filoncino 15

E sigillateli per ottenere la forma di una ciambella di circa 10 cm di diametro 16. Appena finito di formare il vostro frate, immergetelo in olio caldo a 170° C 17 e friggetelo per 3-4 minuti su ciascun lato 18.

Quando il frate risulta ben dorato su entrambi i lati, scolatelo su carta assorbente 19 e passatelo, acora caldo, in una pirofila bassa e larga in cui avrete posto lo zucchero semolato 20, rigirandolo in modo da inzuccherarlo uniformemente. Proseguite in questo modo fino ad esaurire l’impasto: dovrete ottenere 9-10 frati. Gustate i vostri frati fritti ben caldi 21: irresistibili!

Conservazione

I frati fritti sono più buoni se gustati sul momento, ancora caldi. Si conservano tuttavia bene per 2-3 ore. Potete preparare l’impasto la sera prima, farlo lievitare per 1 ora a temperatura ambiente, trasferirlo in frigo e tenercelo per tutta la notte. Al momento di friggere i vostri frati, tirate fuori l’impasto con 2 ore di anticipo in modo da farlo rinvenire.

Consiglio

Liquore, anice, scorza di arancia: sono tanti i profumi con cui arricchire i vostri frati fritti! Provateli tutti, e fateci sapere qual è la versione che farà breccia nei vostri cuori!

57 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • andreaspizzi
    sabato 25 aprile 2020
    ciao, se volessi usare il lievito madre rinfrescato col 60 per cento di acqua va bene? grazie mille
    Redazione Giallozafferano
    domenica 26 aprile 2020
    @andreaspizzi: Ciao, non avendo provato non possiamo darti indicazioni precise. Come regola generale si dovrebbe calcolare il peso degli ingredienti secchi e liquidi, quindi inserire il 30% del peso in lievito madre e togliere poi dalla ricetta la dose di acqua e farina già presente nel lievito madre!
  • giusy35
    venerdì 10 aprile 2020
    salve mi sono accorta adesso o messo 4 g di lievito di birra fresco anzi che 3g di secco cosa succede adesso
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 10 aprile 2020
    @giusy35: ciao, ci metterà più tempo a lievitare
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo