Frico con patate e cipolle

/5

PRESENTAZIONE

Patate e cipolle sono un connubio che spesso genera ricette regionali: è il caso della Calabria con le patate 'mpacchiuse e del Friuli con il frico. Il frico è una ricetta friulana servita come secondo piatto o piatto unico, a base di formaggio ed originaria dei monti della Carnia. Si tratta principalmente di una pietanza composta da patate (tagliate a dadini o grattugiate), cipolle e formaggio Montasio fuso, fatti cuocere insieme in padella per creare un'unica amalgama; una volta insaporiti e cotti lentamente tutti gli ingredienti, il frico viene trasferito su una padella antiaderente e rigirato da ambo i lati fino a raggiungere una bella doratura esterna. Potrete scegliere di usare del Montasio (o Latteria) semi stagionato (6 mesi) o stagionato (oltre 10 mesi) in base alle vostre preferenze; la ricetta originale prevede l'uso di formaggi di stagionatura, per rendere il frico ancora pià morbido all'interno e per  consumare i formaggi avanzati. Potete servire il frico con la polenta!

INGREDIENTI
Pepe nero q.b.
Montasio stagionato o semistagionato 500 g
Patate (peso da pulite) 500 g
Cipolle (peso da mondate) 200 g
Sale fino q.b.
Olio extravergine d'oliva 50 g
Preparazione

Come preparare il Frico con patate e cipolle

Per preparare il frico con patate e cipolle, sbucciate le cipolle 1 e affettatele finemente a rondelle 2; poi sbucciate anche le patate con un pelaverdure 2 o un coltello

e grattugiatele con una grattugia a fori grossi 4. Eliminate la scorza del formaggio Montasio 5 e grattugiatelo sempre con la grattugia a fori grossi 6.

Ora che gli ingredienti sono pronti, in un tegame capiente versate 40 gr di olio 7, e la cipolla 8. Fate soffriggere qualche minuto a fuoco dolce mescolando spesso con un cucchiaio di legno per evitare che la cipolla si attacchi al fondo della padella o si bruci. Dopodiché unite anche le patate grattugiate 9 e fate cuocere per circa 10 minuti.

A questo punto unite anche il formaggio Montasio grattugiato 10, salate e pepate a piacere (11-12) e fate cuocere il frico per circa 20 minuti a fuoco medio, mescolando per far sciogliere il formaggio completamente.

Quando avrete terminato la cottura e avrete ottenuto un impasto omogeneo 13, spegnete il fuoco. In una padella antiaderente a bordo basso versate un filo d'olio 14, fatelo scaldare leggermente e versatel'amalgama di patate, cipolle e Montasio nella padella 15, cercando di eliminare il grasso superfluo.

Distribuite e compattate il frico nella padella 16 e cuocetelo a fiamma alta senza mescolare, a mo' di frittata 17. Appena si sarà formata la crosticina, giratelo dall'altro lato 18. Se ancora presente, eliminate il grasso in eccesso prima di trasferire il frico con patate e cipolle su un piatto da portata. Poi tagliatelo in porzioni e accompagnatelo con la polenta!

Conservazione

E' preferibile consumare il frico con patate e cipolle appena fatto! Potete conservarlo per 1 giorno in frigorifero, poi scaldarlo all'occorrenza in padella o al forno.
Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Se una volta cotto il frico presenta ancora molto grasso, prima di porlo sul piatto da portata e di tagliarlo, scolatelo bene, in modo che non risulti eccessivamente untuoso. Per questa ricetta potete utilizzare metà dose di Montasio fresco e metà stagionato. Se si ha difficoltà a reperire il Montasio, si può sostituire con un formaggio semi stagionato o stagionato che si preferisce.

Provate anche la ricetta della croccantella di patate e cipolle, realizzata con un veloce impasto a base di acqua e farina!

Curiosità

Esistono due versioni del frico: una morbida, ed una croccante. La prima assomiglia più ad una frittata, mentre la seconda è invece molto sottile e friabile e viene preparata con formaggio Latteria o Montasio grattugiato e farina di mais; con questa preparazione così plasmabile, vengono spesso formati dei “cestini” per contenere ad esempio polenta o formaggio!

RICETTE CORRELATE
COMMENTI178
  • paola papa
    sabato 12 febbraio 2022
    Dal romanza di Giorgio Fontana “Prima di noi” ho appreso l’esistenza di questo piatto della tradizione Friuliana e senza neanche provarlo l’ho subito amato. Poi l’ho degustato davvero ……senza parole! Adesso non mi resta che realizzarlo da me! Il solito GRAZIE alla mia bibbia culinaria… e a tutti voi, provenienti da tutte le nostre regioni italiane che dispensano segreti, correzioni e suggerimenti proprio quando GZ ci delizia con i piatti della tradizione! ❤️🇮🇹❤️
  • liwustel
    martedì 26 maggio 2020
    la mia prima ricetta su gibollo zafferano........ LO ADORO

Chiudi
Prezzo bloccato per 24 mesi - Disdici quando vuoi
Aggiornamento Termini e Condizioni

Gentile Utente,
le nostre Condizioni e Termini d'Uso del sito sono state modificate. Le nuove Condizioni e Termini d'Uso sono entrate in vigore dal 6 Giugno 2022. Ti preghiamo di prenderne visione a questo link ed accettarle per potere proseguire con l'utilizzo del sito e ad usufruire dei servizi offerti.