Fritto misto di pescato fresco

/5

PRESENTAZIONE

Il fritto misto di pescato fresco è un secondo piatto che potete preparare quando, andando al mercato o dal pescivendolo, vi capiterà di trovare freschissimi pesciolini di piccole dimensioni che, mischiati, possono dar vita a una frittura particolarmente gustosa e dai differenti sapori.

In base a dove vi trovate e al periodo, potete reperire pesciolini diversi (alici, sarde, ghiozzi, soglioline, triglie, ecc..), ma le operazioni di pulizia saranno più o meno simili. Per realizzare un'ottima frittura di pescato fresco, asciugate molto bene i pesci già puliti e lavati prima di friggerli e passateli in una farina di semola piuttosto grossa per ottenere una frittura più croccante.

L’olio (in questo caso di semi), in frittura, per non bruciare, non dovrà mai superare i 175°.

INGREDIENTI
Pesce di mare misto pescato fresco 1 kg
Olio di semi di arachide q.b.
Semola di grano duro rimacinata a grana grossa q.b.
Preparazione

Come preparare il Fritto misto di pescato fresco

In questo caso, nella nostra frittura di pescato fresco, abbiamo delle soglioline, delle cepole (chiamate anche cipolle, fettucce, lanspade) e dei ghiozzi.
Procedete alla pulizia dei pesci, eliminando il capo 1 e le viscere 2 del pesce. Nel caso delle cepole, eliminate le pinne dorsali e ventrali poste lungo tutto il corpo tagliandole con una forbice, quindi tagliate il pesce in tre parti.3.

Se occorre, sciacquate velocemente sotto l’acqua corrente i pesci 4, tamponateli molto bene con della carta da cucina in modo da renderli perfettamente asciutti 5 e passateli nella farina di semola a grana grossa 6.

Friggete i pesci  in abbondante olio di semi 7 (meglio se di arachide) che dovrete mantenere alla temperatura costante di 175° senza mai oltrepassarli. Rigirate i pesci durante la frittura 8 e una volta dorati, scolateli e poggiateli su della carta da cucina 9 per eliminare l’olio in eccesso. Salate e servite immediatamente accompagnando la frittura con un’insalatina mista o con delle golose patatine fritte.
P.S. Le cepole, dopo la frittura, sono molto croccanti e hanno una carne davvero saporita, ma attenzione alla lisca interna;  aprendo in due il pesce già fritto, potete facilmente eliminarla.

Consiglio

Nel caso dobbiate friggere un quantitativo di pesce elevato, riponete nel forno caldo il pesce già fritto, disponendolo in una teglia. In questo modo si manterrà ben caldo in attesa che la frittura sia terminata. A piacere, potete accompagnare il pesce con del limone tagliato a spicchi, della maionese o salsa cocktail.