/5

Gamberi in pasta kataifi con salsa alla confettura di albicocca

PRESENTAZIONE

Gamberi in pasta kataifi con salsa alla confettura di albicocca

Avete voglia di un abbinamento originale per un piatto di pesce raffinato e gustoso? Prima di tutto la materia prima: ingredienti freschi e di qualità, poi un pizzico di fantastia! Così nasce questa ricetta dei gamberi in pasta kataifi con salsa alla confetutra di albicocca: carnosi gamberi vengono avvolti nei fili della kataifi una pasta tipica della gastronomia greca realizzata con acqua e farina. Per far dorare la pasta kataifi e creare un nido croccante attorno ai gamberi, questi ultimi vengono fritti e poi adagiati su un letto di insalata misticanza. Ad addolcire il tutto, piccole nuvole di confettura di albicocche, per rendere questo piatto di pesce ancora più invitante e particolare!

Leggi anche: Gamberi in pasta kataifi con salsa agli asparagi

INGREDIENTI

Ingredienti per i gamberi
Gamberi (interi) 12
Pasta kataifi 500 g
Sale fino 1 pizzico
Pepe nero 1 pizzico
Timo 6 rametti
Per condire e guarnire
Confettura di albicocche 250 g
Insalata misticanza 200 g
Olio extravergine d'oliva 40 g
Sale fino 1 pizzico
Pepe nero 1 pizzico
Succo di limone ½
Menta 3 foglie
Per friggere
Olio di semi di arachide 500 g
Preparazione

Come preparare i Gamberi in pasta kataifi con salsa alla confettura di albicocca

Per preparare i gamberi in pasta kataifi con salsa alla confettura di albicocca, iniziate dalla pulizia dei gamberi: dovrete lasciare la testa e la coda integre, quindi staccate delicatamente il carapace dai gamberi 1, poi incidete il dorso con un coltellino ed estraete l'intestino 2. Salate e pepate i gamberi 3, copsargeteli con delle foglioline di timo

quindi infilzateli con uno stuzzicandenti (4-5): in questo modo riuscirete ad avvolgere più facilmente i gamberi con la pasta kataifi e terranno la forma in cottura. Ora prendete la pasta kataifi (si trova surgelata nei supermercati, dovrete quindi scongelarla in frigorifero prima dell'utilizzo); sfilacciatela con le mani 6 in modo da allargare i fili.

Poi avvolgete ciascun gambero iniziando dalla testa, fino alla coda per coprire tutta la parte centrale (7-8). Quindi friggete pochi gamberi alla volta in abbondante olio di semi bollente, per circa 3 minuti (la temperaratura  non dovrà superare i 170-180°) 9; quando saranno ben dorati, scolateli aiutandovi con una schiumarola

Poi salate 10 e pepate l'insalata a piacere, quindi preparate una citronette: versate l'olio di oliva in una cotolina, unite il succo di mezzo limone spremuto 11, le foglioline di menta tritate ed emulsionate il tutto 12, quindi condite l'insalata misticanza.

Distribuitela sui piatti da portata 13, condite anche con la cofettura di albicocche intorno all'insalata e adagiate tre gamberi a porzione 14: i vostri gamberi in pasta kataifi con salsa alla confettura di albicocca sono pronti per essere gustati 15!

Conservazione

E' preferibile consumare i gamberi in pasta kataifi con salsa alla confettura di albicocca appena pronti. Si possono consumare anche freddi.

Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Per un gusto più delicato potete scegliere delle mazzancolle, mentre i gamberoni se preferite un sapore più deciso.

La pasta kataifi potete trovarla nei supermercati nel reparto surgelati o in negozi che vendono prodotti alimentari etnici.

 

19 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • AnnalisaMorelli
    sabato 27 luglio 2019
    buonasera, è possibile prepararli almeno il pomeriggio per la sera, perché domani ho una cena e non vorrei friggere durante, ma farlo prima e preparare i gamberi di pomeriggio. attendo istruzioni grazie mille!
    Redazione Giallozafferano
    sabato 27 luglio 2019
    @AnnalisaMorelli: Ciao, se preferisci va bene chiaramente appena fatti avranno sapore e consistenza migliore, ma anche freddi hanno il loro perché smiley
  • Mary
    lunedì 11 dicembre 2017
    Ciao a tutti, volevo chiedere se si possono preparare in anticipo, cioè il giorno prima. Grazie
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 11 dicembre 2017
    @Mary: Ciao, non te lo consigliamo sarebbe preferibile prepararli e servirli nel minor tempo possibile!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo