Gnocchi alla bava

/5

PRESENTAZIONE

La Valle d'Aosta è una regione dalla tradizione gastronomica molto ricca e variegata, molto legata alle tradizioni, che ci propone una grande varietà di ricette gustose e sfiziose a cui non si può dire di no. Una tra le più buone e conosciute è sicuramente la ricetta degli gnocchi alla bava, in cui il formaggio utilizzato per condirli non poteva che essere la fontina, classico formaggio della tradizione Valdostana. Il sapore deciso della fontina si sposa perfettamente con quello più delicato degli gnocchi, qui preparati nella versione con farina integrale, ma per chi preferisce i gusti tradizionali posso essere preparati i più classici gnocchi di patate. Preparare questa gustosa ricetta è molto semplice e, allo stesso tempo vi farà riscuotere un grande successo. E se amate il condimento ai formaggi, provate anche una delicata versione degli gnocchi con stracchino e spinaci!

Cerchi altre ricette sfiziose per condire gli gnocchi? Prova anche gli gnocchi gratinati con zucca e toma

INGREDIENTI

Ingredienti per gli gnocchi
Farina di grano saraceno 250 g
Farina 00 250 g
Acqua 300 ml
Sale fino 1 pizzico
per il condimento
Fontina 200 g
Pepe nero q.b.
Sale fino q.b.
Latte intero 200 g
Preparazione

Come preparare gli Gnocchi alla bava

Per preparare gli gnocchi alla bava iniziate setacciando la faina 00 in una ciotola. Setacciate poi anche la farina di grano saraceno nella stessa ciotola 2. Aggiungete quindi alle farine l’acqua a temperatura ambiente. Aiutandovi con una forchetta amalgamate le farine con l’acqua 3. Aggiustate di sale.

Continuate a mescolare finchè gli ingredienti non saranno amalgamati e quindi continuate ad impastare energicamente l’impasto con le mani 4 fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo dalla consistenza morbida ma compatta. Ottenete quindi un composto a cui darete la forma di palla 5. Coprite quindi la palla con pellicola trasparente alimentare 6e lasciate riposare per almeno 1 ora in luogo fresco a temperatura ambiente.

A questo punto procedete con la preparazione della fontina. Riponete la fontina su un tagliere e privatela della crosta esterna. Quindi tagliate la fontina a listarelle, tagliando in senso orizzontale il vostro pezzo di formaggio, e successivamente ricavatene dei cubetti di circa 1 cm 7. Prendete ora un tegame e versatevi il latte 8. Scaldate ed aggiungete la fontina 9. Fate sciogliere la fontina a fuoco basso mescolando bene aiutati da un cucchiaio di legno o una spatola. La fontina deve sciogliersi totalmente ed amalgamarsi bene al latte senza produrre grumi. Aggiustate di pepe. Quando la fontina si sarà totalmente sciolta e sarà priva di grumi spegnete il fuoco.

Riprendete ora l’impasto che avete lasciato riposare coperto da pellicola. Cospargetelo leggermente con farina per facilitarne la lavorazione. Prendetene un pezzo 10. Per ogni pezzo formate un bastoncino dello spessore di circa 1 cm e tagliatelo in piccoli pezzi della stessa grandezza 11. Date ad ogni pezzettino la classica rigatura dello gnocco aiutandovi con l’apposita tavoletta di legno oppure con l’aiuto di una forchetta 12. Potete in alternativa pressare ogni pezzetto con il polpastrello fino ad ottenere un piccolo incavo al centro. Ripetete l’operazione per ogni pezzettino di gnocchetto ottenuto.

A questo punto prendete un tegame, riempitelo d’acqua, salate e portate ad ebollizione. Quando l’acqua bolle versatevi gli gnocchi. Quando gli gnocchi verranno a galla, dopo circa 3 o 4 minuti saranno pronti; quindi aiutandovi con una schiumarola scolateli 13 e versateli in una ciotola. Unite agli gnocchi la fontina e latte disciolti 14. Mescolate bene gli gnocchi con il sugo che avete preparato in modo da far sì che gli gnocchi assorbano il sugo e si uniformino ad esso. Impiattate quindi i vostri gnocchi alla bava 15 ancora ben caldi e… buon appetito!

Conservazione

Gli gnocchi alla bava vanno consumati appena fatti. Possono essere conservati in frigorifero per massimo 2 giorni in contenitore ermetico.

Gli gnocchi non ancora cotti possono essere surgelati se riposti in appositi sacchetti per alimenti.

Consiglio

Cominciamo dagli gnocchi: questi sono fenomenali, quindi vi consiglio di testarli. In alternativa, godetevi il sugo con gli gnocchi di patate classici (per la ricetta cliccate qui) o con una loro variante resa più rustica dall’aggiunta di farina di grano saraceno. Il condimento, invece, non ne ha bisogno, ma se volete “irrobustirlo”, unite 50 grammi di toma. E veniamo al pezzo forte, la cottura. Volendo, potete gratinare gli gnocchi alla bava in forno: dopo averli cotti in padella, scolateli e poneteli in una teglia, dove li cospargerete con fontina, burro e parmigiano. Infornate a 200° per qualche minuto: quando la fontina sarà sciolta, estraete e gusta teli: da ribalto!

RICETTE CORRELATE
COMMENTI38
  • koki1712
    martedì 20 ottobre 2020
    ho seguito la ricetta, ho scolato gli gnocchi quando sono venuti a galla, ma erano molto duri.... ho sbagliato qualcosa nel farli o bisogna lasciarli in acqua anche dopo che sono venuti a galla? Altri utenti che li hanno provati hanno avuto questo problema? graxie
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 21 ottobre 2020
    @koki1712: Ciao, ci dispiace per il risultato. Appena possibile rivedremo la ricetta.
  • papolacchio
    giovedì 16 aprile 2020
    ho portato il latte ad ebollizione ma quando ho aggiunto la fontina a pezzettini dopo un primo momento in cui si è sciolta si è formato un blocco compatto di formaggio che non sono riuscito in alcun modo ad amalgamare. cosa ho sbagliato??
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 17 aprile 2020
    @papolacchio: Ciao, non va portato ad ebollizione ma scaldato. Quindi la fontina va sciolta a fuoco basso e mescolando.