Hamburger piemontesi

/5
Hamburger piemontesi
14
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 45 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Dite la verità.. le volte che vi sedete in una buona hamburgeria e scorrete il menu, non sapete quale peccato di gola soddisfare! Hamburger classico, oppure quello con cipolle caramellate o prodotti DOP o magari il più particolare vegetariano o con avocado..! Aggiungete alla lista anche l'hamburger piemontese, ma da fare in casa per una cena tra amici amanti come voi di questi sontuosi e goderecci panini farciti! Preparare l'hamburger piemontese è molto semplice, basta ispirarsi alla ricetta tradizionale del Piemonte, scegliendo la tipica carne di fassona tritata al momento, la toma e realizzare una saporita salsa verde. Scoprite come realizzarli passo passo e regalatevi il classico campanello da comanda, perché le ordinazioni che avrete aumenteranno a breve… più di quelle delle tipiche hamburgerie!

Ingredienti per 4 hamburger da 180 g l'uno

Panini da hamburger 4
Manzo tritato 520 g
Toma piemontese 120 g
Olio extravergine d'oliva 1 filo
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.

per le patate

Patate 200 g
Rosmarino 4 rametti
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.

per la salsa verde

Uova 1
Acciughe sott'olio 1 filetto
Aglio 1 spicchio
Olio extravergine d'oliva 35 g
Prezzemolo 30 g
Pane raffermo soltanto la mollica 40 g
Capperi sotto sale 1 cucchiaino
Aceto di vino bianco 10 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare l'Hamburger piemontesi

Hamburger piemontesi

Per preparare gli hamburger piemontesi cominciate dalle carne. Versate la carne in una ciotola e guarnite con un goccio d'olio (1). Mescolate per bene e date la classica forma a polpetta che dovrà pesare circa 180 grammi; ripetete così per tutte disponendole su un piatto (2). Coprite con pellicola trasparente e lasciate compattare in frigorifero per una mezzora (3).

Hamburger piemontesi

Intanto occupatevi delle patate: lavatele accuratamente e poi asciugatele. Con una mandolina affettatele sottilmente a circa 1-2 millimetri (in alternativa potete utilizzare il coltello, l'importante è che riusciate ad ottenere delle fette veramente sottili) (4). Dopodiché tuffate i dischetti in acqua fresca e lasciateli così una mezzoretta, in questo modo perderanno l'amido; tenetele in disparte a temperatura ambiente (5). Nel frattempo occupatevi della salsa verde. Cominciate perciò dalle uova sode, immergete queste ultime acqua fredda, accendete il fornello e, dal momento del bollore, contate 9 minuti.

Hamburger piemontesi

Quando le uova saranno rassodate, scolatele e sciacquatele brevemente sotto l’acqua fredda, per sbucciarle senza ustionarvi (7), infine dividerle a metà in modo da recuperare soltanto i tuorli sodi che andrete a setacciare in un colino a maglie strette aiutandovi con un cucchiaio: otterrete così una pasta densa (8). Versate la mollica di pane rafferma e tagliata a pezzetti in un recipiente, unite l’aceto di vino e lasciate ammorbidire per una decina di minuti (9).

Hamburger piemontesi

Intanto potete sminuzzare finemente al coltello i capperi dissalati, i filetti di acciughe e lo spicchio d’aglio sbucciato e privato dell’anima, così otterrete una pasta ricca e aromatica; per finire tritate anche il prezzemolo (10). A questo punto è tutto pronto. Nella ciotola con i tuorli unite la pasta aromatica, la mollica strizzata (11) ed il prezzemolo e amalgamate il tutto. Per finire unite anche l’olio e mescolate ancora. La vostra salsa verde è pronta, tenetela da parte (12).

Hamburger piemontesi

Riprendete le patate, scolatele e poi asciugatele per bene (13). Versatele in una ciotola e condite con olio, sale e pepe (14) e infine disponetele su una leccarda leggermente oleata, e adagiate in superficie 2 rametti di rosmarino. Cuocete in forno preriscaldato in modalità ventilata a 170° per 20 minuti (15).

Hamburger piemontesi

Quando cotte tenetele da parte (16). Intanto affettate la toma piemontese in 4 fette sottili (17) e da queste eliminate la parte esterna (18).

Hamburger piemontesi

In una padella mettete a scaldare un filo d’olio, intanto riprendete gli hamburger ed eliminate la pellicola, aggiustateli di sale e di pepe su entrambe i lati. Cuoceteli a fiamma medio-alta per 4 minuti (19), dopodiché girateli e aggiungete un goccio d’acqua sul fondo della padella (20), poi disponete la toma sui medaglioni (21)

Hamburger piemontesi

e coprite con il coperchio, in questo modo l’umidità che verrà a formarsi cuocerà la carne lasciandola tenera e succosa (22) e continuate a cuocere per altri 4 minuti (23). Infine passate alla composizione del burger. Prendete il panino e dividetelo in due parti. Sulla base distribuite un po’ di salsa verde (24).

Hamburger piemontesi

Poi sistemate l’hamburger e spalmate ancora un po’ di salsa verde (25), poi delle patate (26) e infine richiudete con l’altra metà del panino. Ripetete così fino ad ultimare gli ingredienti ed ecco pronti i vostri hamburger piemontesi: buon appetito!

Conservazione

Si consiglia di consumare subito gli hamburger piemontesi poiché, la carne una volta freddata e poi riscaldata, perderà la sua morbidezza.
Se proprio lo si preferisce gli hamburger cotti, ma tenuti senza condimento e pane, possono essere conservati in frigorifero per un giorno al massimo.
Per quanto riguarda la carne cruda invece è consigliabile utilizzarla al più presto e di non tenerla troppo tempo in frigorifero.
Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Se non amate la salsa verde o volete provare un condimento diverso, utilizzate della salsa maionese aromatizzata all’aglio.
Anche le patate possono diventare più gustose, basterà spolverizzarle con della paprika affumicata appena uscite dal forno!
Una foglia di lattuga e una fetta di pomodoro costoluto potranno arricchire il vostro panino.

Leggi tutti i commenti ( 14 ) Le vostre versioni ( 1 )

I commenti (14)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • candi75 ha scritto: giovedì 17 novembre 2016

    deve essere squisito

  • Davide ha scritto: domenica 26 aprile 2015

    Con cosa posso sostituire la Toma Piemontese?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 27 aprile 2015

    @Davide: ciao Davide, sostituiscilo tranquillamente con un formaggio a tuo piacere, l'importante è che sia a pasta semi dura! 

Leggi tutti i commenti ( 14 ) Scrivi un commento

Fatte da voi

  • Leo2005
    Hamburger di coniglio con olive di Gaeta e prezzemolo
  • Aggiungi le foto delle tue ricette e mostra il tuo risultato

Ultime ricette

Dolci

La crostata senza cottura è un dolce estivo senza forno, perfetto come dessert da fine pasto e in alternativa alla classica crostata di frutta!

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 35 min
  • Cottura: 5 min

Torte salate

La crostata salata ai fichi è una gustosa torta rustica che gioca sul contrasto fra dolce e salato, perfetta per chiudere l'estate in bellezza!

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 35 min

Marmellate e Conserve

La confettura di pesche e lavanda è una dolce conserva in cui spicca l'aroma deciso di questa pianta profumata. Perfetta per accompagnare i formaggi!

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 40 min

Antipasti
Primi
Secondi
Dolci
Antipasti veloci
Pasta
Biscotti
Pizze e focacce
Pasticceria
Dolci veloci
Torte
Contorni