Hosomaki

/5

PRESENTAZIONE

Hosomaki

Preparare il sushi in casa da oggi sarà molto semplice. Grazie a Say Fukayama scoprirete come preparare gli hosomaki a casa a partire da come realizzare il riso per sushi!
L'hosomaki è un sushi arrotolato, caratterizzato dalla presenza dell'alga all'esterna e di un solo ingrediente contenuto all'interno del riso. Questa volta vedremo insieme come preparare gli hosomaki al salmone, ma dopo aver acquisito la giusta tecnica potrete sbizzarrirvi e arricchirli con altri ingredienti. Potrete utilizzare il tonno oppure, per una versione vegetariana, avocado o cetriolo. E se amate la cultura giapponese potrete provare una versione davvero particolare: occasionalmente al posto dell'alga nori gli hosomaki possono essere avvolti da una sottile frittata, della carta di soia o riso e foglia di shiso. Preparate il riso per sushi in abbondanza e dopo aver realizzato gli hosomaki, sbizzarritevi provando anche nigiri, temaki e uramaki! Vi avanza del riso per sushi, allora realizzate le golose polpette di riso ripiene tipiche giapponesi: onigiri!

INGREDIENTI
Ingredienti per 6 rotolini
Riso nishiki (per sushi, cotto) 60 g
Filetto di salmone (abbattuto, pulito e rifilato) 40 g
Alga nori (da 19x21 cm) 1
Wasabi q.b.
Zenzero sott'aceto q.b.
Preparazione

Come preparare l'Hosomaki

Per preparare gli hosomaki come prima cosa preparate il riso per sushi 1. Una volta pronto lasciatelo intiepidire e occupatevi della preparazione del salmone che servirà per realizzare i vostri hosomaki. Dovrete munirvi di un filetto già abbatuto, senza lische e pelle e ben rifilato. Tagliate il filetto di salmone controfibra, in modo da ottenere delle strisce della lunghezza del foglio d'alga (circa 18 cm) e spesse 1 cm 2. Se il filetto dovesse essere più corto non preoccupatevi, tagliate ancora un pezzetto in modo da raggiungere la lunghezza desiderata 3

Impellicolate il makisu e stendetelo su un piano, posizionate sopra il foglio di alga nori con la parte più lucida a contatto con la stuoia. L'alga deve essere posizionata verso di voi, quasi al bordo del makisu 4. Inumiditevi le mani con dell'acqua acidulata 5 e prelevate circa 60 g di riso cotto 6

Sistematelo sulla superficie più ruvida dell'alga 7 e spargetelo spingendolo con le dita 8. Dovrete lasciare 1 cm di spazio libero dal bordo superiore e lo spessore del riso non dovrà essere troppo alto. Con l'indice prelevate una punta di wasabi e stendetelo al centro del riso, in modo da creare una striscia 9

Prendete poi una striscia di salmone e posizionatela al centro del riso 10; se non dovesse bastare aggiungete anche l'altro pezzetto 11. Sollevate il bordo della stuoia più vicino a voi, tenendo ferma la striscia di salmone con i due anulari 12 

ruotate la stuoia 13, posizionando i pollici sotto e premete con le altre dita l'ingrediente centrale verso l'interno 14. Fate quindi avanzare un po' il rotolo, in modo che la striscia scoperta di alga sigilli il tutto. L'umidità del riso fungerà da collante, se non dovesse bastare potete inumidire la parte scoperta dell'alga. Modellate il rotolo all'interno della stuoia premendo uniformemente con le mani, spostandovi nel senso della lunghezza. Srotolate la stuoia 15 

e posizionate l'hosomaki su un tagliere. Inumidite un coltello ben affilato con acqua non acidulata 16, in questo modo non si rovinerà la lama. Tagliate a metà il rotolo 17, affiancate i due pezzi ottenuti 18

e tagliate ciascuno in 3 parti uguali 19, in modo da ottenere 6 pezzi 20. Non esercitate una pressione troppo forte durante questo passaggio. Disponeteli su un piatto da portata e sistemate di lato dello zenzero sott'aceto 21. Accompagnate gli hosomaki con della salsa di soia e serviteli.

Conservazione

Consigliamo di consumare gli hosomaki appena pronti. 

Consiglio

Al posto del salmone potete utilizzare tonno o cetriolo. 

Al posto dell'alga nori l'hosomaki può essere avvolto da una sottile frittata, da una carta di riso o soia e da foglia di shiso.

Per una cena sushi ancora più varia provate anche a realizzare futomaki e gunkanmaki

 

 

Per un consumo sicuro del pesce crudo, marinato o semicotto

Prima di consumare il pesce crudo, marinato o non perfettamente cotto, si raccomanda di congelare per almeno 96 ore a -18 gradi in congelatore domestico contrassegnato da 3 o più stelle, come da linee guida del Ministero della salute.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI27
  • franz1974
    martedì 03 marzo 2020
    Ricordiamoci che i coltelli devono essere molto affilati e di ottima qualità !
  • Antonio
    giovedì 14 settembre 2017
    Dopo aver seguito tutti i passaggi ed essere arrivato alla preparazione vera e propria dell'hosomaki, quando vado per tagliare il roll ottenuto, l'alga si sfalda tutta, diventa troppo morbida e il riso esce tutto di fuori. Come posso risolvere? Tralasciando questo il sapore è venuto autentico a quello del ristorante!
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 14 settembre 2017
    @Antonio: Ciao, ci dispiace molto ma le alghe sono molto insidiose, una volta ammorbidite troppo non c'è molto fare purtroppo...