Impepata di cozze

/5

PRESENTAZIONE

Impepata di cozze

Nei ristoranti delle città di mare questa prelibatezza partenopea è un vero must, ha conquistato i palati di tutti gli italiani e non solo. Stiamo parlando dell'impepata di cozze, conosciuta in dialetto napoletano come 'a 'mpepata e cozze. Un antipasto facilissimo, molto veloce da preparare, altrettanto gustoso... ed economico. Solitamente l'impepata di cozze fa da apertura al pranzo della domenica, quello classico a base di piatti della tradizione come il ragù di carne o la genovese. La ricetta originale dell'impepata di cozze prevede soltanto due ingredienti per la sua realizzazione: cozze e pepe. C'è chi aggiunge un pizzico di prezzemolo e chi le gusta (come abbiamo fatto anche noi!) con del limone spremuto. Gli appassionati di questo mollusco bivalvo si saranno già deliziati preparando un fumante sautè o le saporitissime cozze alla tarantina. Ora siete pronti per portare un pizzico di Napoli in tavola? Ecco la ricetta dell'impepata di cozze!

INGREDIENTI

Cozze da pulire 2 kg
Pepe nero da macinare al momento q.b.
per accompagnare (facoltativo)
Prezzemolo q.b.
Limoni q.b.
Preparazione

Come preparare l'Impepata di cozze

Per preparare l’impepata di cozze cominciate dalla pulizia delle cozze. Assicuratevi innanzitutto che siano tutte chiuse: quelle rotte o aperte andranno scartate. Quindi eliminate i denti di cane con un coltellino 1 e poi staccate la barbetta 2. Infine grattate via le impurità con una paglietta nuova 3.

Sciacquate le cozze accuratamente e spostatevi ai fornelli 4. Scaldate una pentola molto capiente, buttate le cozze 5 e aggiungete subito il pepe nero (meglio macinare il pepe al momento, otterrete un risultato dal gusto più aromatico e intenso) 6.

Coprite con il coperchio e lasciate schiudere completamente le bivalve 7. Di tanto in tanto agitate la pentola per rimestare 8. Ci vorranno 3-4 minuti. A fine cottura togliete il coperchio e disponete nei piatti da portata guarnendo a piacere con degli spicchi di limone e del prezzemolo tritato. Ecco pronta la vostra impepata di cozze: buon appetito 9!

Conservazione

Si sconsiglia qualunque forma di conservazione.

Consiglio

Per una gustosa variante potete far schiudere le cozze aggiungendo un giro d'olio, 2 spicchi d'aglio e del peperoncino. Se desiderate utilizzare l'impepata di cozze per condire un primo piatto, vi consigliamo di cuocere la pasta molto al dente e di finire la cottura direttamente in casseruola nell'acqua delle cozze!

RICETTE CORRELATE
COMMENTI140
  • stephane13
    domenica 03 gennaio 2021
    ma la sfumatura col bianco no?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 03 gennaio 2021
    @stephane13: Ciao, c'è chi lo usa ma la sfumatura col vino bianco è più tipica del sauté!
  • Robibz
    mercoledì 10 giugno 2020
    Ciao, volevo chiedere un consiglio se volessi abbinarle ad un piatto di basta. Basta che cucino gli spaghetti a parte e poi gli scolo direttamente nella cozze appena cotte? Purtroppo mi hanno chiesto di farla in bianco, perció non posso seguire la ricetta delle cozze alla tarantina. Grazie
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 10 giugno 2020
    @Robibz: ciao! Una volta che le cozze saranno ben aperte filtrale dal sughetto. Scola la pasta qualche minuto prima e termina la cottura all'interno di questo sughetto! Aggiungi poi le cozze e servi smiley 
  • Linduz7
    sabato 15 dicembre 2018
    Lo so che non è il massimo, ma sarebbe possibile utilizzare anche cozze surgelate già sgusciate?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 16 dicembre 2018
    @Linduz7: Ciao, quelle sgusciate non rilasceranno il liquido con cui mangiare le cozze. Le cozze sgusciate si prestano meglio per un condimento per la pasta più che per questa ricetta smiley
  • Barbara
    sabato 07 novembre 2015
    Salve ho acquistato delle cozze pulite stamattina posso cucinarle domani a pranzo conservandole in frigo
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 27 gennaio 2016
    @ Barbara: Ciao Barbara, puoi conservare le cozze avvolgendole in un canovaccio pulito, bagnato e successivamente strizzato, infine stringi come fosse un fagotto. Riponi il tutto in frigorifero adagiando su un vassoietto e prosegui con la ricetta. Un saluto!