Insalata di rinforzo

/5

PRESENTAZIONE

Insalata di rinforzo

L’insalata di rinforzo è tra le tipiche ricette di Natale che non mancano mai sulle tavolate campane! Come ogni ricetta regionale che si rispetti esistono diverse varianti di questo tipico contorno di Natale e ogni famiglia ha la propria. Anche per quanto riguarda l'origine del nome esistono diverse versioni: una di esse vuole che questa pietanza, preparata per la sera del 24 dicembre, venga di giorno in giorno “rinforzata” e integrata con nuovi ingredienti, fino alla Vigilia di Capodanno. Altri invece sostengono che il termine “di rinforzo” sia dovuto al fatto che uno dei protagonisti della ricetta sia l’aceto che, appunto, “rafforza” il sapore del piatto. Secondo un’ulteriore interpretazione, invece, questo contorno saporito servirebbe a “rinforzare” il menù della Vigilia che secondo la tradizione dovrebbe essere di magro, con piatti principalmente a base di pesce come gli spaghetti alle vongole o le pizzelle di baccalà. Vi abbiamo incuriositi con queste perle di storia popolare? Allora basta chiacchiere, armatevi di pappacelle: si prepara l’insalata di rinforzo!

Scopri altre ricette da fare per il pranzo di Natale:

 

INGREDIENTI
Cavolfiore (circa 1 medio) 800 g
Giardiniera sott'aceto 250 g
Papaccelle sott'aceto 100 g
Olive verdi dolci 100 g
Olive nere di Gaeta 100 g
Acciughe (alici) sotto sale 60 g
Capperi sotto sale 50 g
Olio extravergine d'oliva q.b.
Aceto di vino bianco q.b.
Sale q.b.
Preparazione

Come preparare l'Insalata di rinforzo

Per realizzare l’insalata di rinforzo per prima cosa pulite il cavolfiore eliminando il gambo e le foglie, poi dividetelo in cimette 1. Sbollentate le cimette in acqua bollente salata per 5-10 minuti 2. Quando saranno cotte ma ancora croccanti, scolate 3 e raffreddate sotto acqua corrente. Lasciate scolare il cavolfiore e tenete da parte.

Mettete le acciughe in ammollo in acqua fresca per una decina di minuti, così si ammorbidiranno 4. Nel frattempo prendete le pappacelle, rimuovete la calotta ed eliminate i semi interni 5. Tagliate le pappacelle a fettine della larghezza di pochi mm 6 e tenete da parte.

Denocciolate le olive 7, poi scolate la giardiniera e tagliate a tocchetti gli ingredienti più grandi, come i cetriolini. A questo punto scolate le acciughe e pulitele delicatamente con della carta da cucina 8, poi eliminate la lisca 9 e tagliatele a pezzetti.

Versate il cavolfiore in una ciotola capiente, poi aggiungete le pappacelle 10, la giardiniera 11 e le olive 12.

Unite anche le acciughe 13 e i capperi dissalati 14, poi condite con l’olio 15.

Versate anche l’aceto 16 e mescolate bene il tutto 17. Lasciate riposare in frigorifero la vostra insalata di rinforzo prima di servirla 18!

Conservazione

L’insalata di rinforzo si può conservare in frigorifero, in un contenitore ermetico, fino a un massimo di 5 giorni.

Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Le pappacelle sono presidio slow food, una varietà campana di peperoni dal gusto piacevolmente piccantino. In alternativa potete utilizzare dei comuni peperoni sott'aceto.

Se preferite potete omettere le alici.

In passato pare che si usasse aggiungere agli ingredienti anche della scarola riccia cruda.

Non buttate gli scarti del cavolfiore ma utilizzateli per preparare un'ottima vellutata di cavolfiore!

RICETTE CORRELATE
COMMENTI15
  • Ari_77
    sabato 24 dicembre 2022
    Ciao, vorrei tanto provare a fare questa insalata, ma al nord dove posso trovare quei particolari peperoni? Non vorrei ometterli poiché essendo una ricetta della tradizione meno varianti si apportano e meglio è .
    Redazione Giallozafferano
    sabato 24 dicembre 2022
    @Ari_77:Ciao, essenso una conserva puoi reperirli anche on line.
  • chefrino
    domenica 26 dicembre 2021
    Nell'insalata di rinforzo napoletana è assolutamente necessario guarnire l'insalata con fettine di arancia 🍊.

Il periodo di prova è senza addebito,
dopo rinnovo in automatico a € 19,99/anno.
Disdici quando vuoi.
Aggiornamento Termini e Condizioni

Gentile Utente,
le nostre Condizioni e Termini d'Uso del sito sono state modificate. Le nuove Condizioni e Termini d'Uso sono entrate in vigore dal 6 Giugno 2022. Ti preghiamo di prenderne visione a questo link ed accettarle per potere proseguire con l'utilizzo del sito e ad usufruire dei servizi offerti.

Newsletter