Involtini primavera

/5

PRESENTAZIONE

Involtini primavera

Oggi facciamo un salto in Estremo Oriente per proporvi un antipasto molto amato in Occidente: gli involtini primavera! Come già per il riso alla cantonese e le altre pietanze diffuse nei nostri ristoranti cinesi, sono tante le versioni esistenti delle quali noi solitamente conosciamo quella più vicina ai nostri gusti. Le principali varianti sono a base di carne di maiale, come quella che abbiamo realizzato noi, con i gamberetti o vegetariana. Tuttavia non esistono regole assolute per il ripieno: gli ingredienti più comuni sono cavolo, carote, cipollotti e germogli di soia ma si possono aggiungere anche funghi e bambù per esempio. Per l’involucro invece abbiamo scelto la pasta fillo, che renderà i vostri involtini primavera croccanti al punto giusto! Accompagnateli con salsa di soia o salsa agrodolce e serviteli come aperitivo per una sfiziosa cena a tema insieme ad altre stuzzicanti ricette come i baozi o i ravioli al vapore.

INGREDIENTI

Per 8 involtini
Pasta fillo da 37x25 cm) 8 fogli
Lonza di maiale (a fette) 150 g
Carote 110 g
Cipollotto fresco 100 g
Germogli di soia 80 g
Verza 70 g
Sedano 50 g
Salsa di soia 50 g
Olio di semi di arachide 20 g
Acqua per spennellare q.b.
Per friggere
Olio di semi di arachide q.b.
Preparazione

Come preparare gli Involtini primavera

Per realizzare gli involtini primavera, per prima cosa preparate gli ingredienti per il ripieno. Tagliate le fettine di maiale prima a striscioline 1 e poi a cubetti molto piccoli 2. Mondate le carote e tagliatele a listarelle sottili della lunghezza di circa 6 cm 3.

Fate la stessa cosa anche con il cipollotto 4, la verza 5 e il sedano, dopo averlo privato dei filamenti 6.

Scaldate l’olio di semi in un wok, aggiungete i cubetti di carne 7 e saltate a fuoco vivace per 3 minuti, poi unite le carote 8, il sedano 9

e il cipollotto 10. Dopo un paio di minuti sfumate con la salsa di soia 11 e cuocete ancora per qualche minuto, finché le verdure risulteranno cotte ma ancora croccanti. Ora aggiungete la verza 12

e i germogli di soia 13 e saltate il tutto per qualche secondo 14, poi distribuite il ripieno su un vassoio per farlo intiepidire 15. In questo modo la pasta fillo non rischierà di bucarsi.

A questo punto prendete un foglio di pasta fillo per volta 6, coprendo il resto dei fogli con un canovaccio leggermente inumidito. Dividete il foglio a metà in modo da ottenere 2 rettangoli di circa 18x25 cm 17, poi sovrapponeteli 18.

Posizionate alla base una cucchiaiata di ripieno, ormai freddo 19, poi sollevate il lembo inferiore di pasta per coprirlo 20 e ripiegate i lembi laterali 21.

Continuate ad arrotolare l’involtino fino all’altra estremità del rettangolo, spennellando la parte interna con un po’ di acqua per sigillare la chiusura 22. Spennellate la chiusura anche all’esterno 23 e adagiate l’involtino su un vassoio con la chiusura rivolta verso l’alto, in modo che non si attacchi 24.

Dopo aver formato tutti gli involtini, scaldate l’olio di semi in un pentolino fino alla temperatura di 160° e friggete un pezzo per volta per circa 2 minuti 25. Quando si sarà dorato in modo uniforme, scolate l’involtino su carta assorbente 26 e proseguite con la frittura degli altri pezzi. Servite subito i vostri involtini primavera 27!

Conservazione

Si consiglia di consumare gli involtini primavera appena pronti; in alternativa potete conservarli in frigorifero per un giorno al massimo. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Variate il ripieno a vostro piacimento sostituendo la carne con i gamberetti o utilizzando altre verdure di stagione!

Noi abbiamo scelto la pasta fillo per una versione super croccante, ma se preferite cimentarvi nella preparazione della pastella tradizionale procedete in questo modo: mescolate in una ciotola 125 g di farina 00, 70 g di amido di mais, 350 g di acqua e 2 pizzichi di sale fino ad ottenere un composto senza grumi. Lasciate riposare per almeno mezz’ora, poi preparate delle crepe sottilissime cuocendole in una padellina antiaderente unta con olio di semi; dovranno risultare quasi trasparenti. Dopodiché proseguite con la farcitura come da ricetta!

Curiosità

Gli involtini primavera sono chiamati in questo modo perché in origine venivano preparati in occasione dei festeggiamenti del Capodanno cinese che cade verso la fine dell’inverno o all’inizio della primavera!

COMMENTI354
  • Alessandra.B1969
    domenica 05 luglio 2020
    Ma sono 70g di amido di mais?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 05 luglio 2020
    @Alessandra.B1969: ciao! Esattamente smiley
  • angygugi
    giovedì 18 giugno 2020
    È possibile prepararli al mattino per cuocerli la sera?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 18 giugno 2020
    @angygugi: Ciao, c'è il rischio che si inumidisca troppo la sfoglia. Puoi preparare il ripieno al mattino e poi procedere con il resto la sera!