Jambalaya

PRESENTAZIONE

Pochi piatti come la jambalaya riescono a riflettere tanto bene l’identità del luogo in cui sono stati creati: così come New Orleans è un miscuglio di culture ed etnie diverse, anche il piatto simbolo della sua cucina è il frutto di contaminazioni nate dalla necessità di combinare in modo creativo i prodotti locali a disposizione. L’essenza della cucina creola infatti è proprio quella di fondere ingredienti di origine africana e caraibica con ricette tipiche dei coloni europei, in particolare francesi, spagnoli e portoghesi, senza dimenticare le influenze dei nativi americani e di altre minoranze, fra cui quella italiana! La jambalaya è un piatto unico a base di riso, carne e crostacei e, come dicevamo, rappresenta al meglio questo mix. L’utilizzo del riso e la cottura in una sola padella ci portano subito alla mente la famosa paella spagnola, mentre le spezie e la grande varietà di ingredienti utilizzati cambiano a seconda della regione e delle persone che la cucinano. Noi vi proponiamo la ricetta della jambalaya rossa, molto popolare nei ristoranti di New Orleans, che si differenzia dalla jambalaya cajun, tipica del sud della Louisiana, per la presenza del pomodoro. Se volete assaporare l’essenza dell’America più vera, lasciatevi trasportare dalle note di un disco di blues e mettetevi all’opera per realizzare una delle ricette più emblematiche di questa cultura dalle mille sfaccettature!

Leggi anche: Fusi di pollo al miele

INGREDIENTI

1119
CALORIE PER PORZIONE
Riso a chicco lungo (tipo Basmati) 500 g
Gamberi 600 g
Polpa di pomodoro 450 g
Chorizo 100 g
Peperoni verdi 300 g
Cipolle 150 g
Sedano 100 g
Olio extravergine d'oliva 40 g
Cajun mix di spezie 2 cucchiai
Prezzemolo q.b.
Pepe nero q.b.
Per il brodo di pollo
Fusi di pollo 1,35 kg
Acqua 3 l
Carote 100 g
Cipolle 100 g
Sedano 50 g
Sale grosso 2 cucchiai
Pepe giamaicano in grani 2 cucchiai
Preparazione

Come preparare la Jambalaya

Per realizzare la jambalaya, per prima cosa preparate il brodo di pollo: mondate e tagliate grossolanamente la cipolla, il sedano e le carote 1, poi eliminate la pelle dai fusi di pollo con l’aiuto di un coltello 2. Versate sia le verdure che il pollo in una pentola capiente 3,

aggiungete il sale grosso 4 e i grani di pepe giamaicano 5, poi coprite il tutto con l’acqua 6.

Cuocete il brodo per 50 minuti dal momento in cui l’acqua raggiunge il bollore 7. Trascorso questo tempo, filtrate il brodo 8 e tenetelo da parte in caldo, poi spolpate il pollo separando la carne dalle ossa e dai nervetti 9.

Ora potete passare alla preparazione della jambalaya: mondate e tagliate a piccoli cubetti i peperoni verdi 10, la cipolla 11 e il sedano 12.

Scaldate l’olio in una casseruola, aggiungete le verdure 13 e soffriggete a fiamma media per circa 10 minuti. Nel frattempo tagliate anche il chorizo a cubetti 14. Trascorsi i 10 minuti, unite al soffritto il chorizo 15,

la carne del pollo 16 e il mix di spezie cajun 17. Mescolate bene 18 e cuocete a fuoco medio per altri 10 minuti.

A questo punto aggiungete il riso 19 e tostatelo per un minuto, poi versate il brodo di pollo fino a coprire abbondantemente il tutto 20. Unite anche la salsa di pomodoro 21,

coprite con il coperchio 22 e cuocete per circa 18 minuti o per il tempo indicato sulla confezione del riso, controllando ogni tanto che il liquido non si sia asciugato troppo. Dopo 10 minuti aggiungete i gamberi interi 23, richiudete con il coperchio 24 e proseguite la cottura. Trascorso il tempo di cottura del riso, la jambalaya dovrà risultare ancora leggermente brodosa sul fondo.

Spegnete il fuoco, aggiungete una macinata di pepe nero 25 e del prezzemolo fresco tritato 26 e la vostra jambalaya è pronta per essere gustata 27!

Conservazione

La jambalaya si può conservare in frigorifero per massimo un giorno, in un contenitore ermetico. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Non esiste una sola jambalaya, ma tante ricette diverse che cambiano a seconda degli ingredienti a disposizione… sentitevi liberi quindi di utilizzare il petto di pollo al posto dei fusi oppure di sostituire i crostacei con altri frutti di mare o molluschi come seppioline o moscardini. Il chorizo è un particolare tipo di insaccato dal sapore forte e speziato: se non lo trovate potete scegliere di utilizzare della salsiccia affumicata, guanciale o pasta di salame. Il brodo di pollo può essere sostituito da un brodo di manzo, che però conferirà alla preparazione un sapore più forte. Per quanto riguarda le spezie, invece, potete trovare in commercio il mix di spezie cajun oppure sostituirlo con della paprika affumicata, mentre al posto del pepe della Giamaica potete utilizzare del comune pepe nero in grani. Noi abbiamo preferito aggiungere i gamberi con la testa e il carapace per ottenere un sapore di mare più intenso, ma se preferite potete sgusciarli e cuocerli per meno tempo.

2 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • 05vale02
    domenica 26 agosto 2018
    ciao, al posto dello chorizo, posso mettere dello speck? non ho altro in frigo 😕
    Redazione Giallozafferano
    domenica 26 agosto 2018
    @05vale02: ciao! Sarà leggermente diversa, ma sarà buonissima lo stesso! 
  • gattara
    giovedì 26 luglio 2018
    cosa è il chorizo?grazie
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 26 luglio 2018
    @gattara: Ciao, il chorizo è un tipico insaccato spagnolo dal sapore affumicato e speziato.
4 FATTE DA VOI
Gianni.Olgiati
Molto buona, soprattutto con le spezie cajun e chiorizo spagnolo.
Olga Gapeeva
top!!!!
Carla984
Jambalaya...deliziosa😍
Serenova69
ciao! ho fatto qualche piccola modifica ( non avevo il riso basmati e al posto del chorizo ho messo un salame piccante calabrese) , ma il gusto è ottimo
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo