Latte fritto

/5
Latte fritto
3
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 8 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + 12 ore di riposo in frigoirfero

Presentazione

A Carnevale ogni fritto è concesso, soprattutto se si tratta di un dolce tipico. La Sicilia non è da meno nel rispettare questa tradizione e, accanto ai celebri sfinci, propone il latte fritto. Questi deliziosi bocconcini hanno origini antiche, la ricetta siciliana pare sia stata tramandata dalle suore clarisse e si ritiene che risalga al ‘600. Ma la paternità di questa preparazione è attribuita agli spagnoli che, nel corso delle loro dominazioni sul territorio italiano, hanno influenzato la cucina locale. Sono molte le regioni che ne hanno sviluppato una propria versione: il latte dolce fritto ligure, i fritti di latte abruzzesi e la crema fritta diffusa in Emilia. La variante siciliana, a differenza di queste ultime e di quella spagnola, la leche frita, si caratterizza per un delicato aroma di agrumi e per l’assenza di uova nell’impasto. Preparatevi alle fritture più attese dell’anno e siate pronti a gustare queste prelibatezze ben calde per preservarne la fragranza!

Ingredienti

Latte intero 800 g
Amido di mais (maizena) 200 g
Zucchero 150 g
Scorza di limone 1

per la panatura

Uova 4
Pangrattato 200 g

per friggere

Olio di semi di arachide q.b.
Preparazione

Come preparare il Latte fritto

Latte fritto

Per realizzare il latte fritto versate in una ciotola capiente l’amido (1), lo zucchero (2) e la scorza grattugiata del limone (3).

Latte fritto

Mescolate questi ingredienti secchi (4) e tenete da parte. In un pentolino scaldate il latte (5) e, non appena avrà sfiorato il bollore, versatelo nella ciotola con gli ingredienti secchi (6) poco alla volta, mescolando per non formare grumi.

Latte fritto

Riportate il tutto in pentola, ponete sul fuoco dolce mescolando sempre con una marisa o con un cucchiaio di legno (7). Quando noterete che la crema inizia a raggrumarsi e ad addensarsi allo stesso tempo (8), basterà spegnere la fiamma e mescolare vigorosamente. Vedrete che la crema tornerà liscia lontana dalla fonte di calore. E’ importante che questa operazione venga fatta con un cucchiaio di legno o una marisa e non con la frusta manuale poiché con la frusta rischiereste di stracciare la crema, che durante il tempo di raffreddamento diventerebbe acquosa e non perfettamente addensata. Una volta pronta la crema versatela e stendetela molto velocemente in una teglia rettangolare da 26x19 cm circa, foderata con carta forno (9),

Latte fritto

livellatela per bene (10) e fatela freddare in frigo anche per tutta la notte (non ci sarà bisogno di pellicola a contatto poiché non importa che si formi la pellicina, considerando che per questa ricetta la crema serve ben fredda e soda). Una volta che la crema sarà fredda (11) tagliatela a cubotti irregolari di circa 4 centimetri (12). Con queste dosi e questo stampo otterrete circa 18 pezzi.

Latte fritto

Passate ciascun pezzetto di crema prima nelle uova sbattute (13) , poi nel pangrattato (14) e poi nuovamente nelle uova (15) e nel pangrattato, per una doppia panatura.

Latte fritto

Man mano che impanate i bocconcini, adagiateli su un vassoio (16). Scaldate l’olio nel tegame e quando avrà raggiunto i 170° (17), immergete i bocconcini (18). Cuocetene pochi alla volta per non abbassare la temperatura dell’olio, basterà 1 minuto circa.

Latte fritto

Quando i bocconcini risulteranno dorati, scolateli (19) e lasciateli asciugare su un vassoio rivestito con carta assorbente (20). Servite subito il vostro latte fritto ben caldo (21).

Conservazione

Il latte fritto è da consumarsi al momento. Si sconsiglia di conservare.

Consiglio

Potete aromatizzare il latte fritto anche con cannella o scorza d’arancia e servirlo con del cioccolato fondente fuso, per renderlo ancora più goloso!

Leggi tutti i commenti ( 3 )

Altre ricette

I commenti (3)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • eleoro8 ha scritto: sabato 23 febbraio 2019

    quale può essere il sostituto dell amido?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: sabato 23 febbraio 2019

    @eleoro8: Ciao, puoi sostituirlo con amido di riso o fecola di patate.

  • Dottor86 ha scritto: venerdì 22 febbraio 2019

    Si può fare anche una versione salata?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 22 febbraio 2019

    @Dottor86:Ciao, non abbiamo mai sperimentato questa variante ma si può provare!

Leggi tutti i commenti ( 3 ) Scrivi un commento

Fatte da voi

Aggiungi le foto delle tue ricette e mostra il tuo risultato

Ultime ricette

Dolci

Le chiacchiere sono croccanti e delicate sfoglie tipiche a Carnevale, fatte tirando un semplice impasto friggendolo e decorandolo con zucchero a velo.

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 20 min

Primi piatti

I ravioli alla crema di formaggio e uova sono un primo piatto godurioso. Scoprirete un ripieno cremoso che si abbina benissimo al guanciale!

  • Difficoltà: elevata
  • Preparazione: 90 min
  • Cottura: 20 min

Secondi piatti

I capù sono dei deliziosi involtini di verza ripieni di carne tipici delle valli bergamasche che vantano anche una sagra dedicata a loro!

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 55 min

Latte fritto
Ciambella vegana
Pastella per frittelle
Come fare la pastella
Antipasti
Primi
Secondi
Dolci
Antipasti veloci
Pasta fresca
Biscotti
Pizze e focacce