Linguine alla Nicolo

PRESENTAZIONE

Linguine alla Nicolo

La Sardegna è un'isola meravigliosa, i paesaggi cambiano da costa a costa così come i sapori. C'è poi una piccola Isola dell'Isola conosciuta per le sue acque cristalline e le coste rocciose: l'isola di San Pietro. La ricetta delle linguine alla Nicolo arriva proprio da qui, precisamente da Carloforte e racchiude tutto il sapore di questa terra. Capperi, olive, olio e soprattutto il tonno. Il tonno di Carloforte viene pescato a tonnara fissa: è un metodo di pesca sostenibile perchè vengono pescati solo i tonni che passano sotto costa, nelle giornate di maestrale. Lo chef Antonello Pomata ha cucinato per noi queste linguine speciali aggiungendo un tocco di Pecorino semi stagionato e di scorza di limone, rendendo omaggio a questo piatto creato nel 1973 dal papà Nicola Pomata e diventato oramai un simbolo della cucina carlofortina.

Leggi anche: Linguine pesce spada e limone

INGREDIENTI

856
CALORIE PER PORZIONE
Linguine 380 g
Capperi sotto sale 30 g
Olive nere 60 g
Olive verdi 60 g
Olio extravergine d'oliva 40 g
Burro 100 g
Tonno sott'olio (in filetti, possibilmente schienale e coda) 250 g
per insaporire
Pecorino (di media stagionatura) 50 g
Scorza di limone (non trattato) 1
Preparazione

Come preparare Linguine alla Nicolo

Per preparare le linguine alla Nicolo, mettete a bollire abbondante acqua da salare a bollore. Passate a dissalare i capperi in acqua con qualche goccia d'aceto di vino bianco e risciacquateli bene. Poi scolateli e tamponateli 1. Quando bolle l'acqua fate lessare la pasta 2 e preparate il condimento nel tempo di cottura: in un pentolino versate l'olio 3

e unite il burro per farlo sciogliere 4. Spegnete il fuoco quando sarà sciolto, non dovrà bollire. Quindi fate intiepidire. Tritate poi i capperi dissalati insieme a olive nere e verdi 5. Ponete il trito in una ciotola capiente. Scolate il filetti di tonno e sbriciolateli direttamente in ciotola 6

Aggiungete il burro e olio sciolti 7, mescolate. Quindi aggiungete le linguine scolate al dente 8. Unite anche un po' di acqua di cottura della pasta e mescolate per amalgamare i sapori 9.

Impiattate quindi grattugiate il pecorino semi stagionato 10 e scorza di limone 11. Servite le vostre linguine alla Nicolo 12.

Conservazione

Consumate subito le linguine. Potete conservare le linguine in frigo in un contenitore ermetico per 1 giorno.

Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

La parte di tonno indicata per la ricetta è quella della schiena o della coda, più consistente.

Il pecorino di media stagionatura è perfetto per l'equilibrio di sapori del piatto: fresco avrebbe un gusto troppo poco marcato mentre il pecorino stagionato coprirebbe gli altri sapori.

4 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • barbarafederica
    mercoledì 28 agosto 2019
    fantastiche
  • giovanna181
    lunedì 17 giugno 2019
    bel piatto .. fresco , equilibrato , anche veloce da preparare .. cosa si vuole di più ? da rifare assolutamente !⭐️
4 FATTE DA VOI
vesuvio17
ottime, seguito alla lettera.
paola7012
Linguine alla Nicolò
JenjiKoh
Ottimi
ACarmela
Davvero buono, al posto del burro ho fatto una crema di patate. Un successo
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo