Liquore di mirto

PRESENTAZIONE

Il liquore di mirto è in Sardegna, sinonimo di liquore tipico tradizionale.
Nei ristoranti, a fine pasto, si ordina o viene offerto un liquore di mirto, e in molte case, ancora oggi, questo liquore viene preparato in modo tradizionale.
Il sapore e il colore unico del liquore di mirto sono dovuti al frutto della pianta di mirto
(Myrtus communis), che genera bacche di colore blu violaceo, che rendono unico questo liquore.

Leggi anche: Liquore di uva fragola

INGREDIENTI
124
CALORIE PER PORZIONE
Bacche di mirto 600 g
Acqua 1 l
Zucchero 600 g
Alcol puro a 90° 1 l
Preparazione

Come preparare il Liquore di mirto

Mettete le bacche di mirto in un recipiente a chiusura ermetica abbastanza grande da contenere sia le bacche che l’alcool.
Coprite le bacche di mirto con l’alcool e lasciate riposare il tutto in un posto buio e fresco per almeno 40 giorni, agitando di tanto in tanto il recipiente.
Trascorso questo tempo filtrate l’alcool dalle bacche di mirto e dai residui e strizzate delicatamente le bacche con un canovaccio o con della stamina per ricavarne tutti i succhi e le essenze che hanno assorbito.
Nel frattempo preparate uno sciroppo facendo bollire l’acqua, e sciogliendovi lo zucchero; una volta ottenuto lo sciroppo, fatelo raffreddare e poi miscelatelo con l’alcool aromatizzato. Filtrate di nuovo il tutto, imbottigliate e lasciate riposare il liquore così ottenuto per almeno un mese, meglio se due, in un luogo fresco.

Consiglio

E' possibile modificare le quantità di acqua e di zucchero per rendere il liquore di mirto più adatto al vostro gusto, ricordandovi che se si possiede 1 litro di essenza (con alcool a 90°), unendovi 1 litro di sciroppo si dividerà la gradazione volumetrica dell’alcool per due, quindi si otterrà un liquore che avrà una gradazione di 45° circa. Aumentando la quantità di sciroppo, si otterrà quindi, una gradazione minore.
In alcune zone della Sardegna il mirto viene preparato sostituendo una parte o tutto lo zucchero con l’equivalente peso di miele (spesso di corbezzolo).

Curiosita'

Il periodo migliore per fare il liquore di mirto è senza dubbio nel periodo invernale, infatti le bacche di mirto devono essere raccolte quando hanno raggiunto il loro inconfondibile colore nero e non sono ancora diventate troppo dure; ciò avviene da novembre a gennaio in dipendenza del clima e dell’esposizione dei cespugli di mirto.

86 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Unaccount
    sabato 07 marzo 2020
    Buongiorno Purtroppo ho solo 170 grammi di bacche. Quante foglie posso aggiungere per avere un peso interessante senza però snaturare il prodotto finale? Grazie!
    Redazione Giallozafferano
    sabato 07 marzo 2020
    @Unaccount:Ciao, in questo caso ti consigliamo di diminuire proporzionalmente tutti i dosaggi per ottenere una buona resa.
  • Mrrocia
    martedì 14 gennaio 2020
    Come posso ridurre la gradazione da 96*a35?
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 15 gennaio 2020
    @Mrrocia:Ciao, te lo sconsigliamo perchè non otterresti una buona resa, inoltre il liquore non si conserverebbe a lungo.
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo