Mandorle pralinate

PRESENTAZIONE

Una volta erano molto facili da trovare, soprattutto alle bancarelle delle sagre o dei luna park: si vendevano all’interno di sacchettini di plastica ed era impossibile resistere dal mangiarne una dietro l’altra… ora sono un po’ meno diffuse e per questo vi spieghiamo come preparare a casa le mandorle pralinate! Conosciute anche come "addormentasuocere", queste praline croccanti sono realizzate con solo tre ingredienti e possono diventare un goloso dolcetto da inserire nella calza della Befana o un simpatico regalo di Natale per i vostri amici, da abbinare magari a un'altra leccornia tipica delle feste di paese come la giuggiulena. Seguite le nostre indicazioni e in pochi passaggi avrete ottenuto uno snack sfizioso da sgranocchiare che farà felici grandi e piccoli: i primi rivivranno la nostalgia dei tempi passati, mentre i secondi faranno a gara a chi riuscirà a mangiarne di più… ecco la ricetta delle mandorle pralinate!

Leggi anche: Crostatine al caramello salato e noci pralinate

INGREDIENTI
432
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per un sacchettino
Mandorle 150 g
Zucchero 120 g
Acqua 35 g
Preparazione

Come preparare le Mandorle pralinate

Per realizzare le mandorle pralinate, per prima cosa preparate una leccarda foderata con carta forno. Ora prendete una padella possibilmente d’acciaio e versate all’interno le mandorle 1, lo zucchero 2 e l’acqua a temperatura ambiente 3.

Accendete il fuoco a fiamma medio-bassa e iniziate a mescolare: in principio il composto di acqua e zucchero risulterà molto liquido 4, poi comincerà a bollire 5 e infine a cristallizzarsi formando una patina attorno alle mandorle 6.

A questo punto abbassate leggermente la fiamma e continuate a mescolare fino a che lo zucchero non inizierà a caramellarsi 7 e ad assumere un colore ambrato scuro 8. Una volta brunite, versate le mandorle sulla teglia foderata con carta forno avendo cura di distanziarle il più possibile 9; man mano che si raffredderanno dividetele con le mani per evitare che rimangano attaccate fra di loro. Le vostre mandorle pralinate sono pronte per essere gustate o regalate!

Conservazione

Le mandorle pralinate si possono conservare a temperatura ambiente, in un contenitore ermetico o chiuse in sacchettini di plastica alimentare, per circa 7-10 giorni.

Consiglio

Per realizzare questa ricetta è preferibile utilizzare pentole in acciaio invece che antiaderenti. Seguite lo stesso procedimento per preparare anche le nocciole o le arachidi pralinate! Continuando la cottura, invece, otterrete delle squisite mandorle caramellate.

Curiosità

Sapete perché in certe zone le mandorle pralinate sono conosciute col nome di "addormentasuocere"? Pare che fosse usanza comune, quando si andava in visita a casa della fidanzata, portare in regalo alla madre un sacchettino di questi dolcetti: in questo modo la suocera non avrebbe avuto modo di disturbare i fidanzatini perché sarebbe stata troppo impegnata a scioglierli lentamente in bocca per non rischiare di rovinarsi i denti… e qualche volta arrivava addirittura ad addormentarsi!

26 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • federicasaccogna88
    venerdì 17 maggio 2019
    anche io ho leggermente aspettato un pochino di più ed è diventato tipo un croccante... ma squisita comunque🥰 con 100gr di mandorle come si modificano le dosi di acqua e dello zucchero?!
    Redazione Giallozafferano
    sabato 18 maggio 2019
    @federicasaccogna88: ciao! Devi ridurre tutte le dosi di 1/3!
  • Fabrizio 2
    venerdì 17 maggio 2019
    Le mandorle dovrebbero essere senza buccia
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 17 maggio 2019
    @Fabrizio 2: ciao! puoi utilizzarle sia con la buccia che senza! 
30 FATTE DA VOI
zoesuriano
buonissime!!
martinabronzi
Buonissime, facili e veloci. 😍
FrAtti
buonissime
ACarmela
Gnam gnam. La prossima volta le devo provare salate. 😊
giacomolopez
😋😋😋
Rovigo Brigida
🤗👍
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo