Melanzane a beccafico

/5
Melanzane a beccafico
7
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 30 min
  • Dosi per: 6 pezzi
  • Costo: basso

Presentazione

Tra gli esperimenti culinari che amiamo di più ci sono le ricette rivisitate dei grandi classici regionali che hanno ispirato tante appetitose varianti. Gli straccetti di pollo alla sorrentina che dal piatto originale hanno mutuato il cremoso condimento, le crocchette cacio e pepe che rievocano i sapori intensi del tipico primo piatto romano o ancora le alici alla parmigiana, torrette ricche di ingredienti stuzzicanti da scoprire strato dopo strato, proprio come il piatto d’origine. Accanto a queste prelibatezze vi proponiamo un’altra ricetta sfiziosa, perfetta per arricchire i vostri antipasti estivi: le melanzane a beccafico. Il beccafico è un tipico condimento siciliano per le sarde, ne esistono diverse varianti a seconda della zona. Dopo aver provato a condire la lonza alla stessa maniera, per una variante estiva abbiamo pensato alle melanzane a beccafico. Le melanzane grigliate avvolgono la farcia di uvetta, pinoli, pangrattato e Pecorino e la gratinatura in forno rende questi involtini invitanti già solo al profumo sprigionato in forno che riempirà la vostra cucina di buono! Certamente non deluderanno le aspettative neanche al primo morso!

Ingredienti per 6 involtini

Melanzane (1 grande) 360 g
Pangrattato 100 g
Pecorino da grattugiare 40 g
Uvetta 60 g
Pinoli 50 g
Olio extravergine d'oliva 3 cucchiai
Prezzemolo q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare le Melanzane a beccafico

Melanzane a beccafico

Per realizzare le melanzane a beccafico per prima cosa lavate e asciugate le melanzane, quindi tagliatele a fette spesse 1 centimetro (1), dovrete ottenere circa 6 fette, riponetele in una ciotola cosparse con il sale (2), copritele con pellicola (3) e lasciatele spurgare per 15 minuti, così rilasceranno la loro acqua.

Melanzane a beccafico

Intanto lavate l'uvetta poi mettetela in ammollo nell’acqua (4) così da ammorbidirla. In una padella capiente scaldate un paio di cucchiai d'olio, versate il pangrattato (5) e i pinoli (6) e tostate per qualche minuto.

Melanzane a beccafico

Lasciate raffreddare il composto tostato di pangrattato e pinoli (7) e poi versatelo in una ciotola, aggiungete anche il Pecorino grattugiato (8) e il prezzemolo tritato (9),

Melanzane a beccafico

mescolate e tenete da parte (10). Intanto scolate l’uvetta che si sarà ammorbidita (11) e sciacquate anche le melanzane sotto l’acqua corrente (12).

Melanzane a beccafico

Scaldate una piastra e, quando sarà ben calda, adagiate le fette di melanzane e grigliatele da entrambi i lati fino a che non saranno morbide e non presenteranno le tipiche striature (13). Una volta terminata la cottura delle melanzane, adagiatele su un tagliere e distribuite sopra la panatura precedentemente preparata (14). Farcite con l’uvetta (15)

Melanzane a beccafico

e avvolgete le melanzane dal lato corto (16) per creare un rotolino (17), fermate le estremità con uno stuzzicadenti (18).

Melanzane a beccafico

Man mano che formate gli involtini, adagiateli su una teglia rivestita con carta da forno, cospargeteli con la restante panatura, salate, pepate e irrorateli con un filo di olio di oliva (19). Cuocete gli involtini in forno statico preriscaldato a 200° per 20 minuti o fino a doratura (20). A cottura ultimata, sformate le vostre melanzane a beccafico e servitele ben calde (21).

Conservazione

Conservate le melanzane a beccafico in frigorifero per 3 giorni al massimo, coperte con pellicola. E’ possibile congelarle dopo la cottura.

Consiglio

Aggiungete scorza d’agrumi al pangrattato per conferire una nota fresca e aromatica e, se lo desiderate, accompagnate i vostri involtini con un pesto veloce al basilico.

Leggi tutti i commenti ( 7 ) Le vostre versioni ( 3 )

I commenti (7)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • laVale™? ha scritto: giovedì 16 agosto 2018

    suggerisco di dimezzare le dosi della farcitura col pangrattato... io ne ho avanzato un sacco!

  • francesco ha scritto: venerdì 10 agosto 2018

    per favore, datemi un suggerimento! non ho il forno: una cottura alternativa???? grazie!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 10 agosto 2018

    @francesco: Ciao! Puoi provare a cuocerle in padella a fiamma dolce col coperchio dopo averle farcite, ma non avendo testato questa variante non possiamo darti indicazioni più precise smiley

Leggi tutti i commenti ( 7 ) Scrivi un commento

Fatte da voi

  • Leonardo Riva
  • Cecibaldu
    ottime! ho aggiunto scorza di limone bio grattugiata e succo di limone 😉
  • Dariooooo87
    sopra ho messo la granella di mandorle

Ultime ricette

Dolci

La torta zucca e cioccolato è un dolce soffice e goloso dai sapori autunnali. La ricopertura di cioccolato la rende irresisitibile!

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 60 min

Piatti Unici

Il ghormeh sabzi è uno dei piatti tradizionali più famosi dell'Iran: uno stufato aromatico di carne, fagioli e cipolle da gustare con riso basmati!

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 200 min

Antipasti
Primi
Secondi
Dolci
Antipasti veloci
Pasta
Biscotti
Pizze e focacce
Pasticceria
Dolci veloci
Torte
Contorni