Per noi
la tua opinione
è importante!
Partecipa al
sondaggio

Migliaccio

/5

PRESENTAZIONE

Migliaccio

A Carnevale ogni “torta” vale ma una delle leccornie carnevalesche che dovete assaggiare è sicuramente il migliaccio, appartenente alla tradizione campana e dalle origini molto antiche. L’ingrediente principe è appunto il miglio: la farina ottenuta da questo cereale era legata alla cucina povera partenopea, dove era impiegata in numerose preparazioni. Oggi si usa generalmente il semolino, ingrediente tipico degli gnocchi alla romana, fatto cuocere in un composto di latte e burro quindi amalgamato ad altri basilari ingredienti quali uova, zucchero e ricotta. Tanto semplice da preparare quanto unico per gusto e consistenza, il migliaccio diventerà uno dei vostri dolci preferiti soprattutto in queste gioiose e colorate occasioni di festa.
Portatelo in tavola e i vostri ospiti non resisteranno: lo accoglieranno con una pioggia di stelle filanti!

Leggi la ricetta in inglese

INGREDIENTI

Ingredienti per uno stampo da 24 cm di diametro
Semolino 200 g
Latte 500 g
Zucchero 250 g
Acqua 500 g
Ricotta vaccina 350 g
Uova (4 medie) 220 g
Burro 40 g
Scorza d'arancia 1
Baccello di vaniglia 1
Sale fino 1 pizzico
Per decorare
Zucchero a velo q.b.
Preparazione

Come preparare Migliaccio

Per preparare il migliaccio, iniziate a cuocere il semolino. In un pentolino unite latte, acqua 1, sale 2, versate anche il burro 3;

aggiungete ad ultimo la scorza d'arancia 4, quindi scaldate il tutto mescolando di tanto in tanto per favorire lo scioglimento del burro. Portate a bollore, poi rimuovete la sorza d'arancia 5 e versate il semlino a pioggia mescolando continuamente con la frusta 6. Abbassate la fiamma al minimo, cuocete per circa 4-5 minuti,

il tempo che ci vorrà perchè il composto si addensi 7. Trasferitelo in una pirofila per lasciarlo intiepidire 8 e nel frattempo preparate il resto dell’impasto: setacciate la ricotta per renderla morbida e cremosa 9, quindi prelevate i semi dal baccello di vaniglia, incidendolo per il lungo e raschiandone l'interno con la punta di un coltellino.

In una terrina unite uova, i semini di vaniglia e  lo zucchero 10, azionate poi le fruste per montate gli ingredienti fino ad ottenere una spuma chiara e omogenea. A questo punto incorporate poco alla volta la ricotta 11 e infine il semolino, poco alla volta continuando a lavorare con le fruste 12. Terminate con l'impasto omogeneo, ben amalgamato e senza grumi.

Imburrate e foderate con carta forno una tortiera da 24 cm di diametro, quindi versatevi il composto 13 e livellatelo in superficie con una spatola 14. Infornatelo in forno statico preriscaldato a 200° per 60 minuti (se dopo 40-50 minuti la superficie sarà ben colorita, coprite con un foglio di carta stagnola e proseguite la cottura). Il vostro migliaccio è pronto 15: prima di tagliarlo e servirlo lasciatelo raffreddare nella teglia, quindi sformatelo e spolverizzate la superficie con lo zucchero a velo a piacere.

Conservazione

Il migliaccio si può conservare in frigorifero per 3-4 giorni. Si sconsiglia la congelazione. 

Consiglio

Se volete rendere il migliaccio più goloso provate ad aggiungere all’ultimo momento delle gocce di cioccolato fondente, congelate e infarinate. Potete insaporire l'impasto aggiungendo un liquore di agrumi o aggiungere anche uvetta passa, pinoli, canditi..

RICETTE CORRELATE
COMMENTI182
  • napolimania 78
    martedì 09 febbraio 2021
    ciao GZ volevo sapere se va bene qualsiasi tipo di latte....grazie
    Redazione Giallozafferano
    martedì 09 febbraio 2021
    @napolimania 78: ciao! è preferibile utilizzare il latte fresco intero, ma puoi provare anche con altri tipi di latte!
  • meri01
    lunedì 11 gennaio 2021
    si può usare la semola rimacinata al posto del semolino?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 11 gennaio 2021
    @meri01:Ciao, il semolino ha una consistenza è una resa differente pertanto  sconsigliamo questa sostituzione.
  • tatsy1
    venerdì 20 novembre 2020
    ciao, ho trovato il semolino di grano istantaneo come alimento per baby, non è lo stesso?
    Redazione Giallozafferano
    sabato 21 novembre 2020
    @tatsy1: Ciao! Sono due prodotti diversi. Ti consigliamo di acquistare il semolino di grano tenereo. Lo trovi nel reparto "pasta e cereali" del supermercato.
  • NikiAle
    giovedì 20 febbraio 2020
    Posso sostituire la vaniglia con la vanillina? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 20 febbraio 2020
    @NikiAle:Ciao, consigliamo di preferire aromi naturali per ottenere una migliore resa in termini di gusto.
  • ursy72
    mercoledì 27 dicembre 2017
    ciao potrei avere le quantità di gocce uvetta canditi e pinoli se volessi aggiungerli come da Vs. suggerimenti? grazie mille!
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 27 dicembre 2017
    @ursy72: Ciao, dipende dal tuo gusto: 
    80-100 grammi sono sufficienti ma c'è chi arriva ad aggiungerne anche 300 g per renderlo più goloso!
  • Marty
    venerdì 10 febbraio 2017
    Scusate ma dove posso trovare le bacche di vaniglia?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 10 febbraio 2017
    @Marty:Le trovi nel reparto riservato ai prodotti per la preparazione di dolci oppure in erboristeria.
  • Sonia
    domenica 18 dicembre 2016
    Ciao, quale tipo di ricotta è meglio utilizzare? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 21 dicembre 2016
    @Sonia: Ciao Sonia, noi abbiamo utilizzato quella vaccina ma se preferisci un sapore più intenso puoi utilizzare quella di bufala o addirittura quella di capra!
  • Marc
    lunedì 11 aprile 2016
    Sì può congelare il migliaccio?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 11 aprile 2016
    @Marc: Ciao marcella, per gustare al meglio tutta la fragranza di questo dolce ti consigliamo di non congelarlo!

Durante la prova puoi interrompere quando vuoi, senza alcun addebito. Dopo la prova GZ Club si rinnova in automatico a € 29,99/anno invece di € 49,99
Aggiornamento Termini e Condizioni

Gentile Utente,
le nostre Condizioni e Termini d'Uso del sito sono state modificate. Le nuove Condizioni e Termini d'Uso sono entrate in vigore dal 6 Giugno 2022. Ti preghiamo di prenderne visione a questo link ed accettarle per potere proseguire con l'utilizzo del sito e ad usufruire dei servizi offerti.

Newsletter