Moretta fanese

PRESENTAZIONE

Nella città marchigiana di Fano il caffè non è un semplice caffè in tazzina ma molto di più: la tradizionale moretta fanese, una sapiente e deliziosa miscela di caffè, liquore all’anice, rum e brandy, aromatizzata con scorza di limone.
La moretta fanese viene bevuta come digestivo o come bevanda corroborante durante i pomeriggi freddi, proprio come facevano i marinai del porto di Fano prima di andare in mare.
Qui vi proponiamo una rivisitazione della classica moretta fanese preparata con una spuma all’anice e rum e scorzette di limone candito.
La nostra moretta fanese mantiene gli ingredienti della ricetta classica, mixandoli insieme in modo originale!

Leggi anche: Cremoso al caffè con biscotto alle mandorle

INGREDIENTI
277
CALORIE PER PORZIONE
Sambuca 50 ml
Rum 4 cucchiaini
Caffè 160 ml
Limone candito q.b.
Brandy 1 cucchiaino
Zucchero a velo 50 g
Panna fresca liquida 300 g
Preparazione

Come preparare la Moretta fanese

Per preparare la moretta fanese, iniziate con la spuma all'anice: mescolate in una piccola caraffa il liquore all’anice con il brandy 1 e con i quattro chucchiaini di rum 2. Unite il mix di alcolici alla panna liquida fresca in una ciotola 3 e

montate il tutto con uno sbattitore elettrico 4; ci vorranno una decina di minuti perchè la presenza degli alcolici richiederà maggior tempo per ottenere una perfetta montatura.  tenendo presente che ci vorrà più tempo del previsto. Aggiungete lo zucchero a velo 5, amalgamate e trasferite la spuma ottenuta in una sac-à-poche dal beccuccio a stella 6 quindi conservatela in frigorifero per circa mezz'ora.

Intanto preparate il caffè con la caffettiera: per ottenere un ottimo caffè, riempite la caldaia della vostra caffettiera con l’acqua fredda e possibilmente povera di calcare, facendo ben attenzione a non superare la valvola di sicurezza 7 (altrimenti otterrete un caffè più lungo). Riempite il filtro con il caffè macinato, formando una montagnetta che livellerete battendo il filtro sul tavolo con movimenti decisi (8-9). Non pressate con il cucchiaino, nè operate fori sulla superficie.

Chiudete la caffettiera molto stretta 10, così che il caffè non fuoriesca dai lati mentre sale, e ponetala su una fiamma bassa e costante per ottenere un caffè corposo. Man mano che il caffè sale si formerà una schiumetta densa 11: vi consigliamo di non lasciar gorgogliare troppo a lungo il caffè per mantenere intatta la sua dolcezza e il suo aroma. Il vostro caffè è pronto: prima di utilizzarlo mescolatelo direttamente nella moka con un cucchiaino per rendere il caffè più omogeneo 12.

Versate circa 40 ml di caffè in ognuno dei 4 bicchierini di vetro 13 e disponete sopra circa 45 gr di spuma, spremendo la sac-à-poche in modo da creare una spirale ben aderente ai lati del bicchiere 14, per poi stringere il cerchio andando verso l’alto e fino a colmare il bicchierino. Decorate il bicchiere con due listarelle di scorza di limone candita 15 oppure, in assenza, con delle scorza di limone grattugiata: ecco pronta la vostra moretta fanese!

Conservazione

Consumate la moretta fanese al momento.
Potete conservare la spuma all'anice in frigorifero per un giorno.

6 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Giulia
    venerdì 13 febbraio 2015
    Ciao scusate se il mio commento si dissocia dai vostri, ma volevo sapere se potevo preparare la spuma la mattina e conservarla in frigo fino alle sera..?
    Sonia Peronaci
    lunedì 16 febbraio 2015
    @Giulia:Ciao Giulia! Non è l'ideale ma puoi provare smiley
  • Mario
    martedì 24 dicembre 2013
    Insomma dai vostri commenti appare chiaro che non c'è uno standard per quanto riguarda la Moretta Fanese. C'è forse uno standard per la pasta al pomodoro? il panettone? il risotto alla veneta? mi sembra eccessivo dire che la ricetta non ha nulla a che fare con la moretta fanese ognuno aggiunge le sue varianti, l'idea di base resta. qui si tratta di caffè con aggiunta di liquori grazie per il blog, semplice, ben fatto
1 FATTA DA VOI
ninawesc
slurp :) buinissimo
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo