Mostaccioli napoletani

PRESENTAZIONE

Mostaccioli napoletani

L'aria natalizia che si respira nella città di Napoli ha un profumo spiccatamente speziato a causa dei famosi dolci della tradizione. È facile distinguere i fragranti roccocò, le zeppole e gli struffoli che rotolano nel miele e, non per ultimi, i mostaccioli napoletani conosciuti anche come mustaccioli. Si tratta di una delle più emblematiche ricette della tradizione grazie alla caratteristica forma di rombo e la copertura di cioccolato fondente. Ma a rendere davvero particolare questo antichissimo dolce è la presenza del pisto, un mix caratteristico di spezie profumatissime. I mostaccioli napoletani vengono preparati già a partire dall'8 dicembre ma, come da consuetudine, accompagnano tutti i giorni delle festività natalizie e in particolare Natale e Capodanno. La ricetta per preparare i mostaccioli napoletani non è difficile ma affidatevi tranquillamente ai nostri consigli per realizzare questa prelibatezza e portare anche in casa vostra un pizzico di tradizione campana!

Leggi anche: Mostaccioli calabresi

INGREDIENTI

340
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per circa 20 pezzi
Farina 00 500 g
Zucchero 300 g
Acqua 250 g
Granella di mandorle 150 g
Cacao amaro in polvere 30 g
Scorza d'arancia 1
Pisto 5 g
Ammoniaca per dolci 3 g
Per la copertura
Cioccolato fondente 500 g
Preparazione

Come preparare i Mostaccioli napoletani

Per preparare i mostaccioli napoletani cominciate versando in un recipiente la farina, la granella di mandorle 1 e lo zucchero 2. Poi setacciate il cacao amaro in polvere 3,

il pisto 4 e l’ammoniaca 5. Infine grattugiate la scorza d’arancia 6

e mescolate bene il tutto 7. Versate a filo l’acqua a temperatura ambiente facendo attenzione alla quantità necessaria: l’impasto infatti potrebbe necessitarne di una quantità leggermente inferiore o superiore. Mentre versate l’acqua impastate con l’altra mano 8. Non appena avrete ottenuto un composto omogeneo potrete trasferirlo sulla spianatoia 9.

Lavoratelo a mano finché tutti gli ingredienti non saranno ben amalgamati 10. Avvolgete il panetto nella carta forno e lasciate riposare in frigorifero per almeno un’oretta 11. Trascorso il tempo tirate la pasta con il matterello tra due fogli di carta forno 12

e ottenete una superficie spessa circa 7-8 mm 13. Da questa ritagliate circa 20 rombi i cui lati misurano 7 cm 14. Man mano che ottenete le forme trasferitele su una leccarda con carta forno distanziandole tra loro 15.

Disponete 8 rombi alla volta sulla leccarda e passate alle varie infornate: cuocete in forno caldo a 180° per circa 18 minuti 16. Una volta cotti lasciateli raffreddare completamente su una gratella prima di glassarli. Tritate grossolanamente il cioccolato fondente 17 e lasciatelo sciogliere a bagnomaria mentre mescolate per non farlo bruciare 18.

Se preferite potete immergere i mostaccioli direttamente nel cioccolato sciolto e poi lasciarli rassodare sulla carta forno. Altrimenti, per un risultato anche più bello da vedere, potete ricoprire prima una parte tenendo i biscotti per la punta e cospargendoli di cioccolato con l'aiuto di un cucchiaio 19. Disponete su una gratella, con sotto un foglio di carta forno 20, e lasciate asciugare in un luogo fresco finché il cioccolato non si è completamente rappreso 21.

Dopodiché girate i mostaccioli su un foglio di carta forno e appogiate sulla gratella. Tornate a sciogliere il cioccolato e ricoprite anche l'altra parte 22. Lasciate rassodare nuovamente il cioccolato in un luogo fresco 23. Ecco pronti i vostri mostaccioli napoletani, non vi resta che gustarli 24!

 

Conservazione

I mostaccioli napoletani si conservano per una decina di giorni tenendoli coperti e in un luogo fresco. Sarebbe meglio non conservare per troppo tempo l’impasto in frigorifero perché assorbirebbe troppa umidità compromettendo la consistenza.
Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Se preferite i mostaccioli napoletani un po’ più croccanti prolungate la cottura arrivando a 20-22 minuti, se invece li preferite più morbidi abbreviate a 13-15 minuti. In alcune versioni è prevista l’aggiunta di un velo di confettura di albicocca, in altre addirittura di farcirli con la stessa confettura. Per una consistenza meno rustica potete aggiungere la farina di mandorle oppure fare un mix di farina e granella di mandorle. Qualcuno aggiunge anche cedro e arancia candita all’impasto, se vi piacciono perché non provate questa stuzzicante variante!

Come si prepara il pisto?

Il pisto è un mix di spezie aromatico, queste devono essere ben bilanciate per dare profumo e sapore caratteristico ai famosi dolci della tradizione. Se non riuscite a reperirlo nei negozi e online potete provare a farlo da voi. Basterà tritare in un mortaio:
- 15 g di pepe bianco,
- 5 g di noce moscata grattugiata, 
- 13 g di cannella in polvere,
- 2 g di chiodi di garofano,
- 5 g di semi di anice stellato.
Una volta ottenuta una polvere liscissima tostate in padella per pochi istanti facendo attenzione che non bruci. Infine riponete in un barattolino e utilizzate secondo le quantità descritte dalla ricetta. Il composto si conserva per diversi mesi.

Curiosità

I mustaccioli sono comuni in molte regioni d'Italia e spesso portano differenti nomi tra cui mostaccioli, mustacciuoli, mustazzoli. Il nome, molto probabilmente, è riconducibile al nome latino mustum, appunto mosto. Infatti anticamente si utilizzavano questi due ingredienti per aromatizzare i biscotti. Nel tempo l'usanza di utilizzarli si è comunque persa e gli ingredienti sono stati sostituiti da acqua e pisto (um mix di spezie). Ogni regione presenta la sua versione ma è piuttosto comune l'usanza di mescolare farina, miele, canditi e acqua. Infine questi biscotti vengono ricoperti di una glassa di cioccolato fondente. In Campania le vetrine delle pasticcerie si affollano con i vari dolci della tradizione tra roccocò, struffoli susamielli, divinamore e, non per ultimi, i mostaccioli napoletani. Queste leccornie vengono preparate durante tutto il periodo delle feste di Natale. Di questi mostaccioli esistono poi delle varianti come quelli leggermente spennellati in superficie con della confettura di albicocche, come si fa per i raffiuoli. Altre volte invece la confettura serve per farcire i mostaccioli. Infine, altre versioni, prevedono una glassa al cioccolato bianco.

27 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • contanna
    martedì 25 dicembre 2018
    Sì, ho seguito tutte le indicazioni e ho comunque faticato a far tenere la forma. Mi chiedevo solo se andava aggiunta meno acqua (non housato tutta quella indicata). I dolci comunque sono buonissimi!
    Redazione Giallozafferano
    martedì 25 dicembre 2018
    @contanna: ciao! noi l'abbiamo utilizzata tutta e non abbiamo riscontrato problemi. Potrebbe dipendere dal tipo di farina che hai usato; in ogni caso hai fatto bene a non aggiungerla tutta! 
  • contanna
    domenica 23 dicembre 2018
    Buonasera. È normale che l'impasto risulti umido e appiccicoso? O dovrebbe essere più asciutto? Ho fatto fatica a stendere e staccare i dolci per metterli nella teglia.
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 24 dicembre 2018
    @contanna:  ciao! L'impasto deve essere piuttosto umido! Hai utilizzato i due fogli di carta forno per stenderlo? 
16 FATTE DA VOI
fragio14
Ottimi 😜
Emily1980
la dolce arte
Annar88
Buonissimi
fabio6565
La forma non è quella del classico rombo (stella cometa, stella e campana) , ma il sapore é eccezionale.
micheloo
Mostaccioli tondi, non romboidali , tuttavia ugualmente gustosi
AngelaJPC
Mini mostaccioli, una delizia 😋
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo