Naan

/5

PRESENTAZIONE

Come risaputo, in India non si mangia con le posate ma con le mani… anzi solo con le prime tre dita della mano destra! Per gustare i piatti tipici di questo angolo di mondo, soprattutto quelli particolarmente ricchi di condimento come il pollo tikka masala o il curry di gamberi, è indispensabile accompagnarli con abbondanti porzioni di riso o pane che vengono utilizzati con grande maestria per raccogliere il cibo e portarlo alla bocca. Oggi vi spieghiamo come realizzare uno dei pani indiani più famosi e apprezzati, il naan! A differenza del chapati, il naan è un lievitato realizzato con l’aggiunta di yogurt o latte che rende l’impasto particolarmente morbido. Tradizionalmente cotto nel forno tandoori, si può gustare in tante irresistibili varianti come il naan all’aglio, al formaggio o alle patate. In mancanza del tipico forno d’argilla, vi consigliamo di utilizzare una semplice padella antiaderente e di rispettare i tempi di lievitazione per un risultato che si avvicini il più possibile a quello originale, ma sappiate che sarà solo con tanta pratica e pazienza che riuscirete a maneggiare il naan come un vero indiano! Pronti a mettervi alla prova?

INGREDIENTI

Ingredienti per 8 naan
Farina 00 500 g
Yogurt bianco naturale 250 g
Acqua 100 g
Sale fino 7 g
Lievito di birra fresco 2 g
per ungere la padella
Olio extravergine d'oliva 20 g
Preparazione

Come preparare il Naan

Per preparare l’impasto del naan versate la farina in una ciotola, unite lo yogurt 1, il lievito 2 e quasi tutta l’acqua 3.

Mescolate con un mestolo di legno per incorporare il lievito al composto, poi aggiungete il sale 4 e l’acqua rimanente 5. Amalgamate il composto con le mani all’interno della ciotola, poi trasferitelo sul piano di lavoro e continuate a impastare fino a che non risulterà abbastanza liscio e omogeneo 6.

Rimettete l’impasto nella ciotola, coprite con pellicola e lasciate lievitare per 4 ore a temperatura ambiente 7. Trascorso il tempo di lievitazione 8, dividete l’impasto in 8 parti uguali 9.

Prendete una porzione d’impasto e date delle pieghe tirando le estremità verso il centro (10-11), poi pirlate l’impasto rigirandolo fra le mani per ottenere la forma di una sfera 12. Ripetete l’operazione anche per tutti gli altri pezzi. Sistemate le palline su un vassoio e lasciate lievitare per un’altra ora, lontano da correnti d’aria.

Trascorso questo tempo 13 infarinate leggermente il piano di lavoro e stendete le palline fino a raggiungere un diametro di circa 15 cm 14. Potete dare ai naan una forma tonda oppure ovale, non è importante che sia regolare. Scaldate una padella antiaderente con un filo d’olio e cuocete il naan per circa 1 minuto da un lato e 1 minuto dall’altro 15.

Mentre si cuoce, premete l'impasto con i polpastrelli per evitare che si gonfi troppo 16. Quando su entrambi i lati saranno comparse le caratteristiche macchie marroni 17, rimuovete il naan dalla padella e servitelo ancora caldo 18!

Conservazione

Il naan si può conservare per un giorno a temperatura ambiente. Si può congelare dopo la cottura.

Consiglio

Dopo la cottura, il naan viene solitamente spalmato con burro o ghee. In alternativa potete servirlo con una salamoia di olio, aglio tritato e coriandolo (o prezzemolo) oppure accompagnarlo con una ciotolina di hummus per uno sfizioso aperitivo etnico!

RICETTE CORRELATE
COMMENTI37
  • _simo.73-c
    martedì 22 settembre 2020
    Ciao, si può usare il lievito di birra secco? Se si, quanto? Grazie!!
    Redazione Giallozafferano
    martedì 22 settembre 2020
    @_simo.73-c: Ciao, si puoi usarlo considerando che 1 g di lievito secco corrisponde a 3,5 g fresco! In questo caso te ne servirebbe meno di 1 grammo!
  • cpcpcp
    domenica 02 agosto 2020
    ciao GZ, è possibile cucinare il pane nel pomeriggio e servirlo la sera? grazie ciao 👋
    Redazione Giallozafferano
    domenica 02 agosto 2020
    @cpcpcp:Certamente smiley