Negroni cocktail

/5

PRESENTAZIONE

Negroni cocktail

Il Negroni è uno dei cocktail italiani più famosi al mondo: ha un gusto inconfondibile e si serve in un tumbler basso e colmo di ghiaccio. Immancabile poi una profumata fetta d’arancia. L’origine di questo cocktail è tutta italiana: pare infatti che all’inizio degli anni Venti il conte Camillo Negroni, affascinante cosmopolita e assiduo frequentatore dell'aristocratico Caffè Casoni di Firenze, di ritorno da uno dei suoi viaggi a Londra chiese al barman Fosco Scarselli “una spruzzata di gin” al posto della soda nel suo Americano. Il "solito" del conte divenne ben presto conosciuto con il nome del suo celebre inventore. Oggi, il Negroni è considerato un simbolo dell’aperitivo italiano e, grazie al suo sapore semplice e bilanciato, è tra i cocktail più amati insieme ad altri grandi classici come lo Spritz o l'Americano. Scoprite insieme a noi come si prepara in casa un perfetto Negroni cocktail.

INGREDIENTI
Campari 30 ml
Gin 30 ml
Vermouth rosso 30 ml
Arance ½ fetta
Ghiaccio q.b.
Preparazione

Come preparare il Negroni cocktail

Per preparare il Negroni cocktail cominciate versando in un tumbler basso il ghiaccio che dovrà riempire il bicchiere fino a 3/4 1. Dopodiché dosate il gin 2 e versatelo 3.

Fate lo stesso con il Vermouth rosso dosandolo 4 e versandolo 5. Infine dosate e versate il Campari 6.

Mescolate con lo stirrer 7 e guarnite con mezza fetta d'arancia 8. Ecco pronto il vostro Negroni cocktail 9!

Conservazione

Si consiglia di consumare subito il Negroni cocktail.

Consiglio

Il segreto del Negroni è il perfetto equilibrio degli ingredienti: grazie alla regola delle 3 parti uguali non sbaglierete!

RICETTE CORRELATE
COMMENTI16
  • Mimi99
    domenica 24 giugno 2018
    Ciao, cambia qualcosa se al posto del bitter CAMPARI, uso il bitter MARTINI?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 24 giugno 2018
    @Mimi99: Ciao, no non ci sono problemi!
  • Turbolento
    mercoledì 03 maggio 2017
    Alle mille interpretazioni del cocktail Negroni io aggiungerei il "Negroni secco", in cui si usa Martini dry anziché Martini Rosso. Una meraviglia per chi ama il dry spinto. Provare per credere.