Occhi di Santa Lucia

PRESENTAZIONE

Ricordano vagamente gli zuccherini montanari, o altri dolci tipici del Sud Italia, come i ginetti calabresi o i taralli siciliani, ma gli occhi di Santa Lucia sono molto più piccoli! Questi tarallini glassati sono tipici della Puglia e si preparano nel periodo delle feste di Natale, a partire dal 13 Dicembre, giorno in cui si festeggia Santa Lucia. Realizzati con pochissimi ingredienti i tarallini sono privi di sale o zucchero, quindi hanno un gusto molto neutro prima di essere tuffati nella glassa a base di acqua e zucchero a velo che dona la giusta dolcezza! Come tutte le ricette tradizionali, la ricetta cambia leggermente da famiglia a famiglia, noi vi proponiamo quella che ci ha convinto di più! 

Leggi anche: Taralli siciliani

INGREDIENTI

115
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per 18 dolcetti
Olio extravergine d'oliva 50 g
Vino bianco 50 g
Uova (circa 1) 55 g
Farina 00 250 g
per la glassa
Zucchero a velo 150 g
Acqua 25 g
Preparazione

Come preparare gli Occhi di Santa Lucia

Per preparare gli occhi di Santa Lucia come prima cosa versate la farina in una ciotola, aggiungete l'olio, il vino 2 e un uovo 3.

Mescolate prima con un mestolo di legno 4, poi con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo 5. Trasferitelo poi su una spianatoia e copritelo con la pellicola per alimenti 6, mentre inizierete a formare i biscotti, altrimenti potrebbe seccarsi. 

Prelevatene quindi una parte 7 e formate un filone spesso circa 1,5 cm 8. Poi tagliate dei pezzi lunghi circa 10 cm 9

Formate degli anellini richiudendo il filoncino appena ritagliato 10, dovranno essere simili a dei taralli. Trasferiteli su una teglia foderata con carta forno 11 e cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per circa 20 minuti. Una volta cotti sfornateli 12 e lasciateli raffreddare.

Quando saranno freddi preparate la glassa. Versate in una ciotola zucchero a velo e acqua 13; mescolate con una frusta fino ad ottenere una glassa liscia 14. Immergete poi soltanto il lato superiore del tarallino nella glassa 15,

poi capovolgetelo 16 e trasferitelo su un vassoietto foderato con la carta forno. Ripetete la stessa operazione per tutti gli altri 17 e lasciateli raffreddare completamente prima di servire i vostri occhi di Santa Lucia 18

Conservazione

Gli occhi di Santa Lucia si conservano per 4/5 giorni chiusi in una scatola ermetica a temperatura ambiente. 

Consiglio

Aggiungete un po' d'anice per aromatizzare l'impasto. 

Curiosità

In dialetto pugliese viene definita giuleppe una bevanda o sciroppo a base di acqua, zucchero e frutta bollita. Per estensione è diventato un termine per identificare qualsiasi cosa molto dolce e zuccherina. Anche la glassa per preparare gli occhi di Santa Lucia viene quindi chiamata così, giuleppe.

12 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • FedericaB94
    giovedì 27 febbraio 2020
    Vorrei sapere che consistenza hanno. Quelli che ricorda mia madre erano talmente duri che era difficile mangiarli
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 28 febbraio 2020
    @FedericaB94: Ciao, non sono così duri questi, anzi diciamo sono friabili smiley
  • Rania5
    sabato 14 dicembre 2019
    posso sostituire le uova con altra cosa ?
    Redazione Giallozafferano
    sabato 14 dicembre 2019
    @Rania5: ciao! purtroppo in questa ricetta non è possibile! 
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo