Paella alla valenciana

PRESENTAZIONE

Paella alla valenciana

E’ il piatto nazionale della Spagna e viene preparato in tante varianti diverse: de marisco, vegetariana, mista… stiamo parlando, ovviamente, della paella! Quella originale pare sia proprio la paella alla valenciana, la cui ricetta prevede principalmente coniglio, pollo e verdure, ma anche in questo caso le versioni cambiano a seconda della famiglia o del ristorante in cui viene preparata. La base di riso e zafferano viene arricchita con carne e verdure fra cui fagiolini, peperoni e pomodori, ma è molto comune anche l’utilizzo di lumache, fagioli, carciofi o altri ingredienti di stagione… d’altronde la paella nasce come piatto di recupero e quindi veniva personalizzata a seconda di quello che si aveva a disposizione sul territorio. Molto più rigide sono invece le regole per cucinarla: per esempio, è assolutamente vietato mescolare il riso dopo aver aggiunto il brodo perché sarà proprio la parte che rimane attaccata sul fondo della padella a dare al piatto quel suo sapore caratteristico. Per noi italiani, cultori del risotto, potrà sembrare una cosa strana, ma anche gli spagnoli sono famosi nel mondo per i loro piatti a base di riso e per questo vi consigliamo di seguire le nostre indicazioni per preparare una delle ricette più buone della cucina iberica, la paella alla valenciana! Scoprite anche un'altra ricetta molto famosa che unisce il riso a tanti sapori di terra e di mare: la jambalaya creola!

Leggi anche: Paella vegetariana

INGREDIENTI
472
CALORIE PER PORZIONE
Riso vialone nano 350 g
Brodo vegetale 800 g
Coniglio da pulire 700 g
Fusi di pollo 550 g
Pomodori ramati maturi 400 g
Peperoni verdi 200 g
Fagiolini 150 g
Zafferano in pistilli 1 cucchiaino
Olio extravergine d'oliva 30 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare la Paella alla valenciana

Per realizzare la paella alla valenciana, per prima cosa preparate il brodo di verdure che vi servirà per cuocere il riso. Mettete i pistilli di zafferano in una brocchetta 1, prelevate un mestolo di acqua calda del brodo e versatelo sopra ai pistilli 2: lasciateli in infusione fino al momento in cui dovranno essere utilizzati. Ora passate alla preparazione del resto degli ingredienti. Pulite il coniglio dalle interiora e tagliatelo a tocchetti di 2-3 cm 3: in tutto dovreste ottenere 500 g di polpa di coniglio.

Dividete i fusi di pollo a metà e tenete da parte 4. Mondate i peperoni, eliminate i semi e filamenti interni e tagliateli prima a falde 5 e poi a pezzi grossolani 6.

Lavate i pomodori e tagliateli prima a fette 7 e poi a tocchetti 8. Infine spuntate i fagiolini e divideteli a metà 9.

Prendete la padella per paella (in alternativa scegliete una padella molto ampia, possibilmente di ferro o di acciaio), scaldate l’olio e cominciate ad aggiungere il coniglio 10 e il pollo 11. Salate, pepate e fate rosolare per 15 minuti a fiamma medio-alta toccando la carne il meno possibile in modo che si formi una gustosa crosticina 12.

Quando la carne sarà rosolata, spostatela verso i lati della padella e aggiungete al centro i peperoni 13, i fagiolini 14 e i pomodori 15. Cuocete le verdure per 10 minuti, in modo che rimangano croccanti.

A questo punto versate il riso nella padella distribuendolo a forma di croce 16 e fatelo tostare per un minuto mescolandolo insieme agli altri ingredienti, poi aggiungete il brodo vegetale tutto in una volta 17: da questo momento in poi non dovrete più toccare il riso. Unite anche il liquido con i pistilli di zafferano che avevate lasciato in infusione 18 e proseguite la cottura per 30 minuti a fiamma medio-bassa, sempre senza mescolare.

Trascorso il tempo di cottura del riso, il liquido dovrebbe essere stato assorbito completamente, quindi spegnete il fuoco, coprite la padella con un foglio di alluminio 19 e lasciate riposare per una decina di minuti. Una volta pronta, rimuovete il foglio di alluminio e mescolate bene per amalgamare il tutto, avendo cura di grattare il fondo della padella per rimuovere anche il riso che è rimasto attaccato e che renderà il tutto ancora più saporito 20. La vostra paella alla valenciana è pronta per essere servita 21!

Conservazione

La paella alla valenciana si può conservare in frigorifero, in un contenitore ermetico, per massimo 2 giorni. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Le varietà di riso Bomba e Redondo sono ideali per la paella, ma se non riuscite a trovarle andrà bene una viarietà affine di facile reperibilità: il vialone nano. In alternativa ai fagiolini potete utilizzare le taccole o piattoni, mentre i pomodori freschi possono essere sostituiti con la polpa di pomodoro. Potete aggiungere alla preparazione anche dei fagioli come quelli bianchi di Spagna. Se desiderate, potete rifinire il piatto con una spruzzata di limone e una manciata di rosmarino o prezzemolo!

121 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • giogal
    venerdì 11 ottobre 2019
    salve ..non avendo i pistilli ma le bustine di zafferano quante dovrebbero bastarne? grazie.
    Redazione Giallozafferano
    sabato 12 ottobre 2019
    @giogal:Ciao, una bustina è sufficiente smiley
  • maddalenap
    giovedì 13 giugno 2019
    Buongiorno, il riso Roma può andare bene? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 13 giugno 2019
    @maddalenap: ciao! non abbiamo provato ma non dovrebbe essere un problema! 
29 FATTE DA VOI
fede_1998
buonissimo 🍷
CLA '80
dicono che era buono
19steffy84
sapori unici
Vanesi@.84
semplicemente unica!!
surani
questo mia paella
GiannaM59
La mia prima paella riuscita dopo vari tentativi molto buona e abbastanza facile da fare una ricetta da conservare complimenti
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo