Pan brioche ai semi di lino

PRESENTAZIONE

Preparare il pane in casa è una grandissima soddisfazione! Oggi vogliamo rendere questo piacere ancora più speciale proponendovi una ricetta genuina, gustosa e innovativa: pan brioche ai semi di lino! Genuina e ricca di sostanze preziose per l'organismo: i semi di lino infatti sono ricchi di omega 3 e favoriscono il buon funzionamento del nostro organismo. Gustosa, perché il pan brioche con la sua tipica forma a bauletto è perfetto per preparare un goloso French toast per la colazione o da farcire con formaggi e affettati per un pranzo veloce o uno spuntino sostanzioso! Innovativa, perché per renderlo ancora più morbido abbiamo utilizzato il water roux, uno starter molto facile da realizzare che permette di ottenere un impasto ben idratato, quindi dei lievitati particolarmente soffici. Se la vostra passione è mettere le mani in pasta, siamo certi di avervi incuriosito e vi assicuriamo che il pan brioche ai semi di lino non deluderà le vostre aspettative! Mettetevi alla prova anche con il pane in cassetta integrale con water roux… e tutti vi chiederanno “ma l’hai davvero fatto tu”?

Leggi anche: Pane in cassetta integrale

INGREDIENTI

314
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per uno stampo da 26x11 cm
Farina 0 350 g
Farina Manitoba 150 g
Latte intero a temperatura ambiente 240 g
Acqua a temperatura ambiente 100 g
Zucchero di canna 25 g
Burro a temperatura ambiente 20 g
Lievito di birra fresco 5 g
Semi di lino 20 g
Sale fino 1 cucchiaino
Per il water roux
Acqua a temperatura ambiente 250 g
Farina 0 50 g
per spennellare e guarnire
Tuorli 1
Latte intero 10 g
Semi di lino q.b.
Preparazione

Come preparare il Pan brioche ai semi di lino

Per realizzare il pan brioche ai semi di lino, per prima cosa preparate il water roux: versate l’acqua a temperatura ambiente in un pentolino 1, aggiungete la farina setacciata 2 e mescolate a fuoco dolce con una spatola o una frusta facendo attenzione a non formare dei grumi 3.

Quando il composto avrà raggiunto una consistenza gelatinosa dall’aspetto opalescente 4, rimuovete il pentolino dal fuoco e trasferite il composto in un barattolo o in un contenitore 5, dove lo lascerete raffreddare 6 chiuso con il coperchio o coperto con pellicola a contatto. Una volta raffreddato, il water roux sarà pronto per essere utilizzato, quindi prelevatene una porzione del peso di 150 g che vi servirà per il resto della ricetta.

Sbriciolate il lievito di birra nell’acqua a temperatura ambiente 7 e mescolate con un cucchiaino per scioglierlo completamente 8. Versate la farina 0 e la farina manitoba nella ciotola di una planetaria munita di frusta a gancio 9,

poi unite il water roux 10, il lievito disciolto nell’acqua 11, il latte 12

e lo zucchero di canna 13. Lavorate il tutto a velocità bassa fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo, poi aggiungete il burro ammorbidito poco per volta, mantenendo la planetaria in funzione, avendo cura che ogni pezzetto venga assorbito completamente dall’impasto prima di aggiungerne un altro 14. In ultimo unite il sale 15

e i semi di lino 16 e continuate a lavorare fino a che l’impasto non si staccherà dai bordi della ciotola 17. Trasferite l’impasto su un piano da lavoro leggermente infarinato e lavoratelo velocemente con le mani per formare una palla bella liscia 18.

Trasferite la palla di impasto in una ciotola, coprite con pellicola 19 e lasciate lievitare a temperatura ambiente per circa 1 ora e mezza. Trascorso il tempo di lievitazione, mettete l’impasto sul piano leggermente infarinato e dividetelo in 3 parti uguali 20. Pirlate ogni porzione di impasto ruotandola fra le mani per formare una sfera perfetta e ben soda 21.

Oliate uno stampo da plumcake o pane in cassetta da 26x11 cm 22 e posizionate all’interno le 3 sfere di impasto 23, poi coprite con pellicola e lasciate lievitare a una temperatura di 26°-27° (per esempio nel forno spento con la luce accesa) fino a che l’impasto non avrà raggiunto i bordi dello stampo 24; ci vorrà almeno 1 ora e mezza.

Una volta lievitato, spennellate la superficie dell’impasto con il composto di latte e tuorlo che avrete sbattuto insieme 25, cospargete con i semi di lino 26 e cuocete in forno statico preriscaldato a 190° per circa 45 minuti, posizionandolo sul ripiano in basso. Per verificare la cottura potete usare un termometro da cucina: quando il cuore avrà raggiunto i 96° potete sfornare il vostro pan brioche e lasciarlo raffreddare. Una volta raffreddato, rimuovete il pan brioche ai semi di lino dallo stampo e gustatelo come preferite 27!

Conservazione

Il pan brioche ai semi di lino si può conservare per circa 2 giorni coperto con pellicola. Potete congelarlo una volta cotto. Il water roux si può preparare in anticipo; quello che avanza si può conservare in frigorifero per una settimana al massimo.

Consiglio

Se desiderate potete realizzare il pan brioche anche con una farina di tipo 1 e sostituire o aggiungere ai semi di lino altre varietà di semi oleosi come quelli di sesamo o di girasole.

Curiosità

Il water roux, o tangzhong, è una tecnica giapponese diventata popolare grazie a un libro pubblicato nel 2007 e intitolato “65°C Bread Doctor”. Il titolo si riferisce alla temperatura che il composto di acqua e farina deve raggiungere prima di essere tolto dal fuoco, quindi 65°; in alternativa al termometro è possibile regolarsi sulla consistenza del composto che deve diventare gelatinoso e quasi trasparente. I vantaggi del water roux sono molteplici: gli impasti realizzati con questa tecnica, infatti, risultano ben idratati e particolarmente elastici e conferisce al prodotto finale una notevole morbidezza. I lievitati, inoltre, rimangono soffici più a lungo; tuttavia può richiedere più tempo per raggiungere la giusta lievitazione. Per realizzare il water roux bisogna utilizzare una combinazione di farina e acqua in rapporto di 1 a 5: per questa ricetta abbiamo preferito preparare una dose maggiore di water roux per facilitarne la riuscita, tenendo in considerazione che la quantità in esubero può essere conservata in frigorifero e utilizzata entro una settimana.

28 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Papperina90
    mercoledì 01 aprile 2020
    Buongiorno, non ho lo zucchero di canna. Posso usare il miele e quanto? se no ho anche lo zucchero mascobado ma ho paura che sia troppo forte il sapore. Grazie
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 01 aprile 2020
    @Papperina90: Ciao, la quantità è davvero molto piccola non dovrebbe caratterizzare così tanto l'impasto, eventualmente prova con lo zucchero semolato o un cucchiaino di miele.
  • fedesmack
    sabato 14 marzo 2020
    è la terza volta che lo faccio e devo sempre aggiungere almeno 100/150g di farina.. non capisco quale sia il problema..
    Redazione Giallozafferano
    domenica 15 marzo 2020
    @fedesmack: Ciao, ci sembra strano... utilizzi farina 0 e manitoba?
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo