Pan brioche al farro

/5

PRESENTAZIONE

Per un soffice risveglio, non c'è nulla di più buono del pane tagliato a fette da spalmare con una buona marmellata, fatta in casa magari! E se anche il pane fosse realizzato da voi? Per un ottimo risultato il segreto è una lenta lievitazione in un luogo ben temperato, ma anche la scelta delle farine incide sulla consistenza e sul gusto! La ricetta del pan brioche al farro è realizzata proprio con la farina di farro che oltre ad essere ricca di proprietà e di fibre, renderà questo pane molto aromatico. Potrete utilizzare il pan brioche al farro sia per le vostre colazioni che per arricchire il cestino del pane durante una cena speciale, magari insieme a una gustosa focaccia di farro tagliata a quadratini! Non solo: perché non partire proprio dal pan brioche per realizzare delle fragranti fette biscottate al farro?

INGREDIENTI

Ingredienti per uno stampo di 31x11 cm
Farina di farro 150 g
Farina 00 100 g
Farina Manitoba 250 g
Latte intero 125 ml
Lievito di birra secco 4 g
Sale fino 8 g
Uova 2
Tuorli 1
Zucchero 20 g
Acqua (a temperatura ambiente) 50 ml
Burro (morbido) 150 g
Per guarnire
Semi di sesamo q.b.
Semi di papavero q.b.
Per spennellare
Uova 1
Latte 1 cucchiaio
Preparazione

Come preparare il Pan brioche al farro

Per preparare il pan brioche al farro, iniziate versando il lievito di birra secco nel latte tiepido (potete usare anche il lievito di birra fresco, in questo caso la dose è 12 g), mescolate per farlo sciogliere completamente 1; versate anche il sale nell'acqua a temperatura ambiente 2 e mescolate per farlo sciogliere. Quindi nella ciotola di una planetaria versate la farina 00, la manitoba e quella di farro 3.

unite anche lo zucchero 4 e iniziate a lavorare la miscela con la frusta K; quindi versate poco alla volta il latte in cui avete sciolto il lievito 5. Lavorate l'impasto alcuni minuti fino a quando il latte sarà stato assorbito, poi versate anche le due uova intere e il tuorlo, poco alla volta 6 e continuate a far andare la planetaria fino a completo assorbimento.

Aggiungete anche l'acqua in cui avete disciolto il sale 7 e quando si sarà assorbita, fermate la planetaria e sostituite il gancio alla frusta; quindi unite un pezzetto alla volta il burro morbido 8 aspettando che si sia amalgamato prima di aggiungere il successivo. Lavorate l'impasto a velocità media per circa 20 minuti. Poi, quando sarà liscio ed elastico, arrestate la planetaria 10,

ponete l'impasto su un piano di lavoro e maneggiatelo brevemente per dargli una forma rotona, quindi ponetelo in una ciotola leggermente oleata e coprite con pellicola trasparente 10: lasciatelo lievitare per almeno 30 minuti. Passato il tempo necessario l'impasto avrà raddoppiato il suo volume 11. Quindi riprendetelo e stendetelo leggermente per formare un rettangolo lungo circa 31 cm 12

Arrotolatelo 13 per formare un bigolo e ponetelo con la chiusura rivolta verso il basso in uno stampo da plucake di 31x11 foderato con carta da forno 12. Spennellate la superficie con l'uovo sbattuto con un cucchiaio di latte 15,

Cospargete la superficie di semi di sesamo e di papavero 16, quindi lasciate lievitare in forno spento con luce accesa fino a quando non avrà raggiunto il bordo, ci vorranno circa 40-50 minuti 17; a questo punto cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per circa 40 minuti (160° per circa 30 minuti se forno ventilato). Una volta cotto, sfornatelo e lasciatelo intiepidire, quindi sformatelo per farlo raffreddare su una gratella 18. Il vostro pan brioche al farro è pronto per essere affettato e gustato!

Conservazione

Potete conservare il pan brioche al farro in un sacchetto per alimenti o sotto una campana di vetro per 1-2 giorni.

Potete congelare l'impasto crudo dopo la prima lievitazione  o cotto, solo se avete utilizzato ingredienti freschi non decongelati.

Consiglio

Potete arricchire il pan brioche al farro anche con semini di zucca, lino, oppure noci. Se poi deciderete di utilizzarlo per arricchire il cestino del pane per le vostre cene, anche con olive sminuzzate, magari distribuite nell'impasto prima di arrotolarlo in modo che, una volta cotto e affettato, il ripieno appaia a mo' di spirale!

RICETTE CORRELATE
COMMENTI34
  • Giraffetta1981
    martedì 19 maggio 2020
    Ho apportato alcune modifiche:al posto del latte,ho messo un tipo di latte di cocco leggermente cremoso,a quello del burro la margarina e la farina 00 L’ ho sostituita con quella integrale!ottimo e sofficissimo 😋
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 20 maggio 2020
    @Giraffetta1981: Ciao, complimenti e siamo felici del risultato! smiley
  • Nora88
    giovedì 07 maggio 2020
    Ciao a tutti! se volessi conservare l’impasto tutta la notte in frigo per informarlo il mattino dopo dovrei farlo dopo la prima o dopo la seconda lievitazione?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 07 maggio 2020
    @Nora88:Ciao, puoi riporlo in frigo dopo la prima lievitazione.