Pan di ramerino

PRESENTAZIONE

Una ricetta antica, che i fornai e le famiglie toscane si tramandano di generazione in generazione, dal Medioevo fino ai giorni nostri: il pan di ramerino.
Il pan di ramerino è un pane piccolo e dolce, con una crosta spessa ma morbido dentro, preparato con pasta di pane arricchita con olio extravergine aromatizzato al rosmarino e uvetta passa.
La parola ramerino indica, in dialetto toscano, la pianta del rosmarino che dona un sapore unico e particolare a questi panini! Per una migliore riuscita della ricetta vi consigliamo di usare rosmarino fresco e olio extravergine toscano di ottima qualità.
Come tutte le ricette regionali, la ricetta del pan di ramerino cambia da città a città e persino da famiglia a famiglia. Noi abbiamo usato la ricetta di una nonna di Firenze.
Il pan di ramerino è un pane buono e profumato, che racchiude benissimo i sapori di una volta!

Leggi anche: Pan di limone

INGREDIENTI
Ingredienti per 12 panini
Farina Manitoba 250 g
Farina 00 250 g
Lievito di birra secco 4 g
Uvetta 200 g
Zucchero 100 g
Rosmarino 15 g
Sale fino 10 g
Acqua tiepida 170 g
Tuorli 1
Olio extravergine d'oliva 100 ml
Preparazione

Come preparare il Pan di ramerino

Per preparare il pan di ramerino, iniziate a mettere in ammollo l'uvetta in acqua fredda 1. Scaldate l’olio di oliva extravergine insieme gli aghi di rosmarino in un padella per 15 minuti a fuoco basso 2 (fino a quando il rosmarino cambierà colore). Aiutandovi con un colino, filtrate l’olio, eliminate gli aghi di rosmarino 3 e tenete da parte.

In una ciotola ponete la farina manitoba e quella 00 4, lo zucchero 5 e il sale 6.

Mescolate le polveri con le mani 7 quindi sciogliete il lievito nell’acqua tiepida 8 e versatelo nella ciotola 9.

Aggiungete anche l’olio aromatizzato al rosmarino all’impasto 10 e iniziate ad impastare per amalgamare gli ingredienti 11. Unite l’uvetta 12, scolata e ben strizzata, incorporatela all’impasto e

trasferite il composto su di una spianatoia infarinata 13. Continuate ad impastare con le mani 14, fino ad ottenere un impasto liscio che risulterà non molto morbido ma compatto 15. Ponete l'impasto in una ciotola e lasciatelo lievitare, coperto con una pellicola, in un luogo al riparo dalle correnti per circa 2 ore.

L’impasto non lieviterà tantissimo ma risulterà lo stesso ben gonfio 16. Dividetelo in 12 panini da 80 gr circa l’uno 17, modellateli a forma di pallina 18 e

metteteli su una leccarda foderata con carta da forno a lievitare per un’altra ora 19. Trascorso questo tempo, spennellate i panini con dell'olio di oliva extravergine e praticate sulla superficie, con un coltello, delle incisioni a losanga 20. Infornate in forno statico già caldo a 200° per 20’ quindi togliete il pan di ramerino dal forno, spennellatelo con un tuorlo d’uovo allungato con un paio di cucchiai d’acqua 21 e rimetteli in forno per gli ultimi 5 minuti di cottura. Sfornate, lasciate raffreddare su di una gratella e gustate il vostro pan di ramerino!

Conservazione

Conservate il pan di ramerino per paio di giorni sotto una campana di vetro.
Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

L’impasto del pan di ramerino non è molto morbido e richiede molto olio di gomito per la lavorazione. Se avete difficoltà, potete utilizzare un’impastatrice con il gancio.
Potete spennellare il pan di ramerino prima dei cinque minuti finali di cottura invece che con l'uovo con uno sciroppo fatto con una parte di acqua e una di zucchero.

Curiosità

Il pan di ramerino si preparava tradizionalmente solo durante il periodo quaresimale; per esempio a Firenze si trovava nei forni solo il giovedì santo, prima di Pasqua, già benedetto dal prete.
Oggi il pan di ramerino viene preparato in tutti i periodi dell’anno.

31 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Mara tucc
    martedì 21 febbraio 2017
    È buonissimi
  • Manuela
    mercoledì 23 novembre 2016
    Ho eseguito la ricetta ma non si è cotto tanto dentro.Ma siete sicuri della dose del lievito?Mi è sembrato poco per tutta quella farina.Grazie.
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 24 novembre 2016
    @Manuela: Ciao Manuela 4 gr di lievito di birra disidratato corrispondono a 12 gr di quello fresco e sono sufficienti per queste dosi. Per la cottura probabilmente dipende dal tuo forno, la prossima volta prova a diminuire la temperatura e lasciali dentro qualche minuto in più! 
1 FATTA DA VOI
ireneamadio
mmmmmmmm
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo