Pane al farro

/5

PRESENTAZIONE

Il farro è un cereale prezioso con cui si possono realizzare tante deliziose ricette, grazie al suo gusto rustico. Oggi per farvi apprezzare ancora di più il suo sapore abbiamo realizzato il pane al farro con una combinazione di lievito madre e lievito di birra, uno dei prodotti da forno più buoni che ci sia! Per farlo occorre avere un po' di pazienza: si tratta, infatti, di un impasto molto idratato, ma con un po' di manualità e i nostri consigli tra come impastare e fare le pieghe otterrete un risultato straordinario per il pane fatto in casa. Ci raccomandiamo di rispettare i tempi di lievitazione e di riposo dell'impasto, il risultato vi ripagherà sicuramente! Grazie all'utilizzo del lievito madre, otterrete una pagnotta dalla crosta croccante, un interno ben alveolato e molto soffice. Avete già l'acquolina in bocca?! mani in pasta, si comincia! 

Ecco altre ricette con la farina di farro da preparare a casa:

INGREDIENTI

Ingredienti per l'idrolisi
Acqua (a temperatura ambiente) 100 g
Farina di farro integrale 100 g
Per l'impasto (per una pagnotta da 500 g)
Farina di farro integrale 70 g
Lievito madre (solido, rinfrescato da almeno 3-5 ore) 50 g
Lievito di birra fresco 3 g
Farina Manitoba 130 g
Acqua (a temperatura ambiente) 130 g
Sale fino 10 g
Preparazione

Come preparare il Pane al farro

Per preparare il pane al farro iniziate dall'autolisi: in una ciotola versate la farina di farro e l'acqua 1, mescolate con un mestolo di legno 2, fino ad ottenere un composto omogeneo. Coprite con pellicola e lasciate riposare per un'ora 3. Questo processo permette alla farina di assorbire meglio l'acqua e di sviluppare una maglia glutinica migliore.

Passaimo all'impasto: in una ciotola ponete il lievito madre e il lievito di birra fresco 4. Aggiungete una parte dell'acqua e ammorbidite tutto con le mani 4, non ci sarà bisogno di scioglierli completamente. In un'altra ciotola capiente versate l'impasto ottenuto dall'autolisi 5, la farina di farro 6 e quella manitoba. 

Unite i lieviti disciolti in acqua 7 e l'acqua rimasta. Impastate in ciotola con le mani per circa 5 minuti 8 fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico 9

Coprite con un panno da cucina asciutto e pulito 10 e lasciate riposare per 10 minuti. Passato questo tempo, versate il sale 11 e lavorate per altri 5 minuti circa per farlo assorbire completamente 12.

Dovrete arrivare a non sentire più i granellini di sale maneggiando l'impasto 13. Coprite nuovamente con il panno 14 e lasciate riposare per altri 15 minuti 14. Ora potete iniziare con le "pighe a 4" per dare forza al vostro impasto e renderlo liscio: sollevate quindi un lembo di pasta 15 e portatelo verso il centro.

Fate 4 volte questo movimento per prendere i lembi dell'impasto, girando la ciotola 16. Coprite con un panno 17 e lasciate riposare per altri 15 minuti. Ripetete questa operazione per 3 volte sempre a distanza di 15 minuti, sempre facendo 4 pieghe all'impasto. Dopo aver realizzato le pieghe coprite con pellicola 18. 

Lasciate lievitare per un'ora e mezza a temperatura ambiente. Trasferite quindi l'impasto in frigorifero e lasciate lievitare per un minimo di 12 ore e un massimo di 18 ore. Riprendete l'impasto e lasciatelo a temperatura ambiente per un paio d'ore prima di lavorarlo. 19 Ora trasferitelo su una spianatoia leggermente infarinata 20. Allargate delicatamente l'impasto con le mani fino a formare un rettangolo grande 35x22 cm 21

Ripiegate quindi il lato superiore verso il centro 22 e poi riportate sopra quello inferiore in modo da farli combaciare 23. A questo punto portate verso il centro l'impasto, piegandolo lateralmente prima da un lato 24 e poi dall'altro. 

Portate gli angoli del rettangolo ottenuto verso il centro, in modo da ottenere una sorta di fagottino 25; capovolgete e pirlate l'impasto fino ad ottenere una forma sferica 26. Trasferite all'interno di una ciotola, grande 20x9 cm dove avrete già sistemato all'interno un canovaccio ben infarinato 27

Ricoprite con i lembi del canovaccio 25 e lasciate lievitare a temperatura ambiente per 6 ore. A questo punto 29 trasferite l'impasto capovolgendo la ciotola su una teglia da forno leggermente infarinata 30.

Utilizzando un taglierino o un coltello molto affilato praticate un taglio obliquo 31. Cuocete in forno statico a 250° per 25 minuti, abbassate poi la temperatura a 220° e cuocete ancora per 15 minuti. Poi sfornate 32 e lasciate raffreddare prima di tagliarlo e servirlo 33

Conservazione

Il pane al farro si conserva per 3-4 giorni in un sacchetto di carta. 

In alternativa è possibile congelarlo, una volta che sarà raffreddato potete tagliarlo a fette!

Consiglio

E' possibile aggiungere dei semi vari all'impasto. 

 

RICETTE CORRELATE
COMMENTI2
  • saraspadina
    sabato 07 maggio 2022
    Se non avessi il lievito madre cosa posso usare? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 09 maggio 2022
    @saraspadina: ciao! purtroppo bisognerebbe ricalibrare tutti gli ingredienti e i vari tempi di riposo. Ti consigliamo di scegliere una ricetta con il lievito di birra e piuttosto provare ad utilizzare la farina di farro!
  • miu2017
    sabato 07 maggio 2022
    Non ho lievito madre quanto lievito di birra devo mettere nella ricetta? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 09 maggio 2022
    @miu2017: ciao! purtroppo bisognerebbe ricalibrare tutti gli ingredienti e i vari tempi di riposo. Ti consigliamo di scegliere una ricetta con il lievito di birra e piuttosto provare ad utilizzare la farina di farro!

Chiudi