Pane di semola

PRESENTAZIONE

Panificare in casa è una tendenza nuova che rispolvera le nostre vecchie tradizioni: è rilassante e soddisfacente e restituisce un prodotto genuino e durevole. Oltre al classico impasto di base vi abbiamo proposto di fare quello integrale, quello speciale alla zucca... ma in tanti ci avete chiesto come si realizza il pane di semola! Noi ci siamo messi subito all'opera e abbiamo studiato la ricetta perfetta per prepararlo in casa! Realizzarlo sarà davvero semplice, rispettando i tempi di riposo e di lievitazione indicati. Solo in questo modo infatti otterrete un pane cotto alla perfezione, caratterizzato da una crosticina fragrante e una mollica molto morbida. La semola rilascerà al pane un gusto rustico e un colore dorato, tipicamente caratteristici di questa farina. E nel frattempo che il pane lievita preparate un bel ragù napoletano, la scarpetta è assicurata!

Leggi anche: Pane ai cereali

Preparazione

Come preparare il Pane di semola

Per preparare il pane di semola come prima cosa realizzate la biga. Versate la semola in una ciotola, sciogliete il lievito di birra fresco all'interno dell'acqua a temperatura ambiente 1. Versate all'interno della ciotola 2 e iniziate ad impastare con le mani 3

Quando avrete ottenuto un composto omogeneo 4 coprite con pellicola e lasciate maturare fuori dal frigo per 18 ore 5. E' normale che dopo il tempo indicato la biga non avrà aumentato di tanto il suo volume. Passate all'impasto: nella ciotola di una planetaria versate la semola e la farina 0 6

Aggiungete la biga maturata 7 il lievito di birra sbriciolato 8 e metà dell'acqua 9

Iniziate ad impastare con il gancio 10 e aggiungete poco per volta l'acqua rimasta 11 e in ultimo il sale 12

Lavorate fino a che l'impasto non risulterà liscio e ben incordato 13. Poi coprite con un canovaccio e lasciate riposare una decina di minuti 14. Trasferite poi su un piano e realizzate delle piege: con le mani bagnate portate i lembi di pasta dall'esterno verso il centro 15, così fino ad ottenere di nuovo una sfera. Lasciate riposare per 10 minuti. 

Ripetete questa operazione per altre 3 volte 16, lasciando sempre riposare tra un passaggio e l'altro. Ungete una ciotola (preferibilmente di legno) 17, trasferite l'impasto all'interno e coprite con pellicola 18

Lasciate lievitare per 3 ore a temperatura ambiente. Quando sarà raddoppiato di volume 19, trasferitelo su un piano spolverizzato con la semola 20 e fate delle altre pieghe di rinforzo 21.  

Date all'impasto la forma di un filoncino 22 e trasferitelo su una leccarda spolverizzata con la semola. Spolverizzate anche la superficie 23. Fate lievitare per 30 minuti in forno spento con luce accesa.

Con un coltellino affilato realizzate un taglio centrale su tutta la lunghezza 25 26. In alternativa se preferite potete realizzare dei tagli trasversali. Cuocete in forno statico preriscaldato a 250°, sul ripiano in basso, per circa 45 minuti. Poi spegnete il forno, trasferite il pane sulla griglia e aspettate fino a che sarà completamente freddo 27.

Conservazione

Il pane di semola si conserva per 3 giorni in un sacchetto di carta. Una volta cotto e freddo potete tagliarlo a fette e congelarlo. 

Consiglio

Aggiungete nell'impasto semi di lino o di girasole. 

49 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Basix87
    sabato 16 maggio 2020
    Ho seguito la ricetta alla lettera ma si scurisce troppo la pagnotta fuori e resta tanto soffice internamente è normale questa cosa? Ripeto in forno a 250 gradi 45 minuti circa in modalità statica. Se qualcuno può condigliarmi grazie mille
    Redazione Giallozafferano
    sabato 16 maggio 2020
    @Basix87: Ciao, forse il tuo forno è molto potente, cuoci il pane sul ripiano più basso come indicato? Prova ad abbassare sensibilmente la temperatura dopo la metà della cottura
  • Salvatore260702
    lunedì 11 maggio 2020
    ciao il pane viene spettacolare ed è già un po’ di volte che lo rifaccio , volevo chiedervi ma L’ acqua bisogna aggiungerla tutta o se non la assorbe più posso smettere per esempio io alla fine di solito non aggiungo 520g ma 490/500 g di acqua grazie
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 11 maggio 2020
    @Salvatore260702: Ciao! Ogni farina ha un diverso grado di assorbimento dei liquidi quindi è possibile che non sia necessario aggiungere tutta l'acqua... l'importante è che la consistenza dell'impasto corrisponda a quella indicata nella ricetta smiley
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo