Pane integrale

/5
Pane integrale
262
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 45 min
  • Costo: basso
  • Nota: più il tempo di lievitazione di circa 2 ore

Presentazione

Il pane integrale è un pane rustico, ricco e sostanzioso. Ideale da preparare la domenica mattina quando il tempo a disposizione è maggiore; infatti se conservato adeguatamente questo pane durerà a lungo e manterrà la sua fragranza. Sarà perfetto per arricchire il cestino del pane, magari insieme a una sfiziosa focaccia di farro, e per fare un'appetitosa scarpetta durante i pasti... ma se leggermente tostato e cosparso di confettura si trasformerà in una magnifica colazione! Il pane integrale, preparato con una farina ricca di crusca, è un ottimo sostituto del pane bianco in quanto ricchissimo di fibre, vitamine e sali minerali.
Preparare una fragrante pagnotta di pane integrale in casa è davvero un gioco da ragazzi, scoprite insieme a noi come fare!

Ingredienti per una pagnotta

Farina integrale 500 g
Olio extravergine d'oliva 3 cucchiai
Sale fino 10 g
Acqua 350 ml
Malto 1 cucchiaino
Lievito di birra fresco 12 g
Preparazione

Come preparare il Pane integrale

Pane integrale

Per preparare il pane integrale, sbriciolate il lievito di birra in una piccola ciotolina e ricopritelo con dell’acqua tiepida prendendola da quella che avete a disposizione come da ricetta (1). Unite anche il malto (o lo zucchero) e sciogliete il tutto. Nell’acqua rimanente sciogliete il sale (2) e unite l'olio (3).

Pane integrale

Versate la farina integrale in una ciotola, quindi unite il composto di lievito (4), mescolate e unite anche l’acqua con il sale disciolto e l’olio (5). Impastate per bene fino ad amalgamare gli ingredienti, poi trasferitevi su di una spianatoia e impastate con vigore per almeno 5-10 minuti, fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo (6).

Pane integrale

Spennellate con pochissimo olio una ciotola capiente e posizionate al suo interno l’impasto ottenuto (7). Coprite con della pellicola trasparente e mettete il tutto a lievitare nel forno spento ma con la luce accesa per almeno 1 ora e mezza o due. L’impasto dovrà raddoppiare il suo volume. Trascorso il tempo necessario, prendete l’impasto di farina integrale e lavoratelo fino ad ottenere un filone o un pagnotta (a seconda dei gusti) e cercando di tirare l’impasto affinchè la chiusura finisca sul fondo della sagoma scelta (8). Non realizzate delle sagome piatte e mosce, ma piuttosto cercate di dare forme bombate e ben tese, in modo che durante la lievitazione queste non tendano a crescere di lato appiattendosi ulteriormente, ma piuttosto si espandano in altezza. Posizionate il pane integrale su di una leccarda foderata con carta forno e copritelo con una ciotola di vetro o con della pellicola trasparente e mettetela di nuovo a lievitare fino al raddoppiamento del volume (meglio se nel forno spento con la luce accesa). Quando il pane sarà pronto, eseguite con il coltello dei tagli trasversali sulla superficie (9)  e infornatelo in forno statico già caldo a 180 gradi per circa 45-50 minuti; estraete il pane integrale dal forno quando sarà leggermente dorato in superficie!

Conservazione

Conservate il pane integrale a temperatura ambiente, chiuso in un sacchetto di plastica o di carta, per circa 4-5 giorni.

Questo pane si può congelare una volta cotto; al momento di servirlo fatelo scongelare in frigorifero e rinvenire in forno per un paio di minuti.

Consiglio

Questo tipo di pane è diffusissimo nel Nord del nostro paese, ma non si trova così facilmente altrove. Se volete una pagnotta meno "montanara" e più simile a quelle che si trovano in commercio potete sostituire metà della farina integrale con farina 00 e godervi una versione più soffice.

Leggi tutti i commenti ( 262 ) Le vostre versioni ( 21 )

Altre ricette

I commenti (262)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • Gregorio ha scritto: lunedì 17 settembre 2018

    ciao, seguendo la ricetta passo passo il risultato è stato ottimo, morbido dentro,fragrante fuori. volevo chiederti se è normale che l'impasto sia molto umido ed appiccicoso e quindi difficile da lavorare. grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 17 settembre 2018

    @Gregorio :Ciao, l'impasto è molto idratato quindi è normale che risulti un po' umido.

  • barby97 ha scritto: lunedì 28 maggio 2018

    posso preparare l impasto la sera prima in modo da lavorarlo una volta tornata a casa? conservandolo in frigo dovrei cambiare qualcosa nella ricetta?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 29 maggio 2018

    @barby97:Ciao, puoi lasciare l'impasto in frigorifero prima della seconda lievitazione. Il giorno successivo lascialo acclimatare a temperatura ambiente e poi procedi come indicato nella ricetta!

Leggi tutti i commenti ( 262 ) Scrivi un commento

Fatte da voi

  • caterinavicentini
    con aggiunta di 80g di noci
  • simododdo
    fantastico😋!!! croccante fuori e morbido e compatto dentro!
  • rosyta_ _ 87
    la ricetta secondo me prevede troppa acqua perciò ho dovuto aggiungere molta piu farina ma il risultato è ottimo !!

Ultime ricette

Dolci

Gli american muffin sono i famosissimi dolcetti americani a forma di fungo e cupola dorata. Perfetti per la colazione o una soffice merenda!

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 35 min

Contorni

La grigliata di zucca e porcini è uno sfizioso contorno con gli ingredienti di stagione. Una grigliata veg che farà felici proprio tutti!

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 10 min

Secondi piatti

Il salmone al forno è un secondo piatto semplice e raffinato, con una copertura di patate croccanti che mantiene il pesce tenero e succoso.

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 25 min
  • Cottura: 25 min

Pane integrale con lievito madre
Pane di segale integrale
Pane integrale senza lievito
Pane azzimo integrale
Antipasti
Primi
Secondi
Dolci
Antipasti veloci
Pasta
Biscotti
Pizze e focacce