Panettoncini con mandarino candito e rosmarino

PRESENTAZIONE

Natale si avvicina e... la mente va subito al profumo di panettoni fragranti appena sfornati, i classici o quelli speciali come quello ai fichi e mandorle. Gli occhi si illuminano del colore intenso dei mandarini immancabili sulla tavola delle feste o nei dolci da colazione come un buon pan di mandarino! Abbiamo deciso di combinare questi elementi insieme per creare una valida alternativa al classico dessert natalizio: panettoncini con mandarino candito e rosmarino! Piccoli deliziosi scrigni, morbidi e perfetti da regalare, dal gusto aromatico e molto delicato che impreziosiranno la vostra tavola delle feste! Buoni da soli, meglio ancora se accompagnati da una crema pasticcera da profumare all'arancia o al mandarino, per deliziare ancor di più il palato dei vostri ospiti! La lunga lievitazione dei panettonicini con mandarino candito e rosmarino vi permetterà di ottenere dei soffici bocconcini che faranno subito festa! Scoprite insieme a noi come preparare questi originali panettoncini!

Leggi anche: Panettoncini con gocce di cioccolato

INGREDIENTI

Ingredienti per la biga
Farina Manitoba 30 g
Lievito di birra secco 2 g
Acqua a temperatura ambiente 20 g
per il primo impasto
Farina Manitoba 50 g
Farina 00 60 g
Burro morbido 30 g
Zucchero 30 g
Tuorli 15 g
Acqua a temperatura ambiente 70 g
per il secondo impasto
Burro morbido 10 g
Farina 00 30 g
Zucchero 10 g
Miele 5 g
Tuorli 15 g
Sale fino 1 pizzico
per condire il secondo impasto
Mandarini canditi 65 g
Rosmarino (gli aghetti) 5 g
Acqua 30 g
Zucchero 50 g
per spennellare
Burro da fondere 10 g
Preparazione

Come preparare i Panettoncini con mandarino candito e rosmarino

Per preparare i panettoncini al mandarino candito e rosmarino, iniziate dalla biga: in una ciotolina versate la farina setacciata e il lievito disidratato 1, poi unite l'acqua a temperatura ambiente 2 e iniziate ad impastare a mano 3

quando avrete ottenuto un impasto liscio, date una forma sferica all'impasto e ponetelo nella ciotola, coperto con pellicola trasparente 4. Lasciatelo riposare a temperatura ambiente per circa 30 minuti. Poi trasferite in frigorifero a maturare per una notte intera (dalle 10 alle 12 ore). Passato il tempo indicato, potete iniziare il primo impasto: riprendete la biga 5 e trasferitela nella planetaria 6.

Montate il gancio e versate anche la farina setacciata 7, iniziate a far andare la planetaria e man a mano unite l'acqua a temperatura ambiente 8, poi lo zucchero 9

e lasciate incordare l'impasto, poi versate il tuorlo a temperatura ambiente 10. Una volta che l'impasto sarà nuovamente ben incordato, unite il burro ammorbidito 11. Quando il burro si sarà assorbito completamente e l'impasto sarà incordato al gancio 12, potete trasferire l'impasto su un piano di lavoro.

Lavoratelo  con le mani alcuni istanti, quindi date una forma rotonda 13 e ponetelo in una ciotola; coprite con pellicola trasparente 14 e lasciate lievitare per circa 6 ore in forno spento con luce accesa (ad una temperatura di circa 26°). Nel frattempo, preparate il rosmarino caramellato: in un pentolino versate l'acqua e lo zucchero 15;

Quando il composto avrà sfiorato il bollore, versate gli aghi di rosmarino e continuate a cuocere per circa 5 minuti, poi scolate gli aghi dallo sciroppo filtrando con un colino a maglie strette 17. Tenete da parte gli aghi di rosmarino canditi e preparate anche il mandarino candito: tagliatelo a fette 18

poi riducetelo a pezzetti 19 e tenete anch'esso da parte. Riprendete dopo le 6 ore di lievitazione l'impasto che sarà raddoppiato di volume 20. Versate l'impasto lievitato nella planetaria munita di gancio 21;

poi aggiungete la farina setacciata 22 e iniziate ad impastare a velocità media. Quindi versate lo zucchero 23, il miele 24,

e il tuorlo a temperatura ambiente 25; lasciate andare la planetaria fino a quando gli ingredienti non saranno ben assorbiti e incordato l'impasto, quindi unite il sale 26, poi il burro ammorbidito 27.

Infine unite i mandarini canditi 28 e gli aghi di rosmarino candito, tenendone alcuni da parte per la decorazione finale 29. Quando saranno amalgamati all'impasto, arrestate la planetaria e trasferite l'impasto su un piano di lavoro. Ricavate dall'impasto totale 4 pezzi da circa 120 g l'uno 30.

Lavorate sul piano roteando ciascun pezzo per ottenere delle palline 31 e ponetele nei rispettivi stampi di carta per pandorini 32. Lasciate lievitare per circa 4 ore a temperatura ambiente; saranno pronti quando avranno raggiunto i 3/4 dello stampo 33.

Quindi con un taglierino fate un'incisione a croce sulla sommità di ciascun pandorino e scalzate i lembi 34. Spennellate con il burro fuso 35 e ripiegate verso l'interno i lembi 36,

spennellate nuovamente la superficie dei panettoncini 37. Poneteli su una leccarda, aggiungete anche alcuni aghetti di rosmarino tenuti da parte 38 e cuoceteli in forno statico preriscaldato a 180° per circa 30 minuti (non consigliamo di usare il forno ventilato). Una volta pronti sfornateli 39 e lasciateli intiepidire prima di serivire i vostri panettoncini con mandarino candito e rosmarino!

Conservazione

Potete conservare i panettoncini con mandarino candito e rosmarino per 3 giorni al massimo, ben avvolti con pellicola trasparente.

Potete congelare l'impasto crudo già diviso negli stampini. Dovrete poi farli rinvenire a temperatura ambiente e farli lievitare nuovamente almeno 1 ora prima di cuocerli.

Potete anche congelare i panettoncini già cotti, poi scongelarli e scaldarli in forno prima di servire.

Consiglio

Se l'idea di accompagnare con la crema pasticcera i vostri panettoncini con mandarino candito e rosmarino non fosse abbastanza golosa per voi, non potrete resistere dall'aggiungere la scorza grattugiata degli agrumi: in primis mandarini, ma staranno ugualmente bene quella d'arancia o di limone!

3 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • lusyvi
    giovedì 27 dicembre 2018
    Salve, i mandarini canditi dove li trovo? se invece dovessi farlo, c'è una ricetta da poter seguire? grazie
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 28 dicembre 2018
    @lusyvi: Ciao, ecco la ricetta di una nostra blogger: "Rafano e cannella" Mandarini interi canditi altrimenti puoi provare nei negozi bio o che vendano prodotti per la pasticceria.
  • Parabrab
    giovedì 27 dicembre 2018
    Ciao, volevo sapere se posso sostituire il lievito secco von quello fresco e se si in quale proporzione? Grazie! Barbara
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 28 dicembre 2018
    @Parabrab: Ciao, ad 1 grammo di lievito secco corrispondono circa 3 g di quello fresco!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo