Panini all'olio

/5

PRESENTAZIONE

Che siate amanti dei grandi classici, come i panini al latte, o delle versioni più particolari, come i panini alla birra, una cosa è certa: fare il pane in casa è tutta un’altra cosa! Quindi vi proponiamo di cimentarvi nella ricetta dei panini all’olio, una variante altrettanto gustosa. Grazie al poolish realizzato con lievito di birra, un metodo utilizzato anche per l’impasto della ciabatta, otterrete un risultato croccante all’esterno e soffice all’interno oltre che più duraturo e profumato. Perfetti per essere farciti con formaggi, salumi o verdure per un pasto veloce o un ricco spuntino, i panini all’olio faranno un figurone anche da soli, nel cestino del pane, sia per le feste che per il pranzo di tutti i giorni. Provate a prepararli e vedrete che diventerete sempre più bravi nella magica arte della panificazione!

INGREDIENTI

Per il poolish (per 6 panini)
Farina Manitoba 100 g
Acqua a temperatura ambiente 100 g
Lievito di birra fresco 10 g
Per l'impasto
Farina 00 400 g
Acqua a temperatura ambiente 180 g
Olio extravergine d'oliva 100 g
Malto 10 g
Sale fino 10 g
Preparazione

Come preparare i Panini all'olio

Per realizzare i panini all’olio, per prima cosa preparate il poolish: versate la farina manitoba in una ciotola, aggiungete l’acqua 1 e il lievito di birra 2 e mescolate bene con un cucchiaio fino ad ottenere un composto fluido e omogeneo 3. Coprite la ciotola con pellicola e lasciate maturare a una temperatura di 25°-28° per circa un’ora (o fino al raddoppio del volume).

Trascorso questo tempo, versate la farina 00 nella ciotola di una planetaria munita di gancio, poi aggiungete il malto 4, l’acqua 5 e il poolish maturato 6. Lavorate gli ingredienti per circa 10 minuti.

Quando l’impasto risulterà ben incordato, unite l’olio 7 e il sale 8 e lavorate ancora il tutto fino ad ottenere un composto liscio e morbido 9.

Trasferite l’impasto sul piano di lavoro infarinato 10 e pirlatelo per ottenere una sfera ben soda 11. Trasferite la palla di impasto in un’ampia ciotola, coprite con pellicola 12 e lasciate lievitare sempre a una temperatura di 25°-28° per circa 2 ore o fino al raddoppio.

Trascorso il tempo di lievitazione 13, trasferite nuovamente l’impasto sul piano di lavoro infarinato e stendetelo con un mattarello per formare un rettangolo di 40x35 cm 14, poi arrotolatelo dal lato più lungo per ottenere un filone della lunghezza di 40 cm 15.

Tagliate il filone in 6 pezzi del peso di 150 g l’uno 16. Ora stendete ogni porzione di impasto con il mattarello per formare un ovale di circa 25x10 cm 17, poi arrotolatelo dal lato più corto 18.

Una volta arrotolati 19, adagiate i paninetti su una leccarda foderata con carta forno con il lato della chiusura rivolto verso il basso 20 e lasciate lievitare ancora per un’ora, sempre a una temperatura di 25°-28°. Dopodiché cuocete in forno statico preriscaldato a 190° per circa 30 minuti: dovranno risultare dorati all’esterno e soffici all’interno. Per maggiore sicurezza potete controllare la cottura con una sonda per verificare che la temperatura interna arrivi a 94°. I vostri panini all’olio sono pronti per essere sfornati 21!

Conservazione

I panini all’olio si possono conservare per circa 3 giorni chiusi in un sacchetto per alimenti.

Potete congelarli dopo averli cotti e lasciati raffreddare completamente.

Consiglio

E’ possibile sostituire il malto con la stessa dose di miele o zucchero semolato.

Suggerimenti e curiosità

A cosa serve il malto e dove si trova?

Il malto migliora la lievitazione e conferisce al prodotto finale un bel colore ambrato. Si può acquistare facilmente online oppure nei supermercati più forniti.

Si può utilizzare il lievito di birra secco al posto di quello fresco?

Sì, ma la dose in questo caso sarà di circa 3 grammi.

Posso lavorare l’impasto a mano se non ho la planetaria?

Sì, ma ci vorranno più tempo ed energia.

• Qual è il posto ideale per far lievitare l’impasto?

Il forno spento con la luce accesa è un'ottima soluzione per ottenere la giusta temperatura ed evitare le correnti d’aria.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI12
  • francyc
    lunedì 12 aprile 2021
    ciao! è possibile sostituire il lievito di birra con il lievito madre? e in che dosi? Grazie smiley
    Redazione Giallozafferano
    martedì 13 aprile 2021
    @francyc: Ciao, come regola generale si dovrebbe calcolare il peso degli ingredienti secchi e liquidi, quindi inserire il 30% del peso in lievito madre e togliere poi dalla ricetta la dose di acqua e farina già presente nel lievito madre!
  • frafrapi
    lunedì 12 aprile 2021
    per la farina integrale cosa bisogna variare? grazie
    Redazione Giallozafferano
    martedì 13 aprile 2021
    @frafrapi: Tutte le farine assorbono in diversa maniera, quindi cambiare il mix proposto o usare farine diverse implica dover regolarsi diversamente con i liquidi della ricetta, inoltre varierà necessariamente il risultato finale. Se volete quindi fare delle modifiche alla ricetta, l'unica soluzione è: provare, per trovare il mix vincente!