Panini cinesi al vapore (mantou)

PRESENTAZIONE

I mantou sono delle sofficissime nuvole di pane, realizzate con un impasto tipo focaccia e successivamente cotti al vapore. Non contenendo sale e grazie al tipo di cottura, questi bocconcini hanno un profumo ed un sapore molto delicato: la tipica crosta del pane infatti è sostistuita da una lucida copertura in superficie. I panini al vapore sono una chicca della cucina cinese settentrionale, dove si coltiva in particolar modo il grano al posto del riso. Questi panini, in Cina, sono realizzati sia per essere consumati vuoti (mantou), sia farciti con carne e verdure (baozi) e in tal caso vengono consumati come piatto unico o venduti per strada come spuntino pomeridiano. Esiste anche una versione dolce: una volta cotti al vapore i panini vengono fritti e serviti con una ciotolina di latte condensato. Se anche voi volete immergervi nel mondo asiatico, provate a realizzare questi morbidissimi panini cinesi cotti al vapore, ottimi per accompagnare il pasto e perché no per una colazione diversa dal solito!

Leggi anche: Ravioli cinesi al vapore

INGREDIENTI
393
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per 12 panini
Latte intero 300 g
Farina 00 500 g
Lievito di birra secco 5 g
Zucchero 35 g
Olio extravergine d'oliva 25 g
Preparazione

Come preparare i Panini cinesi al vapore (mantou)

Per preparare i panini cinesi al vapore, iniziate a realizzare l'impasto. Nella ciotola della planetaria, versate la farina e lo zucchero 1, quindi aggiungete metà del latte 2 e il lievito disidratato 3.

Cominciate ad impastare con il gancio e versate il restante latte a poco a poco 4. Continuate ad impastare fino a ottenere un impasto elastico e ben arrotolato al gancio della planetaria, quindi aggiungete l’olio 5 e impastate fino a completo assorbimento 6.

Trasferite l’impasto su una spianatoia o sul piano di lavoro e lavoratelo con le mani 7 fino ad ottenere una palla liscia e tesa 8. Coprite con un canovacccio pulito e lasciate rilassare l’impasto per almeno 30 minuti 9.

Con l’aiuto di un mattarello, stendete l'impasto su un piano leggermente infarinato 10, fino ad ottenere un rettangolo di spessore omogeneo di circa 42 cm per 26 cm 11. Quindi piegate in 3 il rettangolo 12.

Una volta ottenuto un nuovo rettangolo 13 coprite con un canovaccio per almeno 10 minuti. Stendete ora il lato più corto 14 fino ad ottenere un rettangolo di circa 46x26 cm 15.

A questo punto arrotolate il lato più lungo sul lato più corto 16, ottenendo così un cilindro di circa, 6 cm di diametro 17, quindi rifinite i bordi 18.

Da questo cilindro bisognerà ottenere 12 rotolini, per essere più precisi tagliatelo prima a metà 19, poi ogni metà di nuovo in 2 20 e poi ogni pezzetto di nuovo in 3 21.

Quindi, tagliate 12 quadrati di carta forno di 10 cm per lato 22. Disponete i rotolini sopra i quadrati di carta, all’interno di una vaporiera, posizionandone 4 per ogni strato, e non di più perché lieviteranno 23. Riempite la pentola della vaporiera con acqua calda e senza accendere il fuoco, impilate i piani della vaporiera 24.

Coprite con il coperchio 25 e lasciate lievitare i panini per 20 minuti 26, poi accendete il fuoco e lasciate cuocere a vapore, senza aprire il coperchio per 25 minuti. Servite i vostri panini cinesi al vapore ancora caldi 27.

Conservazione

Una volta cotti, i panini al vapore cinesi, tendono a seccare abbastanza velocemente. Chiudeteli in un sacchetto di plastica se avete necessità di conservarli a lungo (non più di 1 giorno comunque). In alternativa potete congelare il cilindro di pasta prima di tagliarlo!

Consiglio

Per una versione dolce: dopo averli cotti a vapore, potete friggerli e servirli con una ciotolina di latte condensato.

Curiosità

In Cina, una leggenda popolare racconta che il nome Mantou ha origine dalla parola omofona mántóu, che significa "testa di barbaro". La storia ha avuto origine nel periodo dei tre regni, quando lo stratega Zhuge Liang condusse l'esercito del regno di Shu in una campagna volta all'invasione delle terre del sud, corrispondenti grosso modo agli odierni Yunnan e Birmania. Dopo aver sottomesso il re barbaro Meng Huo, Zhuge Liang avrebbe dovuto riportare il suo esercito a Shu, tuttavia trovò sul suo cammino un fiume talmente impetuoso che tutti i tentativi di attraversarlo furono vani. Un signore barbaro lo informò che, in tempi antichi, i barbari usavano sacrificare 50 uomini e gettare le loro teste nel fiume, per appagare lo spirito delle acque che avrebbe loro permesso l'attraversamento. Zhuge Liang, tuttavia, non voleva causare ulteriori spargimenti di sangue, pertanto uccise le mucche ed i cavalli che viaggiavano insieme all'esercito, e riempì con la loro carne dei panini grosso modo a forma di teste umane (rotondi, con una base piatta), dopodiché gettò questi ultimi nel fiume. Dopo che l'attraversamento ebbe successo, egli diede a questi panini il nome di "testa di barbaro" (mántóu, ??), che poi diventò il mántóu (??) dei giorni nostri.

50 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Sambacca
    mercoledì 10 luglio 2019
    posso sostituire l'olio extravergine di oliva con l'olio di semi? cambierebbe qualcosa?
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 10 luglio 2019
    @Sambacca:Ciao, non dovresti avere problemi con questa sostituzione, l'olio di semi risulterà più delicato in termini di gusto.
  • megghy2703
    mercoledì 19 giugno 2019
    vorrei sapere se in alternativa della farina si può utilizzare quella di riso grazie
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 20 giugno 2019
    @megghy2703: Ciao, non abbiamo provato ma puoi sperimentare la ricetta della nostra blogger Zero glutine che bontà: panini con farina di riso.
7 FATTE DA VOI
centofantian
猪年馒头
_sa_._ra_
panini cinesi al vapore
elycosta76
Buoniiiiiii😋
insolitacucina
è stato amore a primo assaggio😋
aliblabla
appena fatti. Ho sostituito metà della farina 00 con farina di riso; proverò mettendo essenza di vaniglia
zambro
Variante con cioccolato
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo