Panini di ricotta sardi

PRESENTAZIONE

Dal pane cafone alla michetta, il Bel Paese può vantare innumerevoli varietà di pani dai nomi e dalle forme più disparate: pagnotte dalla crosta croccante, filoncini sottili o bocconcini friabili, una ricchezza culinaria da scoprire e assaporare regione per regione. Qui vi proponiamo una di queste ricette: i panini di ricotta sardi. Conosciuti come pratziereddas de arrescottu, ovvero focaccine alla ricotta, queste piccole pagnotte che arrivano dalla Sardegna sono soffici all’interno e hanno una crosta croccante e dorata all’esterno. Il loro ripieno segreto a base di ricotta di pecora (che apprezziamo molto anche nelle pardulas) rivela la tradizione pastorizia di questa incantevole isola e conferisce un sapore unico alla morbida mollica. Ottimi sia da soli che in accompagnamento a salumi e formaggi, saranno incredibilmente golosi anche farciti con una dolce crema spalmabile!

Leggi anche: Pardulas

INGREDIENTI
305
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per 4 panini
Ricotta di pecora 200 g
Semola di grano duro rimacinata 150 g
Farina 00 100 g
Acqua tiepida 150 g
Lievito di birra fresco 7 g
Sale fino 7 g
Preparazione

Come preparare i Panini di ricotta sardi

Per preparare i panini alla ricotta sardi iniziate versando l’acqua tiepida in una ciotola 1, scioglietevi il lievito di birra 2, unite la farina 00 3

e la semola 4 e iniziate a impastare grossolanamente con le mani. Prima che il composto sia ben amalgamato, unite il sale 5 e continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo che dovrà risultare molto morbido. Se necessario, finite di impastare sul piano di lavoro o su una spianatoia leggermente infarinata. Formate una palla con l’impasto 6,

ponetela in una ciotola pulita, copritela con pellicola trasparente 7 e fatela lievitare per almeno 3 ore in un luogo asciutto, oppure dentro il forno spento con la luce accesa. Trascorso il tempo di lievitazione, il panetto avrà raddoppiato il suo volume 8, posizionate l’impasto sul piano infarinato, allargatelo e allungatelo con delicatezza 9

e ponetevi al centro la ricotta di pecora 10: è normale che l'impasto risulti piuttosto appiccicoso. Richiudete l’impasto delicatamente ripiegando i lembi senza impastare ulteriormente, la ricotta non deve amalgamarsi all'impasto 11. Una volta formata la palla finale 12,

dividetela in 4 parti uguali con un tarocco 13, fatene delle palline, appoggiatele sulla leccarda rivestita con carta forno, spolverizzate ogni panino con abbondante farina 00 in superficie 14 e infornate in forno preriscaldato statico a 200° per circa 35 minuti o fino a quando non risulteranno ben dorati in superficie 15; abbiate cura di non aprire il forno mentre controllate la colorazione della crosta. Una volta cotti, lasciate intiepidire i vostri panini di ricotta sardi e poi serviteli!

Conservazione

Conservate i vostri panini in un sacchettino di carta e consumateli entro 2 giorni. Potete congelarli dopo la cottura.

Consiglio

Per conferire un tocco di sapore in più a questi soffici panini potete provare ad aggiungere un trito d’erbe aromatiche a piacere, oppure della scorza di limone.

17 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • maetel5555
    venerdì 22 maggio 2020
    Ciao, non ho capito bene come fare per richiudere l'impasto. una volta tagliati i 4 pezzi mi si è aperto, ho provato a risigillare ma in cottura si sono spaccati. Penso che mi manchi un passaggio.
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 22 maggio 2020
    @maetel5555: Ciao, la chiusura dell'impasto è descritta nei passaggi 10 e 11: dopo averlo ripiegato cerca di dare nuovamente ai panini una forma tonda, in questo modo la ricotta dovrebbe rimanere sigillata smiley
  • aliriva
    giovedì 19 marzo 2020
    Ciao, posso sostituire la sémola rimacinata con quella non rimacinata?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 19 marzo 2020
    @aliriva: Ciao, non te lo consiglieremmo.
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo