Passata di pomodoro

PRESENTAZIONE

Passata di pomodoro

La passata di pomodoro è una delle conserve più preparate, specialmente nelle regioni del meridione d’Italia, dove il suo largo uso quotidiano ne ha fatto la regina delle conserve, resa ancora più speciale dal suo inconfondibile sapore mediterraneo. Preparare la passata di pomodoro è molto semplice: basta osservare alcune piccole ma importanti regole per un riuscita ottimale di questa conserva, in grado di conservare tutto il sapore dei pomodori come appena raccolti.

Leggi anche: Pomodori pelati

INGREDIENTI
18
CALORIE PER PORZIONE
Pomodori San Marzano 2 kg
Basilico q.b.
Preparazione

Come preparare la Passata di pomodoro

Per preparare la passata di pomodoro, iniziate controllandoli uno ad uno, eliminando quelli marci, macchiati o ammaccati. Eliminate i piccioli e lavateli molto bene 1, quindi metteteli a sgocciolare.Tagliate in due metà ogni pomodoro e eliminate i semi (2-3).

Poneteli in una grande pentola capiente e lasciateli appassire a fuoco basso coprendoli con un coperchio, girandoli di tanto in tanto (4-5), finchè si saranno afflosciati e spappolati. A questo punto passateli con il passaverdura (o con la macchina elettrica apposita), facendo convergere il sugo in una pentola d’acciaio più piccola 6.

Se la passata di pomodoro vi sembra della densità giusta, imbottigliatela. Altrimenti filtratela con un colino a maglie strette per eliminare l'acqua in eccesso o fatela addensare sul fuoco fino a raggiungere la  consistenza desiderata 7. Nel frattempo sanificate i vasetti facendoli bollire in abbondante acqua, come indicato nelle linee guida del Ministero della Salute riportate in fondo alla ricetta (8-9). 

Mettete all'interno di ogni vasetto sanificato qualche foglia di basilico 10.Versate all’interno dei vasetti sanificati la passata di pomodoro aiutandovi con un imbuto 11 e avendo cura di lasciare 2-3 cm di spazio dal bordo del vasetto. Terminate con qualche altra foglia di basilico e chiudete bene i vasetti 12. A questo punto procedete con la bollitura, ovvero la pastorizzazione, seguendo le indicazioni riportate nelle linee guida del Ministero della Salute citate in fondo alla ricetta. Una volta che i vasetti saranno freddi, verificate che il sottovuoto sia stato fatto correttamente: se, premendo il tappo, NON sentirete il "clik clak" il sottovuoto si sarà formato correttamente. Riponete la passata di pomodoro in un luogo fresco e al riparo dalla luce.

Conservazione

La passata di pomodoro, se il sottovuoto è avvenuto correttamente, può essere conservata al massimo per un anno in un luogo fresco e al riparo dalla luce.

Consiglio

Per preparare la conserva di passata di pomodoro per tutto l’anno, acquistate pomodori non ammaccati, ma sodi, ben rossi e maturi; il periodo migliore per acquistarli è luglio- agosto. Potete scegliere tra i pomodori ramati, a grappolo e tondi , oppure i San Marzano, o i romani, dalla forma allungata, tipo perini.

Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa

Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa rimandiamo alle linee guida del Ministero della Salute. Si tratta di un elenco di regole di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e sul trattamento degli ingredienti, pastorizzazione e conservazione, in modo da non incorrere in rischi per la salute.

Curiosità

Un altro metodo usato nel meridione per conservare la passata senza bollirla nel pentolone, è quello chiamato “con la febbre”.Questo sistema consiste nel riempire le bottiglie di passata tenendola sempre bollente sul fuoco; bisogna preparare delle cassette di legno o plastica foderate con delle coperte di lana nelle quali a mano a mano si metteranno le varie bottiglie o vasetti riempiti di passata di pomodoro e, una volta che le cassette saranno piene, i contenitori verranno avvolti nelle coperte, e lasciati così fino al loro completo raffreddamento.L’unica differenza nel confezionare la passata di pomodoro in questo modo è che bisognerà salare (secondo i vostri gusti) la passata prima di chiuderla nei contenitori. La durata della passata “con la febbre”, sarà inferiore all’anno (6-8 mesi).

197 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Rickycto
    giovedì 01 novembre 2018
    L'aggiunta di una cipolla e sale durante la prima bollitura prima di passare il tutto può essere migliorativa?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 04 novembre 2018
    @Rickycto: Ciao, in genere si lasciano neutre così da poterle insaporire a proprio piacimento nelle successive preparazioni. Inoltre l'aggiunta di sale e cipolla potrebbero alterare il composto, ti consigliamo perciò di lasciare la ricetta invariata smiley
  • Dany 1982
    domenica 02 settembre 2018
    ciao!!!una volta congelata per quanto tempo si può conservare nel congelatore???grazie!!!
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 03 settembre 2018
    @Dany 1982: Ciao, puoi congelare la passata per circa 3 mesi in contenitori piccoli o che una volta scongelati consumerai per intero. Consiera che congelando la passata e non il sugo, dovrai cuocerla per un pochino più di tempo perchè venga assorbita l'acqua in più che la congelazione potrà generare.
2 FATTE DA VOI
polpettina96
seguita la ricetta alla lettera ed eccola qua 😍😍😍la mia prima salsa fatta in casa
vanessadimeo
Ottima e a km zero!
RICETTE CORRELATE