Pasta alla Norma in bianco

PRESENTAZIONE

La pasta alla Norma è un piatto tipico della tradizione culinaria siciliana. Amata da tutti gli italiani, viene condita con pomodoro, melanzane fritte e ricotta salata. Dopo la pasta alla Norma leggera, realizzata con melanzane grigliate e fiocchi di latte oggi vogliamo proporvi un’ altra variante…una rivisitazione senza pomodoro: la pasta alla Norma in bianco! Il profumo del basilico e le melanzane di stagione fanno subito estate. I cellentani sono il formato di pasta ideale da abbinare al condimento: grazie alla loro struttura e al foro centrale questi riccioli di pasta si amalgamano e assorbono alla perfezione la crema di ricotta salata. La pasta alla Norma in bianco è una ricetta dai sapori mediterranei molto decisi e risulta essere perfetta per ogni occasione. I vostri ospiti resteranno stupiti davanti all’originalità di questo piatto e non sapranno resistere dal chiedere il bis!

Leggi anche: Pasta alla Norma

INGREDIENTI
863
CALORIE PER PORZIONE
Cellentani 320 g
Ricotta salata 250 g
Peperoncino fresco 1
Basilico q.b.
Aglio 1 spicchio
Melanzane lunghe 500 g
Sale grosso 30 g
Olio extravergine d'oliva 50 g
Olio di semi di arachide 500 g
Preparazione

Come preparare la Pasta alla Norma in bianco

Per preparare la pasta alla Norma in bianco iniziate dalla pulizia delle melanzane. Lavate le melanzane, spuntatele e tagliatele a fette dallo spessore di mezzo cm 1. Ponetele in un colino cospargendole man mano con il sale grosso 2. Coprite con un piatto e sistemate sopra un peso 3 e lasciate da parte le melanzane per 1-2 ore. In questo modo elimineranno il liquido in eccesso e il retrogusto amarognolo.

Trascorso questo tempo, sciacquatele sotto abbondante acqua corrente 4 e tamponatele con un panno da cucina pulito e asciutto 5. Ponete l’olio di semi in un tegame dai bordi alti e portatelo alla temperatura di 170° (utilizzate un termometro da cucina per raggiungere la giusta temperatura) e versate al suo interno poche fettine di melanzane per volta 6, in modo da non abbassare la temperatura dell'olio.

Friggete le vostre melanzane fino a che non risulteranno ben dorate, quindi scolatele con una schiumarola 7 e posizionatele su un vassoio foderato con carta assorbente 8. Una volta eliminato l’olio in eccesso tagliate le melanzane fritte a listarelle 9 e tenetele da parte.

Dedicatevi ora alla preparazione della crema di ricotta salata. Grattugiate la ricotta salata 10 e tenetene da parte circa 50 g per la decorazione finale; versate la restante in un tegame 11. Unite un mestolo di acqua calda 12,

mescolate con una frusta 13 e cuocete per circa 10 minuti, fino a che la ricotta non risulterà sciolta 14. Quindi versate la crema di ricotta salata in un contenitore dai bordi alti e frullatela con un mixer ad immersione 15, fino ad ottenere una salsa liscia ed omogenea.

Cuocete la pasta in abbondante acqua bollente, salata leggermente (dato che il condimento risulterà molto saporito, grazie alla presenza della ricotta salata) 16. Nel frattempo intagliate un peperoncino fresco, eliminate i semi e tritatelo finemente 17. Ponete in un tegame l’olio insieme all’aglio, privato dell’anima, ed il peperoncino 18 e lasciateli dorare a fuoco moderato, quindi eliminate l’aglio.

Scolate la pasta al dente e unitela nel tegame con l’olio e il peperoncino 19, aggiungete anche le listarelle di melanzane 20 e le foglioline di basilico spezzettate a mano 21.

Versate la crema di ricotta salata 22 e mescolate per amalgamare tutti gli ingredienti 23. Impiattate e decorate la vostra pasta alla Norma in bianco con le scaglie di ricotta salata tenute da parte e qualche fogliolina di basilico 24.

Conservazione

Conservate la pasta alla Norma in bianco per 1-2 giorni al massimo in frigorifero.

Consiglio

Se preferite potete realizzare la versione in bianco della pasta alla Norma anche solo grattugiando la ricotta salata da aggiungere alla fine.

2 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • donata
    venerdì 15 luglio 2016
    io la faccio con la crema di ricotta fresca e metto quella salata, grattugiata, alla fine sul piatto
  • michela
    domenica 18 ottobre 2015
    ma si può utilizzare anche la ricotta fresca?
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo