Pasta e fave

PRESENTAZIONE

Pasta e fave è un primo piatto rustico e saporito, da preparare nella stagione in cui le fave sono fresche e tenere; per insaporire ed arricchire la pasta, nel condimento vengono aggiunte cipolla e pancetta dolce a cubetti.

Volendo, alle fave fresche, si possono unire nella stessa percentuale, anche dei piselli freschi di stagione, un’accoppiata sicuramente azzeccata, che sta bene sia con la pancetta ma anche senza, così da diventare un piatto per i vegetariani.

La tipica pasta utilizzata per questo primo piatto sono i ditali rigati, ma nulla vi impedisce di adoperare qualsiasi altro tipo di pasta corta.

Potrete servire la pasta e fave sia asciutta che più brodoso, basterà in questo caso aggiungere un paio di mestoli in più, secondo i vostri gusti!

Leggi anche: Fave alla menta

INGREDIENTI
532
CALORIE PER PORZIONE
Ditaloni Rigati 320 g
Fave sgranate 500 g
Guanciale 120 g
Cipolle grossa 1
Brodo vegetale 1 l
Olio extravergine d'oliva 4 cucchiai
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare la Pasta e fave

Per preparare la pasta e fave, iniziate dai baccelli di fave fresche: apriteli, rompendo il picciolo superiore 1, e poi sgranate le fave con le mani 2. Una volta estratte, eliminate la piccola escrescenza posta a lato di ognuna di esse 3.

Tagliate il guanciale a cubetti 4 e ponetelo, senza alcun condimento, in un tegame antiaderente a rosolare a fuoco lento fino a che il grasso si scioglierà e il guanciale risulti dorato 5. Mondate e tritate una grossa cipolla e aggiungetela nel tegame insieme al guanciale 6;

unite anche 4 cucchiai di olio extravergine di oliva e fate imbiondire la cipolla 7. A questo punto unite le fave sgranate 8, mescolate. Dopo qualche minuto, aggiungete un paio di mestoli di brodo 9 e lasciate cuocere a fuoco dolce per circa 20-25 minuti (potrebbe volerci qualche minuto in più a seconda della grandezza delle fave),

coprendo il tegame con un coperchio 10 e lasciando un piccolo sfiato. Durante la cottura, aggiungete, ogni qual volta serva, del brodo vegetale fino a che le fave risulteranno cotte; aggiustate di sale e pepe, quindi mescolate e spegnete il fuoco 11. Mettete a lessare dei ditali rigati in abbondante acqua bollente salata 12 e, arrivati a metà cottura, scolateli tenendo da parte un po’ della loro acqua di cottura.

Unite i ditali rigati alle fave 13 e continuate la cottura, mescolando 14 e  aggiungendo, quando serve, l’acqua di cottura tenuta da parte. Potete scegliere, a seconda dei gusti, se ottenere un piatto piuttosto asciutto oppure leggermente brodoso. Quando la pasta e fave sarà al dente, spegnete il fuoco, aggiungete un paio di cucchiai di olio extravergine d'oliva crudo, mescolate e servite la pasta e fave 15, portando in tavola del parmigiano grattugiato in modo che i vostri commensali possano utilizzarlo a piacere. Accompagnate la pasta e fave con del buon vino rosso.

Conservazione

Conservate la pasta e fave in un contenitore ermetico per un paio di giorni.
Potrete preparare le fave fino a due giorni prima e poi unirle alla pasta appena cotta.
Potete congelare le fave cotte se avete usato fave fresce.

Consiglio

Al posto della pancetta si possono unire alle fave in cottura delle cotenne di maiale, alimento molto utilizzato in passato, quando un po’ tutte le famiglie usavano allevare il proprio maiale del quale non si buttava nulla.
Le cotenne erano spesso inserite nei minestroni, nelle zuppe, nei condimenti della pasta per arricchirli e dare sapore.
Oggi le cotenne del maiale vengono consumate molto meno e spesso la pancetta di maiale le sostituisce per insaporire le preparazioni.

28 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Marisaposta63
    giovedì 01 novembre 2018
    Buongiorno. io ho in casa fave secche. vanno bene ugualmente? devo metterle a bagno prima? grazie
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 01 novembre 2018
    @Marisaposta63: Ciao, ecco la ricetta di una nostra blogger: Pasta con fave secche dal blog "Ricettario dei golosi"
  • Gianni
    mercoledì 19 aprile 2017
    una spolverata di ricotta salata ci sta benissimo
4 FATTE DA VOI
correntesa
Veramente ottima, ma senza riaggiungere olio alla fine dato che il guanciale basta ed avanza
Gessica28
pasta alle fave con anellini siciliani
tessi1992
pasta e fave, con pancetta affumicata e chifferi rigati da Londra
mani di pastafrolla
stufare le fave con la cipolla, nel frattempo bollire la pasta, scolarla e saltarla in padella con le fave e un pizzico di curcuma
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo