Pasticciata fanese

/5

PRESENTAZIONE

Nelle Marche il Natale ha il sapore della pasticciata fanese, un secondo di carne brasata in un sughetto delizioso e arricchita da spezie che rendono unico e inconfondibile il suo sapore. I segreti di questo secondo piatto della tradizione, che si preparara in occasione delle feste natalizie, alla domenica e anche nei giorni di Pasqua, sono due: il primo è la scelta della carne. Si predilige infatti un taglio pregiato come il magatello. Il secondo è la preparazione del sugo che ricorda una sorta di guazzetto e dovrà avere il giusto punto di acidità. Una volta cotta, la pasticciata si servirà a fette immersa nel suo invitante sughetto che la manterrà morbida. Qualche fetta di pane casereccio completerà questa pietanza dai sapori semplici ma sempre attuali!

Leggi anche: Pasta pasticciata

Preparazione

Come preparare la Pasticciata fanese

Per preparare la pasticciata fanese per prima cosa tritate la cipolla e versatela in una ampio tegame con l’olio 1 e l’aglio intero sbucciato 2. Lasciate rosolare a fuoco moderato per qualche minuto, così che la cipolla risulti stufata. Nel frattempo prendete la carne, infilzatela con i chiodi di garofano 3.

Insaporite con la noce moscata grattugiata 4, il pepe 5 e il sale 6.

Adagiate la carne nel tegame e fate rosolare da tutti i lati, quindi aromatizzate con le erbe 8 e sfumate con il vino 9 e lasciate evaporare.

Nel frattempo scaldate l’acqua e sciogliete all’interno il concentrato 10, mescolate per amalgamare quindi versatelo direttamente nel tegame con la carne 12.

Coprite con il coperchio 13 e proseguite la cottura per 90 minuti. A questo punto la carne sarà pronta 14, toglietela dalla pentola e tagliatela a fette una volta fredda 15.

Intanto proseguite la cottura del sugo per altri 30 minuti così che si restringa 16, poi eliminate l'aglio 17. Servite la pasticciata fanese accompagnata con il sugo di cottura 18.

Conservazione

La pasticciata fanese si conserva in frigo per 2-3 giorni. Potete congelarla se avete usato ingredienti freschi.

Consiglio

Non usate mai la forchetta per girare la carne in cottura altrimenti perderà i suoi preziosi succhi che la mantengono tenera.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI3
  • aurelia.
    giovedì 19 dicembre 2019
    Ciao,come contorno cosa posso abbinare?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 20 dicembre 2019
    @aurelia.:Ciao, consigliamo un purè di patate oppure dei finocchi gratinati.
  • Flaviettaa
    sabato 14 dicembre 2019
    ciao smiley si può fare anche con la pentola a pressione ? come cambiano i tempi di cottura ? grazie
    Redazione Giallozafferano
    sabato 14 dicembre 2019
    @Flaviettaa: ciao! non avendo provato non possiamo darti indicazioni! I tempi si ridurranno sicuramente!