Patate alla savoiarda

PRESENTAZIONE

La ricetta delle patate alla savoiarda arriva dal Piemonte e porta con sé contaminazioni gustose che derivano dall’incontro della tradizione culinaria piemontese con quella francese. Il risultato è un piatto dagli antichi sapori tanto semplici quanto intramontabili. Di cosa si tratta? Croccanti fettine di patate gratinate avvolte da un formaggio filante dal gusto deciso come Groviera, Fontina o Emmentaler. Le patate alla savoiarda sono un contorno ricco e invitante che nasce dalla magica unione di due ingredienti comuni e popolari, ma che insieme creano una pietanza dal tocco davvero raffinato. Avete già l’acquolina in bocca? Venite a scoprire la ricetta!

Leggi anche: Patate al forno

INGREDIENTI
474
CALORIE PER PORZIONE
Patate 1 kg
Fontina (oppure Groviera e Emmentaler) 200 g
Burro 50 g
Latte intero 130 g
Sale fino q.b.
Preparazione

Come preparare le Patate alla savoiarda

Per realizzare le patate alla savoiarda iniziate pelando le patate 1, poi affettatele con una mandolina, dovete ottenere delle fette di circa 3-4 mm 2. Portate a bollore in un pentolino abbondante acqua salata e fate sbollentare le fettine di patate per pochi minuti 3.

Scolate le patate 4 e lasciatele raffreddare e scolare in un colino 5. Ora tagliate la fontina a listarelle e poi a cubetti 6 e tenete da parte.

In un pentolino ponete il burro a pezzetti 7 e fatelo sciogliere a fuoco dolce 8. Intanto imburrate una teglia da forno e fate aderire un foglio di carta da forno, poi disponete le fettine di patate a lisca di pesce sovrapponendole leggermente 9.

Con l’aiuto di un cucchiaio distribuite su tutta la superficie il burro fuso 10 e anche il latte 11. prendete i cubetti di fontina 12

e distribuiteli sopra le patate in modo uniforme 13. Cuocete le patate in forno statico preriscaldato a 200° per 15 minuti e poi proseguite per altri 5 minuti con il grill. A cottura ultima sfornate la teglia 14, tagliate a fette e servite le patate alla savoiarda ben calde e filanti 15.

Conservazione

Le patate alla savoiarda sono ottime se consumate subito, in caso dovessero avanzare potete conservarle in frigorifero per un giorno al massimo coperte con pellicola e poi riscaldare in forno prima di servirle.

Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Potete provare anche un’altra versione molto diffusa di questa ricetta che prevede insieme alla Fontina anche la Groviera (o Emmentaler).

40 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • 86silvia86
    martedì 26 giugno 2018
    Salve!!! È possibile mettere le sottilette (a striscioline magari)invece della fontina? Grazie mille
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 27 giugno 2018
    @86silvia86: Ciao! Sicuramente otterrai un piatto diverso come sapore ma comunque gustoso smiley
  • giuggiola1986
    lunedì 19 marzo 2018
    se non si ha molto tempo a disposizione é possibile preparare la teglia in anticipo formando già i vari strati e cuocerla il giorno seguente?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 19 marzo 2018
    @giuggiola1986: Ciao, non è consigliabile perché tenderebbero a scurirsi!
10 FATTE DA VOI
Rosyischia01
squisite 😋🥰
sandrmean
fatto con svizzero
elaisaeli
super!!! con asiago e gouda...
lino-55
ottime😋
pakychef
assaggiamo 😋
Flo 92
Non sono riuscita a scattare la foto prima che venisse prontamente assaggiata! Nonostante ho problemi col forno devo dire che è squisita.. ci ho messo l`emmentaler che mi ha dato un tocco di amaro
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo