Penne ai cinque cavoli

PRESENTAZIONE

Una pasta ai cavoli sembra il piatto più noioso del mondo: qualcosa di incolore e quasi insapore, buono solo per la dieta e la convalescenza. Di sicuro niente di rock. Di sicuro niente di divertente e avventuroso. Con le penne rigate ai cinque cavoli però, faremo vacillare le vostre certezze! Cavoletti di Bruxelles, cime di broccolo, cavolfiore, cavolo rosso e cavolo nero si incontrano per dare luogo a una magia! Se da bambini il piccolo chimico era il vostro gioco preferito, se leggendo i libri della Rowling avete fantasticato sulle lezioni di pozioni, o se l’arte contemporanea vi ha sempre affascinato con i suoi colori e le sue forme astratte, questa ricetta fa proprio al caso vostro! Broccoletti e cavolini accompagnano le penne in un girotondo verde e saporito, ma il vero prodigio sono la polvere di cavolo nero e le tre vellutate dai colori favolosi che fanno da letto al piatto. Avete tenuto il conto, e vi pare ci sia un cavolo di troppo? Non conoscete il potere trasformista del cavolo rosso, che come per magia si tinge di blu quando viene cotto in acqua e poi ancora di rosa pastello quando incontra l’aspro lime… vi abbiamo incuriositi? Oggi trasformiamo la cucina in un laboratorio di bontà!

Leggi anche: Vellutata di cavolo rosso

INGREDIENTI

504
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per la padellata di pasta
Penne Rigate Senza Glutine 320 g
Broccoli 250 g
Cavoletti di Bruxelles 180 g
Olio extravergine d'oliva 25 g
Aglio 1 spicchio
Sale fino q.b.
Pepe nero 1 pizzico
Per la polvere di cavolo nero
Cavolo nero 250 g
Per la crema di cavolfiore
Cavolfiore 450 g
Scalogno 40 g
Olio extravergine d'oliva 20 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Per la crema di cavolo rosso di colore viola
Cavoli rossi 80 g
Olio extravergine d'oliva 15 g
Sale fino q.b.
Per la crema di cavolo rosso di colore rosa
Cavoli rossi 80 g
Olio extravergine d'oliva 10 g
Succo di lime 15 g
Sale fino q.b.
Preparazione

Come preparare le Penne ai cinque cavoli

Per preparare la pasta ai 5 cavoli, per prima cosa lavate tutte le verdure ed eliminate le parti più esterne e sciupate. Tagliate i gambi del cavolo nero 1 e disponete le foglie su una leccarda coperta di carta da forno 2. Cuocetele in forno ventilato preriscaldato a 120° per 40 minuti: trascorso questo tempo, le foglie risulteranno essiccate 3.

E potrete tritarle grossolanamente, porle nel mixer 4, azionare le lame e ridurre il cavolo nero in polvere 5. Nel frattempo che il cavolo nero è in forno, però, potete dedicarvi alle altre preparazioni. Cominciate dalla crema di cavolfiore: pulite lo scalogno e tagliatelo a rondelle 6.

Eliminate il gambo e le foglie esterne del cavolfiore e tagliate le cime a pezzettoni 7. Fate rosolare lo scalogno in pentola con l’olio, fino alla doratura: questo ricco soffritto renderà la crema più saporita e dal buon profumo leggermente abbrustolito. Aggiungete quindi in pentola il cavolfiore 8 e coprite con circa 400 g di acqua 9.

Regolate di sale e di pepe e portate a cottura: ci vorranno circa 25 minuti 10. Frullate con il minipimer fino ad ottenere una crema liscia 11, e tenete da parte. Occupatevi adesso delle altre 2 creme al cavolo rosso: preparate per prima cosa la base comune ad entrambe. Prendete il cavolo rosso (la dose intera necessaria per le due creme) ed eliminate il cuore duro e bianco 12.

Tagliate finemente il resto 13 e ponetelo in una pentola con poca acqua bollente 14; fatelo lessare fino a renderlo morbido, quindi prelevatene la metà e ponetela con poca acqua di cottura nel bicchiere del mixer 15.

Condite con olio extravergine d'oliva  16, sale 17 e frullate a crema di cavolo rosso di colore viola 18.

Tenete questa prima crema da parte 19. Spremete ora il lime per ricavarne il succo 20 e unitelo nel bicchiere del mixer in cui avrete posto il rimanente cavolo con pochissima acqua di cottura 21 e un pizzico di sale.

Come prima, frullate a crema e tenete da parte: come noterete, il cavolo rosso a contatto con l’acidità del succo di lime reagirà assumendo un vivace colore rosa confetto 22. Adesso che le creme sono pronte potete dedicarvi alla padellata di broccoli e cavoletti e alla pasta. Isolate le cimette del broccolo 23 e tagliate i cavolini di Bruxelles a metà 24.

Fate soffriggere brevemente l’aglio in una larga padella con un filo d’olio e aggiungete i broccoli 25 e i cavolini 26. Fateli rosolare girando spesso, e intanto buttate la pasta in una pentola con abbondante acqua bollente salata 27.

Sfumate le verdure in padella con un mestolo di acqua di cottura della pasta 28 e cuocetele qualche minuto: dovranno risultare tenere ma ancora croccanti. Rimuovete lo spicchio d’aglio e salate a piacere 29, scolate la pasta al dente e trasferitela direttamente nella padella 30.

Fatela saltare un paio di minuti e regolate di pepe 31 e, se necessario, anche di sale. È il momento di impiattare! Disponete sul fondo di ciascun piatto un’ampia mezzaluna di crema di cavolfiore 32 e due più piccole di crema di cavolo rosso nella versione viola-blu e rosa 33.

Distribuite la pasta leggermente decentrata rispetto al centro del piatto 34, al vertice dell’arcobaleno di creme. Spolverizzate con abbondante polvere di cavolo nero 35. La vostra pasta ai 5 cavoli è pronta per stupire!

Conservazione

Potete conservare le 3 creme, in frigo coperte, per 1-2 giorni. La padellata di pasta e cavoli si conserva in frigo coperta per 2 giorni. Potete conservare il cavolo nero essiccato fino a 1 mese in un luogo fresco e asciutto, chiuso in un barattolo a chiusura ermetica.

Consiglio

Preparate insieme ai bambini questa coloratissima pasta, siamo certi che inizieranno ad amare le verdure!

1 COMMENTO
Commenta o chiedici un consiglio
  • Marco
    venerdì 10 febbraio 2017
    Buongiorno, le salse si possono congelare?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 10 febbraio 2017
    @Marco: Ciao Marco, se hai utilizzato ingredienti freschi sì!
2 FATTE DA VOI
Bijoux07
spesso in inverno cucino questo meraviglioso e gustosissimo piatto.
taranteli
Ho seguito la ricetta ma ho ridotto l’olio a un solo cucchiaio a crudo alla fine, ho soffritto l’aglio per la padellata e la cipolla per la crema al cavolfiore con acqua, è rimasta saporitissima
RICETTE CORRELATE